Archive for ottobre 13th, 2010

ottobre 13, 2010

Bebel Gilberto – Tanto tempo – Buonanotte compagni.

Bebel Gilberto (nato Isabel Gilberto de Oliveira il 12 maggio 1966 a New York City ) è una popolare cantante  brasiliana spesso associata con la bossa nova . E’ figlia di João Gilberto e la cantante Miúcha .  Suo zio è il cantante e compositore Chico Buarque .  Gilberto si è esibita fin da ragazza a Rio de Janeiro .

All’età di sette anni, Gilberto ha fatto la sua comparsa nel primo album solista di Miúcha sua madre.  All’età di nove anni, Gilberto si è esibita  con la madre e sassofonista jazz Stan Getz a un festival jazz a New York alla Carnegie Hall .  Tornata in Brasile, Gilberto ha  eseguito e registrato la colonna sonora del musical per bambini il Saltimbancos Os, scritta da Sergio Bardotti e Chico Buarque.  Successivamente si è iscritto a un gruppo teatrale sperimentale ed è stato un membro del team di fondatori dello spazio performance Circo Voador (Flying Circus) a Ipanema Beach.  In questo gruppo ha incontrato il cantautore Cazuza , che divenne un caro amico e presto una grande rock star in Brasile durante il 1980.

ottobre 13, 2010

Anti-diabete Avandia ritirato in Italia ed Europa.

L’antidiabetico Avandia (rosiglitazone), prodotto dalla britannica GlaxoSmithKline, sarà ritirato dal mercato italiano ed europeo nei prossimi mesi a causa di un aumento del rischio cardiovascolare. Anche gli Usa ne limitano l’utilizzo per le stesse ragioni. L’ente regolatorio europeo Ema ha deciso che i medicinali a base di rosiglitazone dovranno “smettere di essere disponibile in Europa entro pochi mesi”, annuncia l’agenzia Ue in una nota. Negli Stati Uniti, invece, sono stati previsti nuovi paletti per l’utilizzo del medicinale, sempre a causa degli “elevati rischi di malattie cardiovascolari – si legge nella nota dell’ente regolatorio americano Fda – come infarto e ictus, per i pazienti trattati”. Quanto all’Italia, l’Agenzia italiana del farmaco ha fatto seguito alla decisione europea adottando immediatamente il divieto di vendita dei medicinali Avandia*, Avandamet* e * su tutto il territorio nazionale.
L’Ema ha infatti “completato – si legge nel comunicato dell’Aifa – una revisione dei farmaci contenenti rosiglitazone, su richiesta della Commissione Europea, a seguito di un aumento del rischio cardiovascolare. Il Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell’Ema ha concluso che, al momento, i benefici di rosiglitazone non superano i suoi rischi, e che l’autorizzazione all’immissione in commercio dei medicinali contenenti rosiglitazone deve essere sospesa in tutta l’Unione europea”.

ottobre 13, 2010

Fermate quel terrorista.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Russa: «Metteremo le bombe sui caccia».

Ecco il salto di qualità della destra negli ultimi trent’anni: prima le bombe le metteva sui treni ora sui caccia.

ottobre 13, 2010

Caso Annozero, sit-in in viale Mazzini. Art.21: “Pronti a manifestazione nazionale”

Si è conclusa la manifestazione davanti alla sede Rai di Viale Mazzini. Il sit-in era stato convocato per protestare contro la decisione del direttore generale del Servizio pubblico Mauro Masi di sospendere Michele Santoro per 10 giorni come sanzione disciplinare. “E’ andata molto bene – afferma Beppe Giulietti di Articolo 21 – tenendo conto che l’abbiamo organizzata solo all’una. Abbiamo deciso che faremo una grande raccolta di firme insieme a Valigia Blu per chiedere le dimissioni di Mauro Masi che è l’unica persona superflua in Rai”. Non è tutto. “Qualsiasi sia la scelta di Santoro e della redazione, noi, come rete di associazioni, siamo a disposizione ma se Annozero – continua Giulietti – dovesse saltare anche per una sola settimana, noi come Articolo 21, e invito i sindacati della stampa e tuttii comunicatori a fare una grande manifestazione nazionale”. Ad esempio, se la trasmissione fosse presentata da un’altra conduttrice i sostenitori di Annozero hanno detto che faranno una catena umana vicino alla Rai. Se invece il programma non dovesse proprio andare in onda si dicono pronti a dare una mano per organizzarne una in un luogo pubblico. Come l’anno scorso quando la squadra di Annozero organizzò a Bologna Raiperunanotte“. Gianfranco Mascia del Popolo viola si augura, invece, che “la trasmissione per tamponare l’assenza di Santoro possa andare in onda anche con la conduzione di uno dei suoi collaboratori”, e aggiunge, “al primo buco in palinsesto del programma noi come Popolo viola replicheremo sul web, sui nostra social network, le puntate di Annozero, costantemente, è una staffetta per la libertà d’informazione”.(il fatto quotidiano)

ottobre 13, 2010

Silvio in ospedale.

ottobre 13, 2010

Aglio miracoloso protettore del cuore.

L’aglio ha un potenziale “significativo” per la prevenzione della cardiomiopatia diabetica, una forma di infiammazione che indebolisce il tessuto muscolare cardiaco che è tra le principali cause di morte nelle persone affette da diabete: a sostenerlo è un nuovo studio pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry da un gruppo di ricercatori del Department of Biological Science and Technology della China Medical University.

Wen Wei-Kuo e colleghi hanno rilevato che i soggetti malati di diabete corrono un rischio almeno doppio di morire per malattie cardiache, e per loro le patologie cardiache costituiscono l’80% di tutte le morti diabete-correlate. Studi precedenti avevano già messo in evidenza il potere protettivo dell’aglio nei confronti delle malattie cardiache, ma pochi studi studi riguardavano, in particolare, la cardiomiopatia diabetica.

Gli scienziati hanno nutrito un gruppo di topi affetti da diabete con olio di aglio o di mais, rilevando che nell’aglio sono presenti più di 20 sostanze che possono contribuire all’effetto protettivo per il cuore: “In conclusione – si legge nel rapporto – l’olio d’aglio possiede un potenziale significativo per proteggere il cuore dalla cardiomiopatia indotta dal diabete”. (ASCA)

ottobre 13, 2010

Tumore fegato: molecola in grado di silenziare oncogene.

Un gene responsabile della sopravvivenza di alcune cellule tumorali del fegato alle terapie puo’ essere ‘spento’ con una molecola sintetica. Lo hanno scoperto i ricercatori della Ohio State University con uno studio pubblicato sul Journal of Biological Chemistry. L’oncogene silenziato nello studio si chiama ‘Stat3′, che produce una proteina che protegge le cellule tumorali. La molecola sviluppata dai ricercatori ha ancora il nome provvisorio di ‘Llll12′, e si e’ dimostrata attiva anche contro altri tipi di tumore, da quello del seno a quello del pancreas.

Se riuscissimo a farne un vero e proprio farmaco sarebbe economico da produrre e facile da prendere per i pazienti – hanno spiegato gli autori dello studio sulla molecola, che e’ stata progettata utilizzando supercomputer e metodi computazionali – abbiamo molta fiducia nelle possibilita’ di impiegarla contro il cancro”.

ottobre 13, 2010

Cile: incubo finisce, si torna alla luce

Uno dopo l’altro i 33 minatori stanno raggiungendo la superficie dopo 69 giorni

MINIERA SAN JOSE’ – Otto colpi di sirena hanno salutato i primi otto minatori estratti dalle viscere della terra dopo 69 giorni di permanenza ad oltre 600 metri di profondità. Procede senza intoppi, a parte la sostituzione delle gomme della capsula Fenix, l’operazione San Lorenzo per riportare in superficie tutti e 33 i minatori bloccati nella miniera cilena di San José. Florencio Avalos è stato il primo dei 33 a tornare a vedere la luce undici minuti dopo la mezzanotte locale (le 5:11 ora italiana) dopo un quarto d’ora di viaggio attraverso gli oltre 600 metri del tunnel della salvezza. Il primo a gettarsi tra le sue braccia è stato il figlio di otto anni che lo aspettava tesissimo sul bordo del pozzo, mentre tutto intorno esplodeva la gioia di familiari, tecnici e giornalisti. Poi un’ora dopo è risalito Mario Sepulveda che ha confermato la sua fama di estroverso inscenando un piccolo show a base di grida, salti e battute con la First Lady cilena Cecilia Morel, che ha accompagnato il presidente Sebastian Pinera. Sepulveda ha anche portato un regalo ai soccorritori: delle pietre raccolte sul fondo del pozzo. “Ma non trattateci come artisti, siamo minatori”, ha detto Sepulveda. Poi è stata la volta di Juan Illanes. Dopo di loro sono usciti, nell’ordine, l’unico straniero del gruppo, il boliviano Carlos Mamani, seguito dal più giovane Jimmy Sanchez, 19 anni e già padre di una bambina di quattro mesi.

ottobre 13, 2010

Il Fiume Treste: altro fiume devastato in Abruzzo

Ennesimo fiume devastato in Abruzzo: questa volta a cadere sotto i colpi delle ruspe scese direttamente in alveo è il bellissimo Fiume Treste in provincia di Chieti.

Anche il Wwf, dopo l’associazione PortaNuova di Vasto, interviene a difesa di questo territorio «importantissimo dal punto di vista naturalistico». Infatti il Fiume Treste è stato classificato dalla Regione Abruzzo e dalla Commissione Europea quale Sito di Interesse Comunitario per la flora e per la fauna (Sito SIC Gessi di Lentella). E’ un’area sottoposta a precisi obblighi di tutela derivanti dal decreto 357/97 e dalla stessa direttiva “Habitat” 43/92/CEE.

L’Associazione Porta Nuova di vasto aveva denunciato proprio ieri che il fiume era ridotto ad uno «squallido pantano» e per di più sul luogo dei lavori non era presente alcun cartello informativo.

«E’ incredibile», commenta Augusto De Sanctis, referente acque del Wwf Abruzzo, «vedere le ruspe scorrazzare e sbancare direttamente in alveo un fiume tutelato a livello europeo. Lavori che hanno ridotto il fiume in uno stato pietoso, alterando completamente in quel tratto qualsiasi processo ecologico e interrompendo la connessione ecologica tra aree di valle con le aree di monte. Un punto divenuto completamente inospitale per la fauna protetta a livello comunitario presente nel sito. Si tratta dell’ennesimo assalto ad un fiume della Regione».

ottobre 13, 2010

Vicenza. Nuova “moschea” a Montecchio. Un leghista affitta i locali agli islamici.

Il proprietario dell’immobile dove si riuniscono i musulmani è Mirco Quagiotto, fratello del candidato del Carroccio Nicola

 

Nuovo centro di preghiera islamico a Montecchio. La notizia passerebbe quasi inosservata se ad affittare i locali ai fedeli musulmani non fosse stato Mirco Quaggiotto, fratello del candidato della Lega Nord Nicola, e lui stesso simpatizzante del Carroccio. E così, mentre il partito si batte per arginare il fenomeno dei centri islamici, è proprio un leghista a fornirgli il garage per riunirsi.

Il proprietario dell’immobile, Quaggiotto, non vede alcuna contraddizione fra l’appartenenza politica e il contratto stipulato: «Non è detto che chi segue una linea politica – ha affermato – sposi interamente le tesi del partito. Non sono affatto razzista – aggiunge Quaggiotto – ho affittato il locale a questa società di stranieri che paga regolarmente l’affitto, e in contanti. Eticamente sono molto corretti».