Nucleare: dall’UE nuove norme per le scorie.

La Commissione europea vuole seppellire i rifiuti radioattivi in profondita’ ed impedirne l’export, finora piuttosto diffuso, verso paesi extraeuropei. Bruxelles affronta la delicata questione delle scorie nucleari, prodotte non solo dalle centrali ma anche da alcuni settori della medicina e della ricerca, con una proposta di direttiva che detta norme precise a tutti gli Stati membri e non solo ai quattordici che attualmente hanno centrali sul proprio territorio, a cui dovrebbero aggiungersi Italia e Polonia.Complessivamente, nell’Unione europea ci sono 143 centrali nucleari e i rifiuti radioattivi prodotti sono circa settemila metri cubi ogni anno. Il nucleare consente di produrre circa il 30% del totale dell’elettricita’ consumata e negli anni non dovrebbe aumentare, se – spiega Bruxelles – sara’ rispettata la tabellina di marcia della produzione di energia da fonti rinnovabili. Finora le scorie sono state spesso smaltite in depositi di superficie, considerati troppo vulnerabili, rilevano fonti comunitarie. Da qui la proposta di costruire depositi definitivi, in profondita’, ‘almeno a 300 metri’ dalla superficie, in un luogo che gli Stati devono provare sia geologicamente adeguato. Il prezzo della realizzazione sara’ pagato con il contributo delle industrie del settore, seguendo la regola che ‘chi inquina paga’.

One Trackback to “Nucleare: dall’UE nuove norme per le scorie.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: