Per il nucleare Romani spera nella gara dei pazzi.

Dice Paolo Romani che l’agenzia per la protezione nucleare non c’è ancora, ma che la faranno. Intanto si può partire lo stesso, tanto quella è già stata affidata un ottantacinquenne con altri lavori e incarichi che non darà fastidio.Il neo-ministro sviluppatore dice anche che si aspetta che i comuni nelle aree papabili facciano a gara per averle sul loro territorio, dice che in Francia gli hanno offerto dei soldi e ha funzionato.

 Dimentica di dire che in Francia ha sì funzionato, ma che poi i  gentili ospiti hanno avuto modo di pentirsi e dimentica la considerazione per la quale, anche se si riuscisse a comprare il consenso della popolazione di un comune, rimarrebbe la questioncina degli altri comuni limitrofi nel raggio di decine di chilometri, visto che i possibili danni provocati da una centrale nucleare non tengono conto per niente dei confini comunali.

Visto come riusciamo a smaltire l’immondezza (vedi Terzigno) immaginate quando dovremo smaltire le scorie nucleari!!!!!!

One Trackback to “Per il nucleare Romani spera nella gara dei pazzi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: