Di Lello e Bertinotti.

Marco Di Lello rivolgendosi a Bertinotti che ha parlato  in occasione dell’anniversario della scissione di Livorno lo invita, riconoscendo gli errori di decenni di militanza politica, a interloquire con i socialisti e pertanto a  rivolgersi al Psi che del Partito socialista Europeo fa parte essendone stato tra i fondatori. Come al solito Di Lello ha perso un’occasione per tacere. Per grazia di Dio di socialisti ce ne sono anche fuori del PSI e non hanno certo bisogno di patenti date d un partito che è pronto a calarsi le braghe davanti al migliore offerente per un posto in parlamento.

Quindi inviterei di Lello a guardarsi intorno per capire che c’è un universo socialista che non si riconosce nel PSI, ma che merita altrettanto rispetto e a rileggersi l’intervento di Bertinotti per comprenderne il significato, perchè ponendo il problema nei termini da lui posti, dimostra soltanto di essere un rozzo caporale di giornata e non  il dirigente di levatura nazionale che si professa.

2 Responses to “Di Lello e Bertinotti.”

  1. Per costruire qualcosa a sinistra, purtroppo bisognerebbe fare pulizia di tante persone che per grazia ricevuta si trovano dirigenti di partito.Dirigenti impegnati più a tramare che a tessere, con un unico obbiettivo quello di coltivare il proprio orticello e di far razzolare nell’aia le povere gallinelle che in ricordo di un ideale sono disposte a fare coccodè a comando.
    Questi dirigenti che guardano ad ogni novità come un attentato alla loro lesa maestà, senza mai porsi domande ho esprimere un dubbio sul loro essere classe dirigente.
    Quando l’unico concetto che si esprime di fronte ad iniziative come quella di Livorno, è stabilire chi può essere l’interlocutore privileggiato e chi un semplice uditore, e non ci si fà un esame di coscenza vedendo fette del proprio partito non più in linea con i Dirigenti di esso, ma in cerca di qualcuno che finalmente parli loro di politica affrontando le problematiche serie, stà a significare che lo scollamento tra una classe dirigente e i semplici militanti è evidentemente seria e in costante crescita.
    Un partito senza dirigenti capaci di fare autocritica e destinato a sparire.

    Angelo Reppucci

Trackbacks

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: