Cara camorra pensaci tu!

Gli addetti alla raccolta differenziata del consorzio Napoli-Caseta in una lettera indirizzata provocatoriamente ai clan protestano contro i tagli di organico e i mancati pagamenti

“Mafiosamente vostri per sempre. I lavoratori dei Consorzi di Bacino della Regione Campania”. Non è uno scherzo. È firmata proprio così la “lettera aperta alla camorra”, con cui gli addetti alla raccolta differenziata dei consorzi di Napoli e Caserta chiedono aiuto ai clan. I lavoratori ieri hanno sfilato nel capoluogo campano tra piazza Bovio, via Partenope e piazza del Plebiscito per protestare contro il mancato pagamento degli ultimi stipendi e contro gli annunciati tagli di organico, chiedendo senza successo un incontro col presidente della Provincia Luigi Cesaro (Pdl). Nel corso della protesta i dipendenti dei consorzi hanno distribuito una lettera con la quale si rivolgono direttamente alla camorra, chiedendo un intervento per sbloccare i pagamenti e per migliorare le loro condizioni di lavoro. Un documento un po’ sgrammaticato e dal chiaro intento provocatorio, che risuona però sinistro alle orecchie del questore di Napoli Santi Giuffrè, che ha detto: “C’è tanta tensione in giro, ma sono convinto che cose di questo tipo non dovrebbero essere dette”.(il fatto quotidiano)

One Trackback to “Cara camorra pensaci tu!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: