Archive for febbraio 2nd, 2011

febbraio 2, 2011

Il federalismo fiscale nella percezione degli italiani.

Il dibattito sull’applicazione del federalismo fiscale, che entra in questi giorni nella sua fase decisiva in Parlamento, divide l’opinione pubblica del Paese. I risultati dell’indagine, condotta per Otto e Mezzo dall’Istituto Nazionale di Ricerche Demopolis, forniscono l’immagine di un Paese spaccato. Favorevole al federalismo è il 77% dei residenti al Nord, il 49% di chi vive nelle regioni del Centro, ma appena il 22% dei cittadini del Sud.

febbraio 2, 2011

Crozza a Ballarò dell’01/02/2011 – Bersani, il mio Maestro Zen

febbraio 2, 2011

Comunione e liberazione contro Annozero.

Comunione e Liberazione: “…pena per un Paese che avrebbe bisogno di tutt’altro e si ritrova impantanato tra bungabunga e annizero”.

Equiparano Annozero a un orgia.

Credo abbiano frainteso le urla della Santanchè.

febbraio 2, 2011

Un popolo di eroi, santi e navigatori.

febbraio 2, 2011

Certificati on line, sistema subito in tilt.

Il call center che non risponde, la linea che cade in continuazione, i medici infuriati per il tempo perso a cercare di collegarsi e per un disservizio che, secondo le previsioni, potrebbe ritorcersi contro di loro sotto forma di sanzione (fino al licenziamento). E’ questo lo scenario di caos e proteste nella giornata inaugurale del sistema di trasmissione telematica obbligatoria dei certificati medici voluto dal ministro per la pubblica amministrazione, Renato Brunetta.
A poche ore dall’avvio ufficiale, il sistema di trasmissione on line dei certificati è andato in tilt, probabilmente per una sottovalutazione sul numero dei contatti (e dell’influenza di questi giorni), non reggendo l’urto della marea di connessioni tentate dai medici. Lo denuncia la Cgil funzione pubblica e lo denunciano anche attraverso mail al giornale molti professionisti. La Cgil critica il ministro Brunetta e la “flessibilità mostrata in extremis” che non “corrisponde alla rigidità delle norme riguardanti le sanzioni, che colpiscono i medici convenzionati, sui quali incombe la mannaia del licenziamento, ma che avranno ricadute negative anche per i medici ospedalieri, ai quali i cittadini potrebbero impropriamente rivolgersi per ottenere il certificato cartaceo”.

febbraio 2, 2011

SALUTE: PARKINSON, IDENTIFICATI 5 NUOVI GENI.

Dopo aver esaminato quasi 8 milioni di mutazioni genetiche, i neurologi dello University College di Londra hanno individuato cinque geni collegati alla malattia di Parkinson. ”Non abbiamo messo insieme ancora tutti i pezzi del puzzle, ma le principali varianti genetiche sono state trovate”, spiega Nick Wood dell’Institute of Neurology che ha collaborato alla scoperta. I ricercatori hanno analizzato i campioni genetici di oltre 12.000 persone malate e di altri 21.000 di soggetti sani scoprendo che i portatori di mutazioni in 11 geni legati al Parkinson hanno due volte e mezzo piu’ probabilita’ di sviluppare la malattia. La soluzione del rebus genetico che provoca la malattia degenerativa e’ ancora lontana, ma il Dna potrebbe fornire le risposte per nuove terapie.

febbraio 2, 2011

Milano assediata dallo smog.

Non si placa l’assedio delle polveri sottili sull’aria di Milano: la concentrazione di Pm10 è arrivata ieri a valori di tre volte superiori il limite consentito dei 50 microgrammi per metrocubo.
Complici le condizioni atmosferiche e la mancanza di vento, nemmeno la fase due del piano antismog voluto dal sindaco Letizia Moratti, entrata in vigore da lunedì con le restrizioni alla circolazione in centro e l’obbligo di abbassare la temperatura dei termosifoni, appare efficace davanti all’assedio dell’inquinamento.
Anche ieri le centraline dell’Arpa hanno registrato valori fuori controllo: 120 in Città Studi, 130 al Verziere e addirittura 159 nella stazione che l’amministrazione ha scelto come riferimento, quella di via Senato. Dall’inizio dell’anno sono 29 le giornate fuori legge e la serie di quelle consecutive è arrivata a 21.

febbraio 2, 2011

Riciclare rasoi usa e getta: impresa impossibile?

Il rasoio usa e getta viene brevettato nel 1904 da Gillette che oggi fa parte della Procter&Gamble. Seguita da diverse altre imprese che nel corso del tempo diventano multinazionali. Nessuno, però si preoccupa dell’enorme quantità di plastica e acciaio che viene rilasciata nell’ambiente: infatti non viene mai previsto né il ritiro né il riciclo. Una prima iniziativa, anche se parziale di riciclo l’ha iniziata in Francia lo scorso ottobre la Bic (che ha iniziato a produrre il rasoio usa e getta nel 1975 e che detiene il 30% del mercato mondiale dei rasoi) che ha lanciato la campagna BIC® recycle. Consiste nell’inviare i propri dati; ricevere una busta; riempirla con 10 rasoi usati e rispedirli alla casa madre. La multinazionale si impegna a riciclare i rasoi in parti plastiche per lavatrici.

febbraio 2, 2011

Napolitano: “Non interferisco nella politica”

“Non è il mio compito interferire nella dialettica politica”. Giorgio Napolitano a Bergamo per la visita ufficiale alla citta’, sottolinea le sue competenze e risponde, indirettamente, a chi lo tira per la giacca in questa convulsa fase politica. Rivendicando, invece, la tutela dell’unità nazionale “che si esprime nel complesso delle istituzioni, le istituzioni sono il mio solo punto di riferimento”.
Il capo dello Stato difende la validità delle Province e, anche se ciclicamente si discute se abolirle, al momento “non sono state avviate ipotesi di riforma dell’architettura costituzionale sotto il livello regionale. La Provincia in certe parti d’Italia è una entità reale”.

febbraio 2, 2011

Il posto di lavoro messo in palio in un reality show

 La7  arriva prima: il programma partirà il 22 febbraio, sarà condotto dall’ex Iena Sabrina Nobile, e si chiamerà Il contratto – gente di talento. Ogni volta tre candidati, un solo posto di lavoro, per un totale di otto puntate (più altre quattro se il Dio Auditel premierà l’impresa).

Giovani, prevalentemente, ché sui vecchi non conviene investire. Il promo è già in onda, la produzione sta ancora mettendo a punto i dettagli del format (orgogliosamente italiano), ma lo schema è esattamente lo stesso dell’Isola dei famosi o di Amici: il concorrente dovrà superare un certo numero di prove, al termine delle quali sarà selezionato dagli emissari di alcune ditte che hanno deciso di partecipare al programma.

Secondo il sito «TvBlog», Il contratto avrebbe l’appoggio di numerose aziende con annessi direttori di personale, i quali avranno modo di assumere il candidato vincente in seguito ad apposito colloquio da tenersi nello studio televisivo.