Marea nera in Sardegna: volontari per ripulirla.

Col petrolio non si scherza, non ne parla nessuno a livello Nazionale, ma lo sversamento in mare di circa 18 mila litri di olio combustibile, il famigerato (e cancerogeno) orimulsion, avvenuto lo scorso 11 Gennaio 2011 nel porto industriale di Porto Torres si è riversato su 18km di  coste e spiagge (foto) del Nord Sardegna (chiesta la calamità naturale) fino al territorio di Santa Teresa di Gallura (più precisamente la costa ovest di Santa Teresa Gallura e Capo Testa) e da li viene l’allarme e la richiesta d’aiuto a chiunque voglia partecipare alla ripulitura degli arenili,  c’è infatti  un coordinamento di volontari con sede alla stazione marittima del paese,al porto imbarco per la Corsica, dove vi daranno informazioni ed il kit per la pulizia!

One Trackback to “Marea nera in Sardegna: volontari per ripulirla.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: