Libia, nuove bombe sui ribelli.

Nuovi bombardamenti sul terminal petrolifero di Brega e raid aerei su Misurata e Ajdabiya. Sulle tv arabe a su Twitter si rincorrono i messaggi di attacchi delle forze fedeli a Gheddafi e sulle forze ribelli che si preparano al contrattacco. A Tripoli sale la tensione in vista della preghiera del venerdì. Secondo alcune voci raccolte in città, gli oppositori di Gheddafi intenderebbero dare vita ad una nuova manifestazione nel pomeriggio. Ieri sera il nuovo ultimatum degli Usa a Gheddafi con il presidente Obama che non ha escluso neppure un’opzione militare. Intanto sono arrivati in Tunisia i primi esperti della Farnesina e della Protezione Civile per preparare la fase operativa della missione umanitaria italiana a Tunisi. Oggi da Catania la partenza della nave di derrate alimentari ed impianti di elettrificazione che si dirigerà a Bengasi.

L’appello di Napolitano
«Sosterremo qualunque sforzo» perchè la Libia rispetti i diritti umani e sia riammessa al Consiglio per i diritti umani dell’Onu da cui è stata sospesa, ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al consiglio per i diritti umani di Ginevra. «Gheddafi – ha aggiunto – deve fermare ogni azione militare diretta contro il suo proprio popolo».

One Trackback to “Libia, nuove bombe sui ribelli.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: