Trovato l’inganno per salvare Berlusconi.

Il processo breve solo per i dibattimenti che si apriranno in futuro. Quindi accettabile, perché non più devastante, né fonte di una falcidie per quelli oggi in corso. Ma con dentro un piccolo “regalo” per Berlusconi: la prescrizione breve, più corta dell’attuale, per coloro che si trovano sotto processo ma risultano incensurati. Proprio come incensurato è il Cavaliere.

È questa l’ultima novità che arriva dal quartiere giuridico del premier. A questo stanno lavorando i suoi uomini. Con l’idea che tra una settimana, quando il processo breve alla Camera entrerà nella fase degli emendamenti dopo le audizioni dei procuratori generali, la proposta della prescrizione breve per gli incensurati possa trasformarsi in un nuovo comma del ddl. Che, se venisse approvato a colpi di fiducia tra Camera e Senato in un paio di mesi, provocherebbe la “fine” certa dei dibattimenti Mills e Mediaset, dove ormai la prescrizione, secondo le regole attuali, già corre sul filo (l’anno prossimo quella per Mills, l’anno seguente quella per Mediaset).

One Trackback to “Trovato l’inganno per salvare Berlusconi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: