Il Tribunale di Milano restituisce le case ai Rom.

Il Tribunale civile di Milano ha accolto il ricorso presentato da dieci rom del campo milanese di via Triboniano contro il sindaco Letizia Moratti, il ministro dell’Interno Roberto Maroni e il prefetto Gian Valerio Lombardi, col quale hanno chiesto che vengano assegnate loro le case popolari in adempimento di un progetto di autonomia abitativa che era stato in un primo tempo sottoscritto dall’ amministrazione comunale e poi bloccato.

La decisione è stata presa dal giudice civile Roberto Bichi e fa riferimento ad un accordo siglato nei mesi scorsi dal Comune e dalla Prefettura che avevano individuato alcune famiglie rom a cui assegnare degli alloggi di edilizia popolare.

Il ricorso firmato dagli avvocati Alberto Guariso e Livio Neri si riferisce all’assegnazione di 25 case popolari. I legali nel ricorso avevano segnalato l’accordo siglato, nei mesi scorsi, dal Comune e dalla Prefettura, con cui erano state individuate “le famiglie rom destinatarie degli alloggi Aler (di edilizia popolare, ndr)” con “l’assegnazione nominativa a famiglie attualmente residenti nel campo Triboniano”.

One Trackback to “Il Tribunale di Milano restituisce le case ai Rom.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: