Il PDL affonda nei sondaggi.

Se il governo sta male il Pdl è ormai in agonia. La soglia del 30% è ormai solo un ricordo. Sul Corriere della Sera l’Ispo di Renato Mannheimer ha fotografato ieri il partito del premier al 26,5%, in calo. Per la prima volta vicino al Partito Democratico, fermo tra il 24 e il 26% da mesi. E se si dovesse andare alle urne, secondo la ricerca, il Pd potrebbe contare su un elettorato potenziale del 42% contro il 31 del Pdl. Anche Fli potrebbe crescere ancora. Fino al 30%. Per gli azzurri è il calo continua ormai da due anni. Nel 2008 Silvio Berlusconi tornava al governo con il 37,4% alla Camera e il 38,2% al Senato. Solo dopo un anno, alle elezioni europee di giugno, il partito del premier scendeva di circa tre punti al 35,3%, a favore della Lega, che aumentava. Ma l’emoraggia più grave è avvenuta durante lo scontro tra B. e Gianfranco Fini. Cinque punti persi tra il giugno 2009 e l’agosto 2010, dopo l’estate dell’appartamento di Montecarlo e prima della creazione ufficiale di Futuro e Libertà per l’Italia. Per questo adesso le opposizioni si sentono forti e anche l’Udc, fermo al 5,8%, presenterà una mozione di sfiducia come hanno fatto il Pd e l’Idv (6,3% secondo il sondaggio)

One Trackback to “Il PDL affonda nei sondaggi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: