Campagna NO F35: contro la costruzione di 131 cacciabombardieri per 14 miliardi di euro: un prete, un comico ed un medico.

Sul come spendere le nostre poche risorse scarse abbiamo diverse idee ma sul come “non spendere” vi sono delle congiunzioni astrali favorevoli.

Un prete: don Sciortino. Dalle colonne di Famiglia Cristiana va giù piuttosto duro: “al posto delle scuole che “cadono a pezzi” il governo ha deciso di pagare “una megacommessa in 131 cacciabombardieri”. “E’ vero”, osserva l’editoriale, “che c’è una crisi da affrontare ma non con tagli indiscriminati, ignorando la lotta alla corruzione o all’evasione fiscale”. Chiude il settimanale: “Abbiamo barattato il futuro dei nostri ragazzi con il passato nostalgico di qualche dottor Stranamore”

Un comico: Beppe Grillo. A Woodstock 5 Stelle nell’ormai celebre discorso “Siamo vivi” il mattatore afferma, tra l’altro: spendiamo 15 miliardi di euro per 131 caccia bombardieri dagli Stati Uniti, finanziamo la più grande industria bellica del mondo e chiudiamo le scuole. All’happening è intervenuto anche Jeremy Rifkin ove ha descritto l’Italia come un grande giacimento di energie: l’Arabia Saudita delle energie rinnovabili, dall’eolico al geotermico, al solare. E’ arrivata l’ora di sfruttarlo questo giacimento.

Un medico: Umberto Veronesi (indipendente Pd): il senatore chiede con forza a tutti i cittadini di sostenere la campagna affinché il Governo rinunci all’acquisto di 131 cacciabombardieri F35. La cifra è enorme. Per un confronto, “pensate che l’intera manovra Finanziaria 2011/12, in due anni, impegna 24,9 miliardi di euro. Una cifra che potrebbe essere utilizzata, a suo dire, per scopi ben più nobili, quali la ricerca scientifica, lo sviluppo delle rinnovabili o la ricostruzione dell’Aquila”.

Ed il politico? Ecco i nomi di chi si è già dichiarato contro quest’assurdità.

Ignazio Marino: “il governo ha appena speso 29 miliardi di euro per 300 macchine da guerra, tra cui 131 F35, caccia bombardieri, e 100 elicotteri NH90. “Assurdo per un Paese che ripudia la guerra e che ha bisogno di fondi per il lavoro. Al sud il 30% dei giovani non studia e non lavora.”

2 Responses to “Campagna NO F35: contro la costruzione di 131 cacciabombardieri per 14 miliardi di euro: un prete, un comico ed un medico.”

  1. Caro Beppe, l’America è in crisi e bisogna aiutarla, acquistando da loro qualsiasi cosa, anche strumenti di morte.
    Come dici? Anche da noi c’è la crisi?
    Allora chi sono quelle merde italiane che acquistano strumenti che servono solo per uccidere?

Trackbacks

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: