Archive for settembre 23rd, 2010

settembre 23, 2010

Buonanotte Adriano.

settembre 23, 2010

Otis Redding – I can’t turn you loose. Buonanotte compagni.

Per una sera facciamo riposare Neil Young e parliamo di Otis Redding. nato in Georgia visse soli ventisei anni. Morì in un incidente aereo, ma prima ebbe il tempo di diventare un mito. I can’t turn you loose è la canzone dei Blues Brothers, quelli in missione per conto di Dio e con questa canzone aprivano i loro concerti.

settembre 23, 2010

Treviso. Scioperano due giorni: al rientro trovano nuove dipendenti al loro posto.

Dopo due giornate di sciopero per la mancata retribuzione di alcuni mesi di lavoro, al loro rientro le lavoratrici delle nove sedi di Mazzorato Moda di Veneto e Friuli Venezia Giulia, rete rilevata la scorsa primavera da Commerciale Friuli Srl di San Giorgio di Nogaro, si sono viste sostituite da altre dipendenti.

La denuncia è di Mirco Ceotto, della Fisascat Cisl di Treviso, che ha annunciato il ricorso alla magistratura per chiedere l’immediato rientro al lavoro delle impiegate e il risarcimento dei danni. Le addette, dipendenti di nove filiali con sedi a Bibione (Venezia), Conegliano (Treviso), Fontanafredda (Pordenone), Mogliano Veneto (Treviso), Padova, Vigonza (Padova), Sacile (Pordenone), San Stino di Livenza (Venezia) e Trieste, al termine delle due giornate di sciopero del 18 e 19 settembre, al loro rientro avrebbero trovato delle sostitute e sarebbero state poste in ferie forzate. «Da luglio – spiega Ceotto – chiediamo di incontrare i vertici aziendali, ma non abbiamo mai ricevuto alcuna risposta. Alla terza richiesta di incontro, la scorsa settimana, abbiamo dichiarato lo stato di agitazione e l’azione di sciopero, ma l’azienda ha nuovamente taciuto e dunque abbiamo proclamato lo sciopero».(informazione libera)

settembre 23, 2010

Love is in the air: cercasi coppia gay per nozze…a bordo dell’aereo.

Ci sono modi davvero stravaganti di celebrare le proprie nozze: Las Vegas uniti da Elvis Presley, matrimoni immersi nella vasca degli squali al parco acquatico oppure su di un aeroplano in volo.

Il 6  Dicembre 2010 sarà la SAS Scandinavian Airlines ad organizzare il primo matrimonio gay della storia celebrato in volo!

4996110834 a3024903d8 Love is in the air: cercasi coppia gay per nozze...a bordo dellAirbus A340

Quale sarà la coppia che verrà unita in matrimonio ancora non si sa, lo decideranno gli utenti che possono votare la loro coppia preferita (esclusivamente same-sex) sul sito della SAS nella sezione Love.
Nella stessa sezione si trova anche il form di iscrizione.

Iniziativa curiosa e “social“, già “social”, perchè le coppie concorrenti dopo essersi candidate e aver caricato video, testimonianze e foto sul loro profilo potranno anche condividerlo con tutti i loro contatti Facebook, Twitter e You Tube in modo da farsi pubblicità e, soprattutto, farsi votare.

La coppia fortunata vincerà un pacchetto che comprende l’organizzazione della cerimonia sull’Airbus A340 sulla tratta Stoccolma -New York ed un viaggio di nozze da sogno negli Stati Uniti.
Nella luna di miele saranno inclusi volo A/R in Business Class (ovviamente la Scandinavian Airlines) da Stoccolma per New York, 3 notti presso uno dei più lussuosi alberghi di New York, il W Hotel, pacchetto VIP Broadway e ancora volo per Los Angeles con 3 notti al favoloso Andaz Hotel West Hollywood. Insomma una luna di miele delle più eccentriche in perfetto stile hollywoodiano!

4996110702 85bb42b9c9 m Love is in the air: cercasi coppia gay per nozze...a bordo dellAirbus A340Per questa occasione, Scandinavian Airlines allestirà all’Aeroporto di Stoccolma una wedding lounge, mentre sull’Airbus A340 una delle cabine di Business Class sarà tramutata in un’esclusiva wedding cabin. Interamente gay sarà anche l’equipaggio in servizio su questo volo.

Che dire? Se erano alla ricerca di un primato lo avranno! E non solo perchè celebreranno su una delle loro macchine il primo matrimonio gay in volo, ma direi anche per la trovata bizzara che hanno messo in atto.

settembre 23, 2010

….e la disoccupazione cresce.

 Disoccupazione a livelli record nel secondo trimestre dell’anno, nonostante la ripresa dell’economia. Ad aprile-giugno – comunica l’Istat – il tasso di disoccupazione è salito all’8,5%, con un aumento di 0,1 decimi di punto rispetto al primo trimestre e di 1 punto nel confronto con il secondo trimestre dell’anno scorso. L’8,5% è il dato più elevato dal terzo trimestre del 2003. L’incremento tendenziale della disoccupazione si concentra nel Nord tra gli ex-occupati; nel Centro e nel Mezzogiorno tra gli altri gruppi dei disoccupati. Alla crescita della disoccupazione si accompagna un moderato aumento degli inattivi rispetto al secondo trimestre 2009 (+92.000 mila unità), sintesi di una lieve riduzione delle non forze di lavoro italiane e di un ulteriore incremento di quelle straniere. La caduta tendenziale dell’occupazione riflette il sensibile calo della componente maschile (-1,2%, pari a -172.000 unità) e la contenuta flessione di quella femminile (-0,2%, pari a -23.000 unità).

I DISOCCUPATI – In forte aumento i disoccupati nel secondo trimestre dell’anno: raggiungono il livello massimo da quasi dieci anni. Ad aprile-giugno – comunica l’Istat – il numero delle persone in cerca di lavoro raggiunge quota 2,136 milioni, con un aumento dell’1,1% rispetto al primo trimestre (+24mila persone) e del 13,8% su base annua. Era dal secondo trimestre del 2001 che non si raggiungeva un livello così alto di disoccupati. Prosegue la forte riduzione degli occupati italiani (-257.000 uomini, pari al -2%; -108.000 donne, pari al -1,3%) a fronte di un nuovo significativo incremento degli stranieri (+85.000 uomini e +86.000 donne). A livello territoriale, alla riduzione del Nord (-0,9%, pari a -114.000 unità) e del Mezzogiorno (-1,4%, pari a -88.000) si accompagna la sostanziale stabilità del Centro. Con riferimento alla crescita tendenziale dell’occupazione in Valle D’Aosta, nella provincia autonoma di Bolzano, in Friuli V. Giulia, nelle Marche e nel Lazio, si segnala che gli intervalli di confidenza, al 95% di probabilità, si sovrappongono dando luogo a variazioni statisticamente non significative. Il tasso di occupazione degli uomini tra i 15 e i 64 anni scende, nel secondo trimestre 2010, al 68% (-1,1 punti percentuali su base annua), quello delle donne al 46,5 per cento (-0,3 punti percentuali). Dal primo trimestre del 2009, e nonostante la crescita del numero di occupati, il tasso di occupazione degli stranieri continua a ridursi, posizionandosi al 63,6% (65,2% nel secondo trimestre 2009). Per gli stranieri, l’indicatore si attesta al 76,1% tra gli uomini (78,4% nel secondo trimestre 2009) e al 52,1% tra le donne (52,7% nel secondo trimestre 2009).(corriere.it)
settembre 23, 2010

Il ritorno dei Balilla.

L’iniziativa si chiama “Allenati per la vita” e le materie che gli studenti affronteranno partono dal diritto costituzionale per finire con “cultura militare”, “armi e tiro”, “sopravvivenza in ambienti ostili”. In mezzo “difesa nucleare, batteriologica e chimica”, “superamento ostacoli”, “topografia ed orientamento”. Il corso – la cui partecipazione è volontaria – finirà con un gara pratica tra “pattuglie di studenti”. Quella che parte con l’anno scolastico 2010-2011 è la quarta edizione del progetto organizzato dall’ufficio scolastico lombardo insieme al comando regionale dell’esercito, ma per la prima volta c’è l’investitura ufficiale dei ministri Mariastella Gelmini e Ignazio La Russa.

Gli istruttori, più o meno un centinaio, sono tutti volontari dell’Unuci (unione nazionale ufficiali in congedo). L’anno scorso parteciparono quasi 900 ragazzi, quest’anno l’obiettivo “è superare i mille”, dicono gli organizzatori. Visite al poligono di tiro, lezioni di teoria ma anche “uscite in ambiente alpino e un pernottamento in ambienti ostili”.

Ufficialmente l’obiettivo del progetto è quello di “contrastare il bullismo grazie al lavoro di squadra“. Ma tra i professori che hanno ricevuto la circolare è già polemica. Il connubio tra educazione scolastica e educazione militare non è piaciuto a tutti e il settimanale Famiglia Cristiana ha raccolto gli sfoghi dei docenti: “E’ giusto trasformare la scuola pubblica in un collegio militare?“. A ruota le proteste dell’Unione degli Studenti che denuncia “l’introduzione di attività militaristiche e bellicose all’interno dei programmi di offerta formativa delle scuole“, mentre i Comunisti Italiani parlano di “progetti apertamente diseducativi“.(Repubblica.it)

settembre 23, 2010

Un anno.

“Quaderni Socialisti” compie un anno. Centosettantamila contatti circa. Tanta bella musica, politica sempre meno rassicurante, ecologia, salute molto seguita: questo il bilancio di un anno faticoso per l’impegno, ma di soddisfazione. Tanti commenti e un amico fedele: Antonio.

Continuerò così anche se a volte mi prende lo scoramento. Ma poi penso che bisogna resistere.

Appuntamento fra un anno.

settembre 23, 2010

Vittorio Feltri verso la radiazione.

Linciaggi sui giornali. Lettere anonime spacciate per documenti giudiziari come quella che è costata il posto all’ex direttore di Avvenire e una sospensione di sei mesi a Vittorio Feltri. Ma non è finita. Ci sono anche servizi che ledono la privacy, diffusi al pubblico come scoop giornalistici. E’ il “metodo Boffo” che si fa sistema. Per screditare gli avversari politici e non solo. E’ l’ultimo assalto alla democrazia da parte di Berlusconi e della sua stampa armata che alza sempre più il tiro. E dopo il caso del giudice Raimondo Mesiano per il quale il giornalista Claudio Brachino è stato sospeso due mesi e l’ex direttore del giornale dei vescovi, oggi mira al presidente della Camera Gianfranco Fini. L’ultimo colpo menato dagli aziendalissimi cronisti di Libero e de Il Giornale è un documento che dimostrerebbe come Giancarlo Tulliani sia il reale proprietario dell’appartamento di Montecarlo. La notizia rimbalza dal governo di Saint Lucia in Italia attraverso due giornali online di Santo Domingo. Proprio nel giorno in cui alla Camera si discute sull’utilizzo delle intercettazioni per il caso dell’ex sottosegretario Nicola Cosentino, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. E subito volano gli stracci. Con i finiani che ieri gridavano a una porcata organizzata da settori dei servizi segreti  e che oggi ribadiscono il concetto con un editoriale del direttore del Secolo d’Italia, Flavia Perina. I berluscones, però, non si fermano. Vanno avanti e rilanciano. Con lo stesso Feltri che nell’editoriale di ieri scriveva: “Fini non ha detto la verità, ecco la prova”. Mentre Maurizio Belpietro dalle colonne di Libero arriva a pubblicare la foto del presidente della Camera nudo e coperto solo da una metaforica foglia di fico.

settembre 23, 2010

Nichi Vendola sull’Italia.

Vendola: “Il centrosinistra è in uno stato comatoso”.

e L’Italia?

settembre 23, 2010

D’Alema elogia Bersani.

D’Alema: “Bersani sta venendo fuori lentamente ma con concretezza”. Proprio come uno stronzo.