Archive for settembre 10th, 2010

settembre 10, 2010

Ultimatum del reverendo Jones: “Niente moschea a Ground Zero o brucio il Corano”

Lancia un ultimatum il pastore della Florida Terry Jones, quello del burning day del Corano (poi abolito). Il reverendo ha detto di volere nel giro di due ore una risposta sullo spostamento della Moschea di Ground Zero, o ritornerà sui suoi passi.

Jones è disposto a mettere di nuovo tutto il mondo in allerta: o si fa come dice lui o brucerà il Libro sacro dell’islam in occasione dell’anniversario dell’11 settembre.

L’Imam di New York, Faisal Abdul Rauf, ha ribadito ancora una volta di non avere in agenda nessun incontro con il pastore.

Barack Obama, nella sua conferenza stampa alla Casa Bianca, alla vigilia della strage alle Torri Gemelle, ha sottolineato come gli Usa ”non sono mai stati in guerra con l’Islam, ma con i terroristi di Al Qaida”. Poi senza mai dire il nome di Jones ha affermato: ”La mia speranza è che quest’individuo ci preghi sopra e torni sui suoi passi”.(informazione libera)

Il reverendo Jones piacerebbe molto alla lega.

settembre 10, 2010

Donald Fagen e Steely Dan – Buonanotte compagni.

Un duo di musicisti newyorkesi che cotruirono una band molto sofisticata ed elegante partendo dal soft rock arrivarono ad un rock molto vicino al jazz. Do it again del 1972 è certamente il pezzo più famoso del gruppo. Molto amricano, molto on the road, ha due assoli particolarissimi: uno con un sitar elettronico ed un altro con un organo alla Doors. Una canzone definita immortale.

settembre 10, 2010

L’11 settembre 1973 moriva la democrazia in Cile.

L’11 settembre  1973, le forze armate cilene guidate dal Generale Augusto Pinochet misero in atto il golpe cileno del 1973 contro Salvator Allende. Durante l’assedio e la successiva presa del Palacio de La Moneda, Allende decise allora di uccidersi piuttosto che arrendersi a Pinochet.

  « Viva il Cile! Viva il popolo! Viva i lavoratori! Queste sono le mie ultime parole e ho la certezza che il mio sacrificio non sarà vano. Ho la certezza che, per lo meno, ci sarà una lezione morale che castigherà la vigliaccheria, la codardia e il tradimento»
settembre 10, 2010

I funerali di Angelo Vassallo.

Le Parole del Vescovo di Vallo della Lucania pronunciate al funerale di Angelo Vassallo, sono un monito per tutti noi per non dimenticare.«Tenete gli occhi bene aperti su tutto quello che vi circonda e soprattutto non fatevi venire la voglia dei grandi affari, soprattutto di somme di denaro di indubbia provenienza». È l’appello rivolto dal vescovo di Vallo della Lucania, monsignor Rocco Favale, alla folla di fedeli che ha salutato, per l’ultima volta, il sindaco-pescatore di Pollica, Angelo Vassallo. «Oggi Angelo sembra dirci proprio questo, ancora una volta – ha aggiunto il presule che ha officiato il rito funebre nel porto di Acciaroli – Non lasciatevi prendere dalla prospettiva degli affari d’oro. Il denaro non è tutto nella vita. Tenetevi stretti con coraggio e con fatica quello che i vostri antenati vi hanno lasciato e che voi avete acquistato. Restate voi i veri padroni del Cilento – ha sottolineato tra gli applausi – vi chiedo di saper proteggere i vostri figli e i vostri nipoti insegnando loro ad amare questo territorio. Voi dovete essere i custodi e le sentinelle del Cilento. Abbiate il coraggio di accontentarvi del poco, il troppo acquistato velocemente vi fa perdere la bellezza del vivere. L’illecito guadagno – ha concluso il vescovo – ci rende miopi e ci abbrutisce l’animo. Questi sicari sono la dimostrazione pratica dell’abbrutimento della loro dignità umana».

settembre 10, 2010

Google alla velocità della luce

L’azienda di Mountain View presenta la funzione “Instant”: la pagina dei risultati si compone mentre l’utente sta ancora digitando la sua richiesta. “Si risparmiano tra i 2 e i 5 secondi per ogni interrogazione, ogni giorno guadagnate globalmente 350 ore”

Google alla velocità della luce I risultati già mentre si scrive

Google anticipa i navigatori: i risultati delle ricerche appaiono già durante la digitazione delle parole chiave. Non è più necessario premere il pulsante “cerca” o schiacciare sulla tastiera “invio”. È sufficiente iniziare a scrivere: Google Instant, questo il nome del progetto appena varato, completa la frase in modo automatico e mostra in tempo reale i risultati trovati su internet all’interno della pagina nel motore di ricerca.

