Archive for novembre 21st, 2010

novembre 21, 2010

Gorillaz – Buonanotte compagni.

I Gorillaz sono una band inglese creata nel 1998 da Damon Albarn, leader dei Blur e dei The Good, the Bad and the Queen, e Jamie Hewlett, co-creatore del comic book Tank Girl. La band è costituita da quattro personaggi sotto forma di animazioni: 2D, Murdoc, Noodle e Russel. La musica della band è frutto di una collaborazione tra vari artisti, essendo Albarn l’unico contributore permanente. Il loro stile è per lo più alternative rock, ma con molte influenze che includono: britpop, dub, hip-hop e musica pop.[1][2]

Il primo album della band pubblicato nel 2001, l’omonimo Gorillaz con la hit Clint Eastwood, ha venduto oltre un milione di copie ed è valso alla band l’entrata nel Guinness dei primati come band virtuale di maggior successo.[3] Nel 2001 fu anche nominata per il Mercury Prize, ma venne in seguito ritirata su richiesta della band.[4]. Il loro secondo album studio, Demon Days, uscì nel 2005 con inclusi singoli come Feel Good Inc., Dare, Dirty Harry, e Kids with guns/El mañana. Demon Days è stato per 5 volte disco di platino nel Regno Unito[5] doppio platino negli Stati Uniti[6] e ha ricevuto 5 nomine ai Grammy Award nel 2006[7] vincendone una nella categoria “Miglior Collaborazione Vocale Pop”.[8] I Gorillaz hanno anche realizzato due compilation B-sides e un album di remix. Le intere vendite degli album Gorillaz e Demon Days hanno, fino al 2007, superato i 15 milioni di copie.[9] Il gruppo ha pubblicato nel marzo 2010 il suo terzo album intitolato Plastic Beach.

novembre 21, 2010

Benedetti Toscani.

CITA Dante Alighieri («noi non facciamo per viltà il gran rifiuto»), il presidente della regione Enrico Rossi per motivare la disponibilità della Toscana a ricevere una parte dei rifiuti che Napoli e la Campania non riescono a collocare. Una disponibilità, precisa, che non vuole rappresentare un aiuto al governo Berlusconi ma ai cittadini napoletani, in nome della solidarietà.

Mercoledì mattina il ministro Fitto ha convocato a Roma le Regioni, alle quali chiederà di accogliere «una limitata quantità di rifiuti e in un tempo limitato, non oltre un mese». Per ora il governo ha raccolto molti no e la disponibilità solo di Toscana e Molise. Il sistema dello smaltimento dei rifiuti in discarica in Toscana si basa su tre grandi siti: Peccioli, Rosignano Marittima e Terranuova Bracciolini.

Proprio a Rosignano sono arrivate nel 2006 circa 1.500 tonnellate di rifiuti dalla Campania, altre 1.300 sarebbero dovute arrivare nel 2008, durante una delle periodiche emergenze, ma furono destinate altrove. Le prime due discariche non avrebbero grossi problemi a ricevere 1.500 tonnellate a testa. Certo la Toscana, con una raccolta differenziata al 38 per cento (l’obiettivo indicato dalla legge è il 45) e con pochi termovalorizzzatori rischia di trovarsi fra un paio di anni con le discariche piene. Alfredo De Girolamo, presidente di Cispel, apprezza il «senso di responsabilità istituzionale di Rossi» ma sottolinea la necessità di accelerare i tempi, in base a una precisa strategia industriale per realizzare termovalorizzatori di area vasta. E chiede un forte impegno per un distretto del recupero e del riciclo «perchè oggi in Toscana il mercato del riciclo stenta a decollare e manca una forte iniziativa pubblica in questo settore».

novembre 21, 2010

Antonio Iovine arresto sospetto.

Iovine è stato arrestato in una casa della sua città.

Quattordici anni di dure indagini per individuare il citofono.

novembre 21, 2010

Caselli contro la Campania.

Castelli: “I rifiuti campani in Lombardia non li vogliamo”.

E’ più esatto dire: “I rifiuti lombardi mandati in Campania non li rivogliamo”.

novembre 21, 2010

Contro il Giornale.


Il Giornale attacca Roberto Saviano con una raccolta di firme contro di lui. Iniziativa schifosa del giornalismo schifoso di un’Italia schifosa.

Aderisco all’appello di Articolo 21 contro l’ennesimo linciaggio.
Lo trovi qui.

novembre 21, 2010

Una mano da Dio.

Big Bang di Massimo Cavezzali

novembre 21, 2010

Retinoblastoma: arriva nuova cura.

C’e’ una nuova cura per il retinoblastoma, il tumore dell’occhio piu’ diffuso nei bambini. E’ stata messa a punto a Siena con risultati incoraggianti della sperimentazione visto che in due anni, su 38 bambini trattati, circa il 60% e’ guaritio, salvando cosi’ gli occhi dall’enucleazione. L’importante risultato e’ stato realizzato grazie alla collaborazione della dottoressa Doris Hadjistilianou, responsabile del centro retinoblastoma dell’Unita’ operativa di Oftalmologia, e del dottor Carlo Venturi, direttore di Neuroimmagini e Neurointerventistica del policlinico universitario delle Scotte, con il supporto di un team multidisciplinare formato da pediatri, genetisti, patologi, biochimici e neuroradiologi.

novembre 21, 2010

Scoperto ceppo E. coli che aumenta probabilita’ di attacchi cardiaci.

L’infezione provocata dal ceppo piu’ pericoloso di Escherichia Coli raddoppia il rischio di attacco cardiaco. Lo ha scoperto uno studio pubblicato dal British Medical Journal, secondo cui gli effetti cardiaci possono emergere molto tempo dopo la perfetta guarigione. I ricercatori canadesi del Vixtoria Hospital, nell’Ontario, hanno seguito le quasi duemila vittime di un’epidemia di E. Coli del ceppo O157 che si e’ sviluppata a seguito di una contaminazione delle acque nella citta’ di Walkerton.

Lo studio si e’ concentrato sui pazienti che avevano avuto i peggiori sintomi gastrointestinali, trovando che anni dopo questi avevano una probabilita’ tripla di sviluppare problemi ai reni, e doppia di avere un attacco cardiaco. “Le tossine rilasciate dal batterio durante l’infezione sono molto potenti – hanno scritto i ricercatori – e possono aumentare le infiammazioni che colpiscono i vasi sanguigni. Chi viene colpito da questo ceppo del batterio dovrebbe fare dei controlli annuali, anche dopo essere guarito dai sintomi principali dell’infezione”.

novembre 21, 2010

Ambiente:21 novembre giornata albero.

Oltre 550 Comuni e 750 scuole, per un totale che supera le 1.300 adesioni, parteciperanno alla prima Giornata nazionale dell’albero, che si terra’ domenica 21 novembre in tutta Italia. Cosi’, ha commentato il ministro Stefania Prestigiacomo, ”si promuove la cultura dell’ ambiente”.
Ed oltre 11.000 sono gli alberi donati dal ministero e dal Corpo forestale ai Comuni e agli istituti scolastici aderenti.
L’iniziativa, organizzata dal ministero dell’Ambiente in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, il Corpo Forestale dello Stato e altri enti, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, vuole richiamare l’opinione pubblica, e soprattutto le nuove generazioni, sull’importanza degli alberi negli spazi urbani, dei boschi e delle foreste.
”L’entusiasmo con cui e’ stata accolta la Giornata dell’ albero – ha dichiarato Prestigiacomo – e’ il miglior viatico per la riuscita di una manifestazione che vuole coinvolgere tutti gli italiani nella tutela e valorizzazione dell’ambiente. Gli alberi non sono soltanto elementi essenziali dell’arredo urbano ma svolgono un ruolo fondamentale per l’assorbimento di Co2, riduzione dell’inquinamento acustico e la prevenzione del dissesto idrogeologico. E’ necessario, dunque, promuovere e incrementare la cultura del verde con iniziative come questa”.
Gli appuntamenti in programma nelle citta’ italiane e altre informazioni sono disponibili sul sito del ministero, http://www.minambiente.it.

novembre 21, 2010

Berlusconi, Dell’Utri e Cianciminio. Qual’è la verità?

La caccia ai riscontri è apertissima: conti correnti bancari, libretti al portatore, depositi. E persino la ricerca di un ristorante e del personale che vi lavorava in cui si sarebbe svolto tra il ’73 e il ’75 il faccia a faccia tra Vito Ciancimino, allora fresco ex sindaco di Palermo, e l’imprenditore Silvio Berlusconi. La procura antimafia di Palermo ha ricevuto dagli investigatori della Dia i primi esiti dell’indagine nata dalle dichiarazioni di Massimo Ciancimino e della madre Epifania Scardino, la quale ha ricostruito pochi giorni fa due viaggi a Milano fatti col marito per un affare che doveva concludere con Berlusconi. E che, ha raccontato Ciancimino junior, ha dato i suoi frutti economici. Massimo Ciancimino lo ha dichiarato ai pm antimafia di Palermo: il padre Vito, ex sindaco Dc, arrestato nell’84 per i legami con i boss Totò Riina e Bernardo Provenzano, investì nel 1972 un miliardo e mezzo di lire a Milano 2, il centro residenziale costruito alle porte di Segrate dalla società Edilnord del Gruppo Fininvest di Berlusconi. Anni dopo, quando Massimo cominciò a raccogliere i racconti del padre, apprese che quell’operazione c’era stata e che era anche andata a buon fine: Ciancimino senior incassò non solo i soldi versati ma anche i proventi di quell’investimento.