Archive for marzo 4th, 2011

marzo 4, 2011

Nucleare, l’altra faccia del federalismo: 16 regioni dicono no al decreto sui siti, 4 si con riserva.

 Scontro sul federalismo tra governo e regioni, con quest’ultime che accusano Calderoli e soci di non aver rispettato i patti sul trasporto pubblico locale e gli ammortizzatori in deroga, ha praticamente fatto scomparire un altro scoglio sul quale l’intesa governo e Conferenza delle Regioni si infrange ormai ad ogni nuovo giro di boa: il nucleare. 

In un comunicato la Conferenza delle Regioni informa che «A maggioranza delle Regioni ha espresso un parere negativo sul decreto legislativo del governo che riguarda i criteri di localizzazione degli impianti nucleari e dei depositi di rifiuti, corretto dopo i rilievi della Corte costituzionale».

Le regioni erano chiamate ad esprimere un parere nella Conferenza Unifica del 3 marzo sullo stesso testo in questi giorni all’esame del Parlamento. Le posizioni sul nucleare sono, come noto, differenziate. Nella Conferenza delle Regioni ha dato parere negativo un fronte bipartisan formato da  Emilia Romagna, Marche, Basilicata, Toscana, Liguria, Molise, Puglia, Umbria, Calabria, Sicilia, Sardegna, Valle d’Aosta, «In considerazione della perdurante assenza di un tavolo nazionale nel quale esaminare ed eventualmente condividere una comune strategia energetica» . A favore, con l’accoglimento di emendamenti già presentati in sede tecnica, solo Lombardia, Veneto, Piemonte e Campania.

Annunci
marzo 4, 2011

Centrali nucleari, primo cantiere aperto nel 2014.

Per la posa della prima pietra della prima centrale nucleare “puntiamo al 2014”. Così il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, ritorna sui tempi del programma nucleare italiano, in un’intervista al “Quotidiano Nazionale”. “Sul nucleare -dice- l’Italia sconta un ritardo strutturale, complice il referendum che si votò sull’onda emotiva di Chernobil”.

“Quella dell’atomo, come ho già detto, -prosegue Romani- è per noi una strada obbligata. In pochi mesi abbiamo costituito l’Agenzia per la Sicurezza Nucleare e abbiamo perfezionato la legislazione, accogliendo i rilievi delle Regioni. La posa della prima pietra? Puntiamo al 2014”. 

Dalla maggioranza delle Regioni italiane, tuttavia, ieri è arrivato un parere negativo sul decreto legislativo del governo che riguarda i criteri di localizzazione degli impianti nucleari. Il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, al termine delle conferenze Stato-Regioni e Unificata ha aggiunto che quattro regioni hanno espresso parere favorevole. Si tratta di Piemonte, Lombardia, Campania e Veneto. 

Il ritorno al nucleare è anche al centro di uno dei quesiti referendario sostenuto fra gli altri da Legambiente, Wwf, Lipu, Greenpeace e Fare Verde, che chiedono l’accorpamento della consultazione popolare in un unico election day a maggio con le elezioni amministrative.

marzo 4, 2011

Cassazione: no a logiche mercantili e a dimissioni rapide negli ospedali.

La volontà di contenere la spesa sanitaria non può prevalere sul diritto alla salute dei cittadini e le dimissioni dei pazienti dagli ospedali devono essere decise solo in base a valutazioni di ordine medico. È quando sottolinea la Cassazione nella sentenza 8254 della quarta sezione penale con cui ha annullato l’assoluzione di un medico dall’accusa di omicidio colposo di un paziente dimesso dopo 9 giorni da un intervento cardiaco, secondo le linee guida in uso nella struttura sanitaria.

NO SALVACONDOTTO – Se le linee guida in uso negli ospedali «dovessero rispondere solo a logiche mercantili», il rispetto delle stesse «a scapito dell’ammalato, non potrebbe costituire per il medico una sorta di salvacondotto, capace di metterlo al riparo da qualsiasi responsabilità, penale e civile, o anche solo morale» scrivono i giudici, aggiungendo che «sul rispetto di quelle logiche non può innestarsi un comportamento virtuoso del medico che, secondo scienza e coscienza, assuma le decisioni più opportune a tutela della salute del paziente». Secondo la Cassazione le linee guida possono «legittimamente essere ispirate anche a logiche di economicità di gestione purché non siano in contrasto con le conclamate esigenze di cura del paziente».

marzo 4, 2011

Aiutiamo Emergency

Nasce il nuovo mensile di EMERGENCY. Diretto da Gianni Mura e Maso Notarianni, parla del mondo e dell’Italia che vogliamo. Una rivista bella, utile e intelligente, che racconta storie vere e approfondisce l’attualità ispirandosi ai valori di EMERGENCY: uguaglianza, solidarietà, giustizia sociale, libertà. Le cose in cui preferiamo credere. E queste non sono favole. ANTEPRIMA e ABBONAMENTI http://www.e-ilmensile.it info@e-ilmensile.it Tel. 02 801534

marzo 4, 2011

Processo breve.

Berlusconi: “In un paese normale questo processo durerebbe mezz’ora.”

E lui starebbe in galera da un pezzo.

marzo 4, 2011

Il posto giusto per il fazzoletto verde di Silvio.

marzo 4, 2011

Tumori: inaspettate benefiche proprieta’ dei funghi.

Il mondo vegetale riserva delle sorprendenti valenze, ancora inesplorate, che possono essere di aiuto concreto alla lotta contro le malattie, anche le più gravi.

 

Ogni specie ha il suo modo di vivere. Ma i , a differenza degli esseri vegetali e animali, sembrano avere delle armi in più per contrastare gli elementi patogeni. Ecco perché gli scienziati hanno cercato di comprendere il loro tipo di vita al fine di provare a utilizzarli in qualità di agenti terapeutici per la salute delle persone. La specie di fungo che hanno deciso di studiare è stata il .

Per la ricerca, condotta dal dottor Charles Kenerley del Texas AgriLife Research e da un team di scienziati provenienti da Stati uniti, Francia e India, si è scelto il T. Virens perché è un microorganismo già conosciuto nel mondo vegetale.

marzo 4, 2011

Alzheimer: l’origine ‘epatica’ del morbo come nuova ipotesi.

L’ potrebbe nascere nel , e non nel . L’ipotesi viene da uno studio pubblicato sul ‘Journal of Neuroscience Research’, secondo cui le responsabili della malattia si formerebbero proprio in questo organo.

 

I ricercatori dello Scripps Research Institute hanno studiato in alcuni modelli animali le mutazioni genetiche legate all’, trovando che tre di queste regolano la formazione delle . Un basso livello di espressione di questi tre nel , spiegano gli autori, riduce la formazione delle nel .

marzo 4, 2011

Auto elettriche e ibride al Salone di Ginevra 2011: l’elenco completo.

La prima importante kermesse europea del 2011 dedicata alle auto ha aperto i battenti. Fino al 13 marzo, i riflettori di tutto il mondo sono puntati sul PalaExpo di Ginevra, per il Salone dell’automobile. La rassegna, anche quest’anno, presenta una vasta presenza di modelli a basse (o zero) emissioni, che di anno in anno, di salone in salone, occupano posizioni sempre più importanti, che seguono di pari passo il progressivo sviluppo tecnologico che accompagna la mobilità eco friendly. L’edizione 2011 del Salone di Ginevra, poi, contribuisce in modo visivo all’immagine dei modelli ecologici in esposizione, che sono tutti racchiusi nel Green Pavillion, il “padiglione verde” sistemato, non a caso, al centro della rassegna: 3 mila metri quadri che indicano ai visitatori l’indirizzo della mobilità dell’immediato futuro, che non è più solo rivolta alle citycar, alle compatte e alle vetture di classe media, ma richiama anche l’attenzione verso modelli ultrasportivi, off road e di grande prestigio (come nel caso della inedita Rolls Royce 102EX elettrica).http://www.greenme.it/approfondire/speciali/4286-auto-elettriche-auto-ibride-salone-di-ginevra-2011-elenco-completo

marzo 4, 2011

I meravigliosi frutti (e ortaggi) di Uli Westphal.

Uli Westphal è un artista tedesco che ha raccolto dal 2006 le foto di frutta, verdura e ortaggi imperfetti, o meglio non standard acquistati nei farmer’s market di Berlino. Nasce il Mutato Archive che diventa un documento interessante sulle mutazioni dei vegetali. L’artista è affascinato dalla diversità delle forme, dei colori e delle stranezze botaniche e nota che questi particolari frutti sono scartati dai banconi dei supermercati. La proposta della grande distribuzione vuole che la merce sia perfetta, plastificata il che è incompatibile con la realtà della Natura che produce anche verdure, ortaggi e frutta imperfetta, ma non per questo meno bella., buona o sana. Il suo progetto prosegue e dal Mutato Archive passa nel 2010 al Mutato Farming ossia alla coltivazione, secondo criteri di sostenibilità, di ortaggi. Come scrive nel suo blog, che testimonia il percorso intrapreso: Ho iniziato queste esperienza per dimostrare di essere in grado di coltivare il cibo, oltre l’esperienza botanica, culinaria e visiva della frazione residua della diversità agricola; per ampliare le immagini del-Mutato archivio e potenzialmente ed eventualmente contribuire alla sensibilizzazione dei dimenticati, della diversità mozzafiato della Natura addomesticata.