Archive for luglio 20th, 2010

luglio 20, 2010

Soldato Nencini.

Chissà  se Riccardo conosce questa canzone. e se la conosce chissa che ne pensa.

Ad Antonio sicuro piace.

luglio 20, 2010

Questa Antonio forse non la conosce.

Questa bella canzone di de Gregori è dedicata  a un grande della biciciletta. Quegli eroi che oggi non vanno di moda, ma che hanno illuminato ed eccitato la nostra fantasia di ragazzi. per gli amanti della storia va ricordato che Girardengo fu protagonista anche di una storia connessa con la sua presunta amicizia con un noto bandito italiano del tempo: Sante Pollastri, novese, che era anche un grande tifoso del campione. Ricercato dalla polizia, Pollastri era sempre riuscito a farla franca ed era infine espatriato rifugiandosi a Parigi, dove incontrò Girardengo in occasione di una sei giorni. Il colloquio tra Pollastri e Girardengo fu anche oggetto di una testimonianza che il Campionissimo rilasciò al processo al bandito dopo la sua cattura ed estradizione. storie d’altri tempi.

Antò! Anche se la conosci goditela amico mio. Bartali, Coppi. va bene. ma Giradengo era un grande.

luglio 20, 2010

buonanotte compagni.

I Sonic Youth ad un certo punto della loro storia si rendono conto che è arrivato il momento di fare le cose in grande. Passano alla Emi e producono un album che diventa un altro punto di svolta della storia del rock. Provano a parlare dell’America e ad esprimere il loro parere sullo stato delle cose. Il rock va al potere con queste quattordici tracce di Daydream Nation una complessa suite, che viene definito “un sogno ad occhi aperti.” Le chitarre la fanno da padrone come fonte di rumore atonale, nè ritmico nè solista.Una grande prova, un grande esperimento non ancora superato.

luglio 20, 2010

Il leone del Mugello.

Il Leone del Mugello. Così era chiamato Gastone Nencini, zio di Riccardo  segretario del nostro partito,il PSI. Il nome era dovuto all’indomito coraggio e la determinazione in corsa. Cosa di cui difetta assolutamente il nipotino.

Gastone nella sua folgorante carrierra  ha vinto il  Giro d’Italia nel 1957 ed ha perso quello del  1955  per una foratura. Nencini ha  vinto il Tourde France nel 1960 senza riportare vittorie di tappa ma mettendo in mostra le sue qualità di discesista.  Al Tour si è aggiudicato inoltre 3 tappe, la maglia a pois e ha vestito per 12 giorni la maglia gialla.

Ha vinto 24 corse su strada ed ha vestito sei volte la maglia azzurra della Nazionale Italiana. Importante il suo ruolo nella