Berlusconi: «Commissione per valutare se fra i giudici c’è associazione eversiva»

«Entro gennaio maggioranza forte oppure elezioni. Penso di arrivare a 325 deputati. Sui rifiuti manovra contro il governo»

SIlvio Berlusconi ha tenuto questa mattina la tradizionale conferenza stampa di fine anno, nel corso della quale ha ribadito che l’intenzione del governo è quella di andare avanti.

 

 

«C’è la necessità di continuare l’azione di governo, sarebbe irragionevole andare alle elezioni, ma tutto questo è stato superato dal 14 dicembre. Anche le agenzie di rating ci avevano detto che serviva la stabilità del governo e che sarebbe stata una catastrofe entrare in una fase di ingovernabilità, dando luogo ad una campagna elettorale feroce. Abbiamo davanti due anni e mezzo di legislatura, e trovata in parlamento una maggioranza adeguata, lavoreremo all’ammodernamento del paese. Il presidente Napolitano ha detto che tutte le persone di buone senso considerano irragionevole andare alle elezioni e non possiamo che essere d’accordo con lui», ha detto Berlusconi.

Sui rifiuti manovra contro il governo. «Ho il fondato timore che ci sia una manovra politica e che faccia comodo a qualcuno far credere che l’intervento del governo sui rifiuti a Napoli non sia stato risolutivo quando lo facemmo. Sono personalmente convinto che ci sia una volontà precisa per dimostrare urbi e orbi questo, altrimenti non si spiegherebbero le difficoltà che sorgono sempre».

 

«Sono convinto che sull’Abruzzo e su L’Aquila si sia cercato di gettare del fango non rispondente alla verità – prosegue Berlusconi – Su tutto quello che è stato fatto si è cercato di gettare fango con la cosiddetta cricca ma la Corte dei Conti ha effettuato controlli approfonditi su ogni appalto, cosa fatta anche dall’Autorità per i Lavori pubblici, e non c’è stata una sola osservazione negativa. Non c’è stata nessuna irregolarità nelle gare di appalto, così come per la consegna delle case. Per quanto riguarda le macerie si è detto che il governo non stava provvedendo al loro sgombero ma noi avevamo iniziato quando una delibera della giunta comunale ha deciso che lo sgombero venisse fatto con aziende abruzzesi, considerandolo un sostegno alla ripresa dell’economia del territorio».

Commissione per valutare se pm eversivi. Se il Tribunale di Milano accoglierà la tesi del Pubblico ministero nel processo Mills, sarà la dimostrazione che c’è nella magistratura una «associazione tesa all’eversione», e per accertare questa realtà Berlusconi presenterà una proposta di legge che istituisce una commissione parlamentare di inchiesta. Il premier ha criticato la tesi dell’accusa secondo la quale «la corruzione si perfeziona non quando c’è il passaggio di denaro ma quando i soldi vengono spesi. E quando anche altri giudici convergono su questa tesi, non si può negare che ci sia nella magistratura una associazione tesa all’ eversione». Per questo, qualora i magistrati giudicanti accoglieranno le tesi della pubblica accusa, egli presenterà alle Camere un disegno di legge che istituisce «una Bicamerale che accerti se non ci sia nella magistratura una associazione tesa all’eversione».

One Trackback to “Berlusconi: «Commissione per valutare se fra i giudici c’è associazione eversiva»”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: