Archive for novembre 15th, 2010

novembre 15, 2010

Anche la lega licenzia……Montezemolo.

La Lega a Montezemolo: “Ci ha fatto vergognare, se ne vada”.

Non ce la facevano più, dovevano per forza dirlo a qualcuno. 

novembre 15, 2010

Disastro Ferrari.

Disastro Ferrari, mondiale alla Red Bull.
Direi che Montezemolo è pronto a guidare il centro-sinistra.

novembre 15, 2010

Kabul è al piano di sopra.

Julius di Bruno Olivieri

Etichette:

novembre 15, 2010

SALUTE: VITAMINA D E SVILUPPO, UNO STUDIO RIAPRE IL DIBATTITO.

Può la mancanza di una vitamina anticipare l’obesità dei più piccoli? A quanto pare sì secondo uno studio dell’Università Nazionale della Colombia. Analizzando i livelli di vitamina D nei bambini, i ricercatori guidati da Eduardo Villamor, hanno stabilito che i più carenti hanno una maggiore propensione ad accumulare grasso corporeo soprattutto intorno alla vita. Il 10% dei bambini esaminati nello studio pubblicato sul JJournal of Clinical Nutrition aveva una carenza di vitamina, il 46% livelli insufficienti. “Che l’apporto di vitamina D possa essere correlato all’obesità precoce è parte di un quadro molto complesso”, spiega Villamor, il cui team ha anche confermato nelle bambine il legame con uno scarso sviluppo fisico.

La discussione sul fabbisogno della vitamina D e la sua supplementazione in età infantile e scolare risulta ancora molto vivace. La vitamina del sole, come viene anche definita la D poiché l’esposizione ai raggi solari è una delle cause principali della sintesi naturale da parte dell’organismo, risulta indispensabile nell’accrescimento corporeo equilibrato. Tra le indicazione preventive, oltre all’obesità, lo studio cita anche le malattie croniche e le infezioni virali in età scolare. Tuttavia risulta ancora irrisolto il problema relativo all’integrazione. I bambini durante lo sviluppo hanno bisogno di 10 mg al giorno, raggiungibili con due o tre periodi da 15 minuti di esposizione all’aria aperta ogni settimana. (ASCA)

novembre 15, 2010

Esposizione a ormoni androgeni e implicazioni con tumori prostata.

 

Gli ormonisessuali maschili, chiamati ‘androgeni’, influenzano la fusione di alcuni geni responsabili dello sviluppo del tumore alla prostata. E’ quanto emerso da uno studio dell’Institute of Cancer della Queen Mary University di Londra pubblicato sulla rivista Cancer Research. L’esposizione agli androgeni puo’ provocare la fusione di geni che normalmente sono distanti tra loro. Gli scienziati britannici hanno individuato due geni specifici che si fondono alimentando la crescita del cancro.

Si tratta dei geniTMPRSS2′ ed ‘ERG’. “Questa e’ una scoperta significativa e un importante passo avanti nella prevenzione futura della malattia”, ha detto Yong-Jie Lu, che ha coordinato lo studio. “Potrebbe anche portare – ha continuato – a nuovi trattamenti. Se impareremo a controllare e a gestire i livelli di androgeni, c’e’ un’importante possibilita’ di essere in grado di aiutare migliaia di uomini, specialmente quelli noti per avere un alto rischio per via di una storia familiare di tumore della prostata, a impedire lo sviluppo del cancro”.

novembre 15, 2010

un’auto di merda.

Bio-bug GENeco

Quello che vedete nella foto e’ un maggiolino tutto matto che gira in Gran Bretagna: si alimenta di gas metano prodotto dagli escrementi umani.
Bio-Bug e’ stato messo a punto dalla azienda britannica GENeco, raggiunge una velocita’ massima di 180 km/h consumando un metro cubo di gas ogni 8,5 km.
La produzione annuale di 70 famiglie puo’ fargli percorrere fino a 16mila km.
Finalmente possiamo dirlo: la merda e’ l’energia rinnovabile del futuro!
(Fonte: autoblog.it)

novembre 15, 2010

Un Cinema a luci….verdi.

Sul tetto del Cinema Sabrina di Bardonecchia (To) verranno installati 100 mq di pannelli solari fotovoltaici.  L’impianto costera’ 60mila euro (ammortizzabili in 10 anni) e si stima produrra’ mediamente 10-12 kwh.
Sara’ il primo cinema a luci verdi.(axquologia)

novembre 15, 2010

I finiani lasciano il governo e inaugurano il terzo polo.

“Dimissioni irrevocabili”, “scelta di responsabilità”. Con queste parole il viceministro Adolfo Urso e il sottosegretario Antonio Buonfiglio hanno confermato l’addio al governo da parte della pattuglia di Fli. Il passaggio, annunciato da tempo, si porta dietro un bel carico da novanta. E cioè l’annuncio dei finiani di proporre un’alleanza con Udc, Api e soprattutto Mpa. In sostanza, a livello nazionale, si sta riproducendo lo scenario siciliano, con l’eredità di un Pdl spaccato in due raccolta da Gianfranco Miccichè e Raffaele Lombardo. Intanto, oggi pomeriggio è previsto l’incontro ad Arcore tra il premier e gli uomini della Lega. E’ l’ennesimo summit per vagliare, programmare e decidere la strategia. Ma quello che si annusa in questa giornata è già un’aria da dopo Berlusconi. Con nuove e concrete prove tecniche di governo. E lo scenario politico nazionale risente anche del risultato delle primarie milanesi che ieri hanno premiato l’avvocato Giuliano Pisapia contro il democratico Stefano Boeri. A questo punto traballa anche la leadership del segretario Pier Luigi Bersani la cui elezione, in eventuali primarie nazionali, non appare più così blindata