Non risultati ma “predizioni”. Ecco la grande novità presentata da Google con il suo “Google Instant” che permette di vedere risultati della propria ricerca mentre si digitano le parole nella “query” di Google, prima ancora di premere il tasto “invio”. La nuova feature del motore di ricerca di Mountain View, permette a chi digita una ricerca di vedere nello spazio della query una serie di ipotesi fatte dal motore stesso, su cosa stiamo cercando, consentendo di trovare i risultati ancor prima di aver finito di digitare la parola. Questo dovrebbe portare a un discreto risparmio di tempo nelle ricerche, che a Google stimano dai due ai cinque secondi. Nella prima fase “Instant” sarà disponibile per chi è già registrato ai servizi di Google come Gmail, in Germania, Francia, Spagna, Italia e Regno Unito, mentre negli Usa sarà a disposizione di tutti. Ma avrà una compatibilità limitata alle ultime versioni di Chrome, Explorer, Safari e Firefox.(repubblica.it)

settembre 10, 2010

Il Rap nero italiano.

In questo video che sta girando in rete fankam feat smooth kidd – oh sì

è possibile vedere cosa si muove nella scena rap italiana – torinese in questo caso – nella quale trovano spazio e voce anche artisti di orgine straniera che collaborabo con rapper italiani 100%. In questo lavoro – realizzato dal collettivo Killout http://www.inventati.org/killout/ – è interessante ascoltare il testo: rabbia tanta rabbia, ma non soltanto “di origine straniera” se e’vero che i giovani rapper ci dicono: non leggo giornali per non essere più stronzo…votare non ha senso se il 70% dà il consenso al governo…. Insomma, parole che parlano a una genarazione. Senza immigrati, solo italiani di prima e seconda generazione. Incazzati, per usare un gergo rap, allo stesso identico modo.(il manifesto)

settembre 10, 2010

L’assemblea delle scuole milanesi pone dieci domande alla Gelmini.

Ecco le 10 domande che l’Assemblea delle scuole milanesi rivolge al ministro dell’Istruzione:

1. Lei sa che i tagli alle elementari hanno cancellato qualsiasi possibilità di realizzare il vero tempo pieno, fatto di tempi distesi e di compresenze, di lavoro in piccoli gruppi, di progetti, di uscite e laboratori per favorire l’apprendimento di tutti?

2. Cosa risponde ai genitori costretti a pagare un contributo “volontario” di 130/200 € in scuole che vantano, nei confronti del suo Ministero, crediti di 130/200.000 €?

3. I paesi Ocse spendono in media il 5,7% del prodotto interno lordo per il sistema scolastico e l’Italia il 4,5%, come lo spiega?

4. Sa che le 10.000 assunzioni a tempo indeterminato di questo anno coprono una percentuale insignificante dei posti che ogni anno servono alla scuola?

5. Come mai non c’è un insegnante di sostegno ogni due alunni con disabilità come prevede la legge, tanto che spesso questi alunni sono seguiti solo 4/6 ore a settimana?

6. Lei è al corrente del fatto che nelle scuola medie la sua manovra ha avuto l’effetto di cancellare laboratori di Arte, Musica, Tecnologia, Educazione fisica…?

7. Ritiene sia giusto rispettare la legislazione sulla sicurezza? Sa che le classi con un minimo di 27 alunni e un massimo di 35 per classe, imposte dalla sua manovra, sono proibite da norme vigenti che impongono un massimo di 25 alunni?

8. Aver cancellato le sperimentazioni nei Licei, ispirandosi alla riforma del 1923, risponde ad una esigenza di rinnovamento? Aver tolto ai Licei Artistici l’11% del tempo scuola e ai Linguistici il 17% equivale ad un “potenziamento dell’offerta formativa”?

9. Come giustifica l’aver ridotto drasticamente l’orario degli Istituti Professionali e Tecnici, tagliando su quelle materie che ha affermato di voler potenziare? Sa che le attività di laboratorio diminuiscono del 20/40%? Vuole che le forniamo le tabelle di confronto?

10. Quali motivazioni didattiche l’hanno spinta a eliminare ore di lezione, negli Istituti Tecnici e Professionali, anche nelle classi successive alle prime? Ritiene giusto che chi si è iscritto ad un percorso prima della “riforma”, scopra che è stato cambiato a metà strada?

Assemblea delle scuole del milanese

settembre 10, 2010

Capezzone e la bisessualità.

Capezzone portavoce del Pdl cerca di tenere nascosta la propria bisessualità. L’unica cosa della quale non dovrebbe vergognarsi.

settembre 10, 2010

Capezzone bisessuale.

In un’intervista Capezzone ha ammesso di essere bisessuale. Gli piacciono sia gli uomini che Berlusconi.

settembre 10, 2010

Berlusconi e il processo breve.

Berlusconi non chiederà ai parlamentari la fiducia sul processo breve.

Da quando su un tema così importante decide il Parlamento?