La tragedia infinita dei trasporti di materiale radioattivo.

Adesso è notizia fresca e stranamente i media italiani ignorano l’evento, è in atto in queste ore un trasporto, unico fino ad adesso per le dimensioni e la quantità del materiali radioattivo in movimento, verso un’altra miniera di sale nella zona del Gorleben.

Le proteste contro il trasporto di rifiuti nucleari a Gorleben sono iniziate la mattina nel Land Bassa Sassonia Wendland. Si prevede la più grande protesta degli ultimi decenni con la partecipazioni di decine di migliaia di persone e l’impiego di migliaia di poliziotti disponbili nel posto già dalla mattina presto.

Il trasporto dei Castor è sulla buona strada per il confine tedesco-francese di Wendland in Bassa Sassonia.

Con più di 100 trattori, gli attivisti anti-nucleari hanno preso posizione sul luogo prestabilito per protestare ed ostacolare il passaggio delle scorie. Si calcola la presenza di oltre quarantamila persone, da qui la decisione per il dispiegamento di migliaia di poliziotti.

Gli attivisti annunciano battaglia, la temperatura dentro i Castor, (il nucleo che contiene il materiale radioattivo e sui 400 gradi) fuori non sarà a meno quindi.  Si tratta del trasporto più ad alto rischio di sempre, sia per il contenuto che per come può capitolare la protesta.

One Trackback to “La tragedia infinita dei trasporti di materiale radioattivo.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: