Valter Lavitola, io l’ho conosciuto.

All’incirca 25 anni fa. Congresso dei giovani socialisti a Ravenna. Tra mille ragazzi con kefiah e sciarpa rossa notiamo un ventunenne rampante in giacca, cravatta e grande sfoggio di anelli e bracciali d’oro.

Arriva accompagnato da alfetta con autista e tenta la ‘scalata’ ai vertici della giovanile con un disgustoso intervento sulla ‘povertà del mezzogiorno’. Il suo nome:Valter Lavitola.

Checchè se ne dica la giovanile di allora era una cosa serie e, grazie soprattutto a Michele Svidercoschi ( con il mio modesto contributo, contrario Donato Robilotta) Lavitola fu cacciato da ogni organo dirigente. Poi, a quanto pare, ha incontrato Berlusconi.(dal sito di Fabio Filiberti)

La domanda è perchè tanta gente ama definisrsi socialista e poi invece è un pezzo di merda?C’è Brunetta, Sacconi, Stefania Craxi e tantri altri.

Perchè non ci lasciate in pace e ci lascaite vivere la nostra crisi?

3 Responses to “Valter Lavitola, io l’ho conosciuto.”

  1. Caro Filiberti non ho avuto modo di conoscerti ma il succo del tuo pensiero su La Vitola è anche il mio. Aggiungo: rovinare il bel nome dell’Avanti! che fu la mia prima palestra giornalista fra il 1976 e il 1980 quando ero impegnato prima come vicesegretario nazionale della Fgsi e poi come presidente del comitato centrale della Fgsi (fino al 1982) mi sembra un tradimento a una comunità di giornalisti con i fiocchi: ricordo per tutti Marco Sassano, Walter Tobagi, Giorgio Lauzi e i grandi direttori come Gaetano Arfè, Paolo Vittorelli, Ugo Intini. Un giornale che ha cambiato il nome con un trucco grafico ed è diretto dal classico pataccaro non si neppure bene pagato da chi e per come. Anzi sappiamo bene pagato da chi e per come. Io nelle ultime elezioni ho votato Pd, del resto vivo nella regione dove è più forte, ma posso confermarti che fino a che i socialisti non faranno il loro mestiere di “riformisti di sinistra” lo spazio politico che i socialisti hanno ancora in parecchi Paesi europei in Italia non lo ritroveremo mai. Soprattutto noi che fummo giovani socialisti dell’altro ieri e di ieri non possiamo dimenticarlo.
    Pietro Caruso

  2. C’ero anch’io a quel congresso. Non mi piacque. La dirigenza della FGS (MGS da allora in poi) era una settucola.

Trackbacks

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: