Archive for luglio 27th, 2010

luglio 27, 2010

Buonanotte compagni.

Un rap fatto da bianchi e pure di buona famiglia è una vera eccezione. Eppure Licensed to ill è stato l’album hip pop più venduto degli anni ottanta.Questo è il destino di John King e Mike Simpson. Poi i Duste Brothers e i Bestie Boys si incontrano e nasce Paul’s Boutique. Un prefetto esempio di di tecnica e approccio post- moderno. Ne esce un bel rap fresco, molto colorato e che non schiaccia mai le basi su cui si poggia.

fratelli non dimenticate che sono in missione per conto di Dio.

luglio 27, 2010

Difendere la legalità.

Ha detto Fini”La difesa della legalità deve essere una bandiera dell’azione politica del Pdl. In questo senso occorre distinguere la giusta tutela del garantismo, perché si è innocenti fino al terzo grado, dall’opportunità, in certi casi, di continuare a mantenere incarichi politici quando si è indagati.”Vorrei ricordare a Fini che lo Psiconano è indagato per il processo Mills, nel processo Mediatrade per appropriazione indebita e frode fiscale oltre che per minacce e concussione nell’ambito dell’inchiesta di Trani.

Non è abbastanza per chiedere le dimissioni anche di Berlusconi?

luglio 27, 2010

Tutti a Ravello.

Venerdi 30 luglio Toquino sarà a Ravello. Per chi ama la musica brasiliana seria è un appuntamento da non perdere.

luglio 27, 2010

Levelland.


Questa mattina mentre pensavo a quei poveri disgraziati morti a Duisburg, sono entrato in libreria per comprare un libro sul rock progressivo italiano. Non ho trovato niente. Mi toccherà andare a Milano alle Messaggerie Musicali. Ho invece trovato un bellissimo libro  di Fabio Cerbone per la Pacini Editore dal titolo “Levelland”. Parla di rock, un rock che non conosciamo perchè è rock di periferia, quello che non è mai arrivato in classifica, ma di cui è permeata la vita dei giovani gruppi americani. Rock di strada, di highwais, di motels, di provincia e periferia. Esplorerò questo libro insieme agli amici di “Quaderni socialisti” che avranno la pazienza di seguirmi, come Antonio, per esempio, ormai icona dei quaderni. Sono sicuro che scovando in quella grande miniera che è You Tube scopriremo insieme dei grandi tesori. In Ogni caso sarà una bella avventura.

luglio 27, 2010

Avanza l’ipotesi del terzo polo.

Il terzo polo di centro con Fini, l’Api, l’Udc cresce di consensi e diventa sempre più concreta l’ipotesi di elezioni anticipate.

Era Dicembre dello scorso anno quando sulla scia dei malumori manifestati dalla corrente finiana cercavamo di fare i conti in tasca al “terzo Polo” figlio della spaccatura interna al PDL.
A dicembre si ipotizzava questo:

DESTRA – PDL+LEGA- = 41%

CENTRO – P.FINI+UDC+API- = 17,5

 SINISTRA – PD+IDV- = 33,5

 La faida interna al PDL ha vissuto una tregua dovuta principalmente all’effetto Elezioni Regioni.
Oggi la situazione torna a presentarsi come a Dicembre con i toni della contesa che vanno sempre più acuendosi.
E’ IPR Marketing che per Repubblica si cimenta per prima nel prendere le misure al ” terzo polo”:

Rifondazione Comunista + PDCI = 1
PD, IDV, Sinistra Ecologia e Libertà, Verdi, Socialisti, Bonino/Pannella = 36
Partito della Nazione, Generazione Italia, Api, Mpa, Montezemolo = 22
PDL, Lega, La Destra, Udeur, Noi Sud = 41%

 

luglio 27, 2010

provare per credere.

www.palmiro.it

luglio 27, 2010

Troppe correnti fanno ammalare.

Lo psiconano non sopporta le idee diverse dalle sue, ma un motivo ci sarà se non sopporta le correnti …

luglio 27, 2010

Allo studio un enzima che ripara danni da sole al DNA.

Un enzima che possiedono molti animali ma di cui l’uomo e’ sprovvisto potrebbe essere la chiave per rimedi molto piu’ efficaci alle scottature solari e per la prevenzione dei tumori della pelle. Lo afferma uno studio pubblicato da ‘Nature’, in cui per la prima volta e’ stata descritta l’azione di questa molecola. L’enzima protagonista della ricerca e’ la fotoliasi: i fisici dell’Ohio State university sono riusciti a ‘vederlo’ in azione su una porzione di DNA su cui era stato simulato un danno simile a quello prodotto dal sole. Quando l’enzima ‘trova’ il danno inietta nel DNA un singolo elettrone e un singolo protone, in un tempo pari a pochi miliardesimi di secondo, che iniziano una cascata di eventi che ripara il danno.Sembra semplice, ma le due particelle iniziano una serie molto complessa di reazioni chimiche – ha spiegato Dongping Zhong, che ha coordinato la ricerca – tutto succede velocemente, e il timing dev’essere perfetto”. I raggi Uv causano delle modifiche del DNA, in cui si rompono dei legami che si riformano in posizioni sbagliate. La fotoliasi riesce a invertire il processo, rompendo a sua volta il legame sbagliato e facendo si’ che tutto torni alla normalita’. Secondo Zhong, ora che si conosce il meccanismo sara’ possibile progettare creme solari che riescano a imitarlo, prevenendo cosi’ i danni piu’ gravi dall’esposizione al sole come i tumori della pelle.

luglio 27, 2010

Tumori al colon scoperta la molecola che diffonde la metastasi da ricercatori italiani.

Si chiama semaforina E3 ed è una molecola che regola la produzione di metastasi nel melanoma e nel tumore al colon retto. La scoperta è in uno studio di un team dell’Istituto per la ricerca e la cura del cancro di Candiolo, in provincia di Torino. “La semaforina agisce proprio come una chiave, una volta inserita nella serratura apre la porta alle metastasi. Bloccandola si può evitare che il cancro si diffonda nell’organismo”, spiega il professor Luca Tamagnone, autore della ricerca pubblicata sul Journal of Clinical Investigation.

La scoperta di questa famiglia di molecole rappresenta un passo in avanti nella cura della malattia. Le semaforine, infatti, regolano il movimento delle cellule, anche quelle ‘anomale’, e sono molto abbondanti nei tumori invasivi che formano metastasi. E la E3, in particolare, ha dimostrato di essere un ottimo indicatore.

Il trial clinico è ancora lontano. Per adesso l’esperimento è stato condotto in laboratorio su cavie. “Abbiamo osservato – spiega Tamagnone – che negli animali con melanoma e tumore del colon retto la semaforina, se presente in grandi quantità, agiva proprio come un segnale di via alla formazione delle metastasi. Bloccandola con un’altra semaforina modificata, anch’essa ricreata in laboratorio, il tumore smette di diffondersi e di contagiare altri organi”. Va detto però che questo ‘bloccante’, così come è, ha molti difetti: non può funzionare nell’uomo, è molto difficile da produrre e non è stabile. (repubblica.it)

luglio 27, 2010

Arriva l’I pad indiano.

 Sull’utilità di questo fantastico prodotto di Apple ormai nessuno ha più dubbi. Il prezzo, però, ancora spaventa qualcuno: centinaia di dollari sono veramente tanti per qualunque gadget elettronico, anche per il più figo…

Soluzione: l’iPad a 35 dollari. Esiste ed è pure fotovoltaico, nel senso che ha la ricarica solare (ma è opzionale) e lo faranno a breve in India: è stato progettato dai ricercatori dell’Indian Institute of Technology e dall’Indian Institute of Science per dare un pc agli studenti meno abbienti e colmare il digital divide. Ovviamente non sarà Apple ma un tarocco.

Fa piacere, però, che gli ingegneri indiani nel “prendere spunto” dal prodotto di Apple abbiano anche avuto un occhio di riguardo per l’ambiente pensando alla ricarica solare. Opzione tutt’altro che inutile in un posto come l’India dove, nei villaggi, avere l’energia elettrica è tutt’altro che scontato.(ecoblog)