La lega balla da sola.

Uniti in parlamento, ma divisi ai confini dell’impero. Questa la doppia linea del leader leghista con il Popolo della libertà. La scelta, però, rischia di creare un effetto domino. Varese, terra d’origine di Bossi e Maroni, è in subbuglio. Nel capoluogo, a differenza delle città principali della provincia, la corsa del sindaco uscente Attilio Fontana dovrà essere in coabitazione con il Pdl. La base, però chiede il divorzio dal Cavaliere. “Ma le scelte di alleanza vengono fatte altrove – dice Fontana – . Nel movimento ci sono colonnelli e generali. Io sono un sottotenente, eseguo tutti gli ordini”. Il segretario cittadino Carlo Piatti, però, non vuole sentire ragioni: “La sezione è compatta nel correre da sola”. Per mettere a tacere le critiche interne, il senatur sceglie, così, l’escamotage delle alleanze mettendo il veto politico su Udc e Fli, colpevoli di ostacolare il federalismo. Conclusione: se il Pdl proponesse alleanze anche con centristi e finiani, allora l’accordo sovra-provinciale salterebbe. La prossima partita politica rischia di compromettere il futuro politico di Renzo Bossi. Un dato che sembra dare senso alla repentina bocciatura del rampante Matteo Salvini a futuro vicesindaco di Milano con relativa promozione del fedelissimo presidente del consiglio regionale Davide Boni. “Bossi – commenta la finiana Barbara Ciabò – fa fuori tutti i competitori del Trota”

Annunci

One Trackback to “La lega balla da sola.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: