Cancun: perfino Al Gore è depresso


Sembra che al riscaldamento globale (global warming) ormai non ci pensa più nessuno.

Passata l’attenzione generale dai tempi della Conferenza di Bali del dicembre 2007, e della finta euforia del freddo vertice di Copenaghen 2009, nonchè al ripensamento pubblico dell’icona ambientalista di primo pelo Al Gore, il quale oggi, nonostante il suo stato depresso per come sta andando il vertice di Cancun, si rammarica della posizione presa a suo tempo sulle agevolazioni fiscali per i carburanti alternativi di prima generazione, come l’etanolo di mais, che però non ha funzionato, in quanto i rapporti di conversione energetica si sono rivelati molto esigui ed hanno causato qualche problema nelle questioni alimentari.

Adesso per lui si apre un’altra prospettiva: un etanolo migliore, una miscela dei suoi investimenti verdi, Abengoa Bioenerym, da cui spera di trarre profitto e ottenere sovvenzioni da parte del governo.

Insomma a Cancun si respira un’aria di scetticismo.

3 Responses to “Cancun: perfino Al Gore è depresso”

  1. “RISCALDAMENTO GLOBALE”.
    SESSANTA MILIARDI DI DOLLARI al “WWF”! Lo leggo dal Telegraph nessuno ne parla?

    Non di meno vedrete che Federparchi ed i parchi rappresentano per LEGAMBIENTE e per i suoi dirigenti la più grande fonte di guadagno (anche P.E.R.S.O.N.A.L.E ) dei prossimi decenni. CENTINAIA DI MILIONI DI EURO ! La parola magica è C.A.R.B.O.N – C.R.E.D.I.T

    Unicredit, ad esempio, che ha creato un Carbon Solutions Team nell’ambito della divisione Markets & Investments Banking. Nel 2007 ha movimentato 50 milioni di tonnellate di CO2, per un valore complessivo di 800 milioni di euro.

    Intesa-Sanpaolo, invece, ha dato vita a Gica, (Green Initiative Carbon Assets,) una società che ha sede a Lugano, in Svizzera. Gli altri soci fondatori di Gica sono Sorgenia (Carlo De Benedetti, editore di Repubblica-l’Espresso), il gruppo siderurgico Lucchini, oggi in mano alla russa Severstal, e Iride, l’ex municipalizzata di Torino e Genova che si occupa di energia.

    Con la CO2 ci si faceva il “SELZ”.. ora ci si fanno i soldi. …schiacciando le nostre imprese!
    Ma andiamo con ordine. E due risate.. Per questi CLIMALTERANTI-SCIENZIATI!

    David Viner, della CRU della famosa University of East Anglia, nel 2000 aveva predetto che la neve sarebbe stata un “evento raro ed eccitante” e che i bambini non avrebbero nemmeno saputo cosa sia la neve.. Il Telegraph gli dedica ora un bel pupazzo di neve.

    Al di là di grossi nomi “SCIENTIFICI” che cercano di dimostrare il riscaldamento globale con le marmotte “ingrassate”
    .. E che lo contrastano! Dipingendo a pennello di bianco le Ande!.., per diminuire l’albedo.
    Sergey Zimov, fisico quantistico vuole portare bisonti canadesi in Siberia.
    Nella stagione invernale gli zoccoli degli animali manterrebbero la neve molto compressa.

    Cosa mangerebbero questi bisonti in inverno, magari si daranno loro buoni pasto?
    MA..tutto e il contrario di tutto
    Secondo altri tre “scienziati” i mammut che si nutrivano di vegetali, producevano, emissioni di metano accelerando il processo di riscaldamento climatico.

    Quindi questi “scienziati” bisognerebbe dialogassero un istante, perché delle due l’una. o le flatulenze non incidono o bisogna mettergli anche un filtro “anti metano”, che vi prego di visionare.

    Le migliori 10 idee di Geoingegneria per salvarci dal riscaldamento globale
    Blocco del Sole con veicoli spaziali: 100 miliardi di dollari l’anno.
    Non mancano le coperte Francia: coperto il ghiacciaio dell’Aiguille Rouge
    Anche Navi «spruzzanuvole» , o schermi da posizionare in orbita.

    Tutte le Conseguenze del Riscaldamento Globale si parte dall’acne, si passa per l’infanticidio degli orsi polari, si arriva a causa delle temperature rigide.

    Ma.

    I dati del NOAA su cui si basano queste ricerche sono a detta di molti non corretti.
    Non di meno si tace sulla compensazione dei ghiacci la cui estensione e quantità è in equilibrio.
    NELL’ARTICO IL GHIACCIO AUMENTA DEL 5%… MA NESSUNO LO DICE.

    Leggo inoltre che :
    L’umidità specifica nella libera atmosfera che su vaste aree del pianeta manifesta una diminuzione che non si concilia con l’idea del feed-back positivo da vapore acqueo, cuore della teoria AGW.

    PERCHE’ non scaldandosi il pianeta.. ovvio che l’evaporazione resti costante.
    Infatti : gli oceani si raffreddano, stop al Global Warming

    2010, il più caldo di sempre ! E vengono smentiti poveracci!
    Ma se fa “FREDDO”? Dichiarano: Il freddo è causato dal riscaldamento. Basta una riga per sconfessarli –(E’ la prevalenza di movimenti d’aria su direttrice meridiana a forzare la temperatura alle alte latitudini, non il contrario )— La gente ride, i soldi si allontanano.

    /————/

    Ma facciamo chiarezza.
    Riguardo il fantomatico riscaldamento globale:
    1″- Gli aumenti delle temperature medie globali sono statisticamente IRRILEVANTI, dal 1995, così come afferma uno dei padri della eco-bufala preso in castagna dal CLIMATEGATE.

    2″- Qualora anche fosse reale, 100 ppm in più (misura contestata) di CO2 non potrebbero essere la causa dell’inesistente riscaldamento e una dimostrazione evidente fra le innumerevoli è che in passato con salti di 7000 ppm (parti per milione) non vi fù alcun incremento della temperatura, qui il grafico.

    Harold Lewis DICHIARA:
    “un’imbroglio ad una scala che non ho mai visto e mi mancano le parole per descriverne l’enormità.”
    Quando la Penn State ha assolto Mike Mann per il suo misfatto e la University of East Anglia ha fatto lo stesso con Phil Jones non possono non essere state consapevoli della penalizzazione finanziaria se avessero fatto diversamente.

    “REALI” notizie a proposito di CO2:
    Professor Don J. Easterbrook, emerito Geologo presso la Western Washington University.
    ..non emerge correlazione alcuna tra la quantità di anidride carbonica in atmosfera e il riscaldamento globale.. Appare invece evidente un collegamento coi cicli solari, le macchie solari e l’attività solare in genere. Le piccole ere glaciali ebbero, un unico fattore scatenante: il minimo solare. ..negli ultimi 500 anni c’è stata una rotazione pressoché regolare tra periodi di caldo e periodi di freddo. Ognuno dei quali è durato mediamente 27 anni…”
    Infatti gli stessi che oggi gridano al caldo 30 anni fa manifestavano per il freddo.

    650 SCIENZIATI CONTESTANO. Fra cui tre nomi a caso:
    Ivar Giaever, Nobel per la Fisica:”Sono scettico.. il riscaldamento globale è una nuova religione.” Kiminori Itoh, membro dell’IPCC :”La diffusione delle paure del Riscaldamento Globale costituisce il più spudorato scandalo della storia… Quando le persone sapranno la verità, si sentiranno turlupinate dalla scienza e dagli scienziati”.
    Stanley B. Goldenberg, del NOAA:”E’ una menzogna colossale quella diffusa dai media che fa apparire una sparuta minoranza gli scienziati che non si sono accodati sull’origine antropogenica del Riscaldamento Globale”

    Prof. Richard Lindzen, Ordinario di Meteorologia presso il Massachusetts Institute of Technology.
    Un suo chiaro articolo “Il riscaldamento globale è la religione dei nostri tempi”

    Basterebbe verificare: I veri dati sul biossido di carbonio ignorati da Al Gore

    Recentemente il Telegraph : La grande truffa del cambiamento climatico

    Simpatico: Le 3 Canaglie del Carbon Tax: Soros, Al Gore, Maurice Strong.

    SOLDI

    In questo successivo art. il “PUNTO” cardine di tutta la eco-giostrina.. i “GAS” serra..
    Il RISCALDAMENTO GLOBALE- COLLEGATO ALLE RINNOVABILI.
    • Nella foresta dei mulini a vento (che senza incentivi non sorgerebbero) ottobre 29, 2010
    In poche parole funziona così: nell’ambito dei trattati internazionali sulla riduzione dei gas serra (a partire da Kyoto), i Paesi sono tenuti a ridurre o mantenere costanti le emissioni. Così, se la società “A” produce elettricità con tecnologie eco, per esempio con l’eolico o l’idroelettrico, ha diritto a “buoni” (regolarmente quotati e negoziabili alla Borsa elettrica) che possono essere ceduti a società energetiche “B” che nei cicli produttivi rilasciano gas serra.. Per le società eoliche non si tratta di un incasso secondario: il «biglietto verde» pesa infatti per i due terzi dei ricavi complessivi.

    “BIGLIETTO” CHE LE AZIENDE PRODUTTIVE PAGANO INUTILMENTE! Trascinandole fuori mercato! Costringendole a delocalizzarsi in paesi con politici diversi da VENDOLA!

    Al nome di Al Gore si associano nomi di aziende dai nomi altisonanti come la Chicago Carbon Exchange (CCX) Una allegra brigata di ambientalisti ed ecologisti ma, soprattutto, finanzieri d’assalto venditori di CO2′, Un nome?: Goldman Sachs, Politica e economia si intrecciano.

    Marginali quindi gli iniziali De Benedetti, LEGAMBIENTE o il “WWF”. Qui i MILIARDI di dollari si contano con tre zeri.

    Chiaro però questo titolo:” IPCC, GLI SPORCHI AFFARI DEL DOTT. PACHAURI”
    ..Questi organismi comprendono le banche, le aziende del petrolio e dell’energia e i fondi di investimento pesantemente coinvolti nel “mercato delle emissioni” e nelle “tecnologie sostenibili” che, messi insieme, costituiscono il mercato più in rapida crescita del mondo, stimato prossimo a valere migliaia di miliardi di dollari all’anno..

    Chiarito il concetto che 1″ non ci stiamo riscaldando e 2″ comunque “NON” potrebbe essere la CO2 vi spiego semplicemente di cosa stiamo realmente parlando.

    SOLO PER IL “WWF” avete già visto i SESSANTA MILIARDI DI DOLLARI, CENTINAIA DI MILIONI DI EURO PER LEGAMBIENTE.

    Ma parliamo di migliaia di miliardi di dollari all’anno. Così come ribadisce Hal Lewis, (University of California, Santa Barbara) dichiarando nelle sue dimissioni:
    Ci sono infatti migliaia di miliardi di dollari coinvolti, per non parlare della fama e gloria (e frequenti viaggi su isole esotiche ) che accompagnano l’essere un membro del club.
    Il Dipartimento di Fisica (di cui sei Presidente) perderebbe milioni l’anno se dovesse scoppiare la bolla del riscaldamento globale. Quando la Penn State [University] ha assolto Mike Mann dall’accusa di illeciti e l’Università di East Anglia ha fatto lo stesso per Phil Jones, non possono essere state all’oscuro della sanzione pecuniaria di una eventuale decisione diversa.

    Ecco quindi come nostri “spiccioli” iniziano ad essere trasferiti nelle tasche dei “SALVATORI”!

    Dall’Ue 4miliardi per rinnovabili e cattura e stoccaggio CO2
    Maxi finanziamento da 4 miliardi di euro per favorire il passaggio alla fase commerciale delle tecnologie di cattura e stoccaggio delle emissioni e potenziare lo sviluppo delle energie rinnovabili nell’Unione europea ..copertura finanziaria necessaria sarà garantita ..attraverso la vendita di 300 milioni di crediti CO2 provenienti dalla riserva dei nuovi entranti nel meccanismo europeo di scambio delle emissioni (Ets) – da Zeroemission del 04.11.2010.

    Mille miliardi di investimenti in Ue per un’energia competitiva, sostenibile e sicura

    E recenti truffe si trascinano per inerzia:
    Australia: una carta di credito per il consumo di CO2

    Basta con gli scambi: ora si studia una carbon tax – Il Sole 24 ORE
    Si rafforza l’idea di una carbon tax, una tassa sulle emissioni di carbonio, al posto del complicato sistema di emissions trading dell’Europa.

    MA.. il diavolo fa le pentole senza i coperchi.
    Cina e India insieme agli USA, certo non si fanno strangolare: RIFIUTANO di ridurre le emissioni di CO2 e le nostre aziende stanno delocalizzando per gli SPAVENTOSI costi energetici! Vi spiego come funziona la mafia dei contratti sulle emissioni di CO2

    Le ultime notizie parlano chiaro:
    Il mercato del Carbon Trading d’oltreoceano sta chiudendo, quello Europeo resta in piedi solo in quanto sostenuto dall’adempimento degli obblighi dei paesi membri della UE al Protocollo di Kyoto. Ad oggi, la tonnellata di anidride carbonica scambiata (o meglio, non scambiata) vale esattamente zero..

    Qui dettagliato con i link riguardo ogni notizia riportata.:
    http://www.wikio.it/article/legambiente-wwf-greenpeace-riscaldamento-globale-rinnovabili-3-232247502

    Cordialmente.

    Piero Iannelli

Trackbacks

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: