Contro la crisi libertà totale alle imprese.

Emma Marcegaglia che è persona educata ha mandato a dire che è positivo che il governo parli finalmente di crescita, ma sui provvedimenti adottati ieri dal consiglio dei ministri il giudizio rimane sospeso. Difficile dissentire dal giudizio del presidente della Confindustria: anche ieri il governo ha parlato con verbi al futuro, esattamente come fa per gli stessi provvedimenti «varati» da tempo immemorabile, cioè dal 2008, dopo il successo elettorale.
Berlusconi nel corso della conferenza stampa ha corretto un po’ il tiro: non ha insistito sulla crescita stratosferica del 4-5 per cento del Pil promessa pochi giorni fa, ma ha ridimensionato i numeri affermando che per quest’anno è previsto un rimbalzo del prodotto lordo dell’1,5%, grazie anche ai provvedimenti adottati. Ancora una volta il presidente del consiglio ha largheggiato: le previsioni del suo ministro dell’economia (e quelli delle maggiori istituzioni internazionali) indicano un incremento più basso, di poco superiore all’1%. Come dire «nulla» soprattutto per l’occupazione.

One Trackback to “Contro la crisi libertà totale alle imprese.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: