Archive for dicembre 14th, 2010

dicembre 14, 2010

Devendra Banhart – Rejoicing in the hands.

Devendra Banhard fu definito dai critici il portavoce di una rivoluzione folk inidpendente.Rejoicing in the hands è invece un pezzo che viaggia verso un’originalità che traduce elementi esterni al suo mondo. La qualità più specifica di Banhart  è che non gli importa niente che qualcuno lo ascolti.

dicembre 14, 2010

Immigrati sbarcano da un barcone. Un morto e nove feriti in Puglia.

Le persone che erano su un gommone, sono stati fatti scendere in acqua dagli scafisti, in una zona a ridosso della costa, nel basso Salento. Le altre persone che erano a bordo sono in buone condizioni 

E’ di un morto e nove feriti lievi il bilancio dello sbarco di 29 immigrati clandestini avvenuto questa mattina a Gagliano del Capo, nel basso Salento. Gli altri 19  stranieri sono in buone condizioni di salute. 

Gli immigrati, che erano su un gommone, sono stati fatti scendere in acqua dagli scafisti, in una zona a ridosso della costa, in una località che si chiama ‘Ciolo’. Hanno dovuto quindi raggiungere la scogliera, nonostante le pessime condizioni del mare e la temperatura rigida. Mentre nuotava un immigrato è stato scagliato contro gli scogli dalle onde ed è morto. Altri nove suoi compagni di viaggio hanno invece subito lievi ferite e sono stati condotti in ambulanza nell’ospedale di Tricase.

 Dello sbarco si sono accorte pattuglie di polizia e carabinieri dopo aver visto per strada, bagnati ed infreddoliti, gli immigrati, 19 dei quali sono stati portati nel centro di prima accoglienza di Otranto.

dicembre 14, 2010

No alla “valutazione Gelmini”. Scuole torinesi bocciano il ministro

Secondo il periodico “La tecnica della scuola” una quindicina di scuole torinesi boccia il progetto sperimentale sulla valutazione dei docenti proposto dal ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini. Al programma dovrebbero partecipare per un triennio, già per l’anno scolastico in corso, 20 scuole delle province di Napoli e Torino scelte tramite sorteggio tra tutte coloro che si candideranno. Ma al periodico specializzato risulta che solo nel capoluogo piemontese una quindicina i collegi di docenti si è già pronunciata polemicamente contro l’iniziativa decidendo di non aderire. Il progetto prevede di premiare il 20% dei docenti con una mensilità in più a fine anno pescando dai risparmi ottenuti dai tagli. 

“Il gran rifiuto – scrive la rivista catanese – arriva da scuole storiche e prestigiose come il liceo classico `Gioberti’, lo scientifico `Gobetti’, il professionale `Steiner’, l’Itis `Peano’ e il tecnico `Sommeiller’. Ma a pronunciarsi per il no alla sperimentazione sono anche numerose scuole del primo ciclo come la scuola media `Bobbio’ e il circolo didattico `Toscanini'”.

dicembre 14, 2010

Berlusconi apre agli uomini di Casini.

Berlusconi dopo aver avuto la fiducia dichiara di voer aprire la porta agli uomini dell”UDC .

Così finalmente potranno uscire.

dicembre 14, 2010

Catia Polidori. Chi cazzo è?

1. La deputata finiana Catia Polidori cambia idea all’ultimo minuto e vota contro la sfiducia. (repubblica.it)
2. In riferimento alle indiscrezioni che attribuiscono perplessita’ a Catia Polidori circa la mozione di sfiducia annunciata da Fli insieme ad Udc ed Api, la stessa Polidori dichiara: “La notizia è del tutto destituita di fondamento. Il gruppo di Futuro e Libertà per l’Italia è coeso e compatto”. (Adnrkonos, ripresa dallo stesso sito dell’onorevole catiapolidori.it /Alessandro Trusiani)

dicembre 14, 2010

Progionieri di un bandito.

Se prima esisteva in Italia una minima speranza di legalità, con il voto di oggi possiamo dire che sia sfumata miseramente nelle polverose e muffe stanze del potere.
Servi e leccapiedi hanno preferito – ma ne dubitavamo ? – soddisfare i loro sporchi interessi privati, piuttosto che pensare a chi li ha votati con superficialità ed incoscienza, prolungando l’agonia di un governo inesistente e di un paese intero, ormai ridotto ad uno straccio.
dicembre 14, 2010

SALUTE: OCCHIO PIGRO, OLTRE LA BENDA ORA C’È ANCHE L’AGOPUNTURA.

Si chiama ambliopia ed è un difetto visivo che riduce la visione. In Cina stanno provando a ridurne i danni con l’agopuntura. Uno studio condotto su 88 bambini tra 7 e 12 anni ha confrontato gli effetti della medicina non convenzionale sull’occhio pigro con il metodo tradizionale più usato, l’occlusione, ovvero l’applicazione di una benda sull’occhio più forte per dare a quello “pigro” l’opportunità di allenarsi. I risultati dell’Università di Hong Kong, discussi su Archives of Ophthalmology, sono stati incoraggianti: quasi mezza linea in più di acutezza visiva dopo 15 settimane di trattamento a base di agopuntura e il 42% dei casi definiti risolti.

Gli agopuntori hanno trattato i bambini con applicazioni su testa, viso, mani e gambe, i punti indicati dall’antica medicina cinese come sensibili alle energie curative. I bambini hanno anche fatto un’ora di esercizi giornalieri: prove per stimolare la visione da vicino con testi scritti o al computer. Stesso percorso per i 45 bambini che indossavano un cerotto sull’occhio sano per due ore al giorno. “Questi risultati suggeriscono che l’effetto del trattamento di agopuntura è equivalente a quella di occlusione per ambliopia anisometropica nei bambini più grandi”, afferma Dennis Lam, autore della ricerca. (ASCA)

dicembre 14, 2010

Derivati dal platino anti-tumorali: futuro brillante.

 

 

Un team di scienziati finanziati dall’UE ha scoperto una terapia contro il cancro potenzialmente efficace che utilizza la luce blu per attivare un farmaco derivato dal platino. Oltre ad essere più potente rispetto alle altre medicine che si basano sul platino, la terapia attivata dalla luce potrebbe permettere ai medici di uccidere le cellule tumorali in modo più mirato. Le scoperte, effettuate da ricercatori nel Regno Unito, sono pubblicate nella rivista Angewandte Chemie.

L’UE ha supportato il lavoro tramite il progetto PHOTORUACD (“Novel photodissociable ruthenium-based anticancer drugs”), una borsa intra-europea Marie Curie da 178.000 EUR erogata dal programma “Persone” del Settimo programma quadro (7° PQ).

Il platino è un metallo prezioso già ampiamente usato nelle terapie contro il cancro, ad esempio nei farmaci cisplatino, carboplatino e oxaliplatino. L’attivazione di un farmaco derivato dal platino con la luce (“fotoattivazione”) permetterebbe ai medici di attivare in modo selettivo il farmaco all’interno dei tumori. Questo ridurrebbe i danni ai tessuti sani circostanti, eviterebbe effetti collaterali e forse amplierebbe l’applicazione di farmaci derivati dal platino alle cellule tumorali che sono diventate farmaco resistenti, oltre che ad altri tipi di cancro.

dicembre 14, 2010

Shell e Northern Petroleum continueranno le trivellazioni nel Canale di Sicilia.

Che il decreto che vieta le trivellazioni off shore entro le 12 miglia nautiche dalle aree marine protette (e cinque miglia dalle coste non protette) del ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, non sarebbe servito quasi a nulla, lo avevamo già previsto. Oggi arriva la conferma.

Northern Petroleum, che da mesi scandaglia il Canale di Sicilia in cerca di petrolio e gas naturale, ha rilasciato un comunicato nel quale afferma chiaramente che le norme volute dalla Prestigiacomo non cambiano di una virgola le attività dell’azienda.

dicembre 14, 2010

Rete offshore per 10 Paesi Ue in Mare Nord

Al via rete offshore per 10 paesi Ue in Mare Nord Al via rete offshore per 10 paesi Ue in Mare Nord

La costruzione di una rete elettrica che collega i parchi eolici offshore del mare del nord con i Paesi che vi si affacciano è ormai una realtà. I ministri di Svezia, Danimarca, Germania, Olanda, Lussemburgo, Francia, Gran Bretagna, Irlanda, Norvegia e Belgio, hanno firmato il 3 novembre a Bruxelles, insieme alla commissione Europea, un accordo per dare il via alla realizzazione dei lavori.

 Ciò comporta l’impegno a superare non solo problemi tecnici, commerciali, ma anche burocratici e amministrativi. Bisogna, infatti, abbattere le costose barriere che esistono tra i Paesi dell’Unione europea per poter importare ed esportare facilmente l’elettricità. L’accordo prevede, inoltre, una necessaria semplificazione delle procedure di autorizzazione e definisce un programma di lavoro con la descrizione precisa delle azioni che andranno intraprese.