Il ritorno dei Balilla.

L’iniziativa si chiama “Allenati per la vita” e le materie che gli studenti affronteranno partono dal diritto costituzionale per finire con “cultura militare”, “armi e tiro”, “sopravvivenza in ambienti ostili”. In mezzo “difesa nucleare, batteriologica e chimica”, “superamento ostacoli”, “topografia ed orientamento”. Il corso – la cui partecipazione è volontaria – finirà con un gara pratica tra “pattuglie di studenti”. Quella che parte con l’anno scolastico 2010-2011 è la quarta edizione del progetto organizzato dall’ufficio scolastico lombardo insieme al comando regionale dell’esercito, ma per la prima volta c’è l’investitura ufficiale dei ministri Mariastella Gelmini e Ignazio La Russa.

Gli istruttori, più o meno un centinaio, sono tutti volontari dell’Unuci (unione nazionale ufficiali in congedo). L’anno scorso parteciparono quasi 900 ragazzi, quest’anno l’obiettivo “è superare i mille”, dicono gli organizzatori. Visite al poligono di tiro, lezioni di teoria ma anche “uscite in ambiente alpino e un pernottamento in ambienti ostili”.

Ufficialmente l’obiettivo del progetto è quello di “contrastare il bullismo grazie al lavoro di squadra“. Ma tra i professori che hanno ricevuto la circolare è già polemica. Il connubio tra educazione scolastica e educazione militare non è piaciuto a tutti e il settimanale Famiglia Cristiana ha raccolto gli sfoghi dei docenti: “E’ giusto trasformare la scuola pubblica in un collegio militare?“. A ruota le proteste dell’Unione degli Studenti che denuncia “l’introduzione di attività militaristiche e bellicose all’interno dei programmi di offerta formativa delle scuole“, mentre i Comunisti Italiani parlano di “progetti apertamente diseducativi“.(Repubblica.it)

2 Responses to “Il ritorno dei Balilla.”

  1. Caro Beppe, la russa, noto fascistone, si comporta come la lega, berlusconi & company.
    Finché nessuno li ferma, vanno avanti nei loro piani prestabiliti per distruggere l’Italia.
    L’errore è stato fatto quando c’è stata la votazione. Chi ha votato per berlusconi, o era drogato dalle sue TV, oppure era cosciente di votare per un dinosauro.
    Ora, io trovo strano che ci si lamenti che abbiamo un dinosauro che ci uccide giorno per giorno. Quindi, o resistiamo fino a che finisce il suo mandato, o cerchiamo di fare a lui quello che lui fa con noi… In fondo a me sembrerebbe legittima difesa…
    Certo che, guardando bene, sono solo parole.
    Comunque, rimaniamo con la speranza che chi arriverà vivo alle prossime elezioni abbia ben capito che votare per esseri umani… è meglio.
    Antonio.

Trackbacks

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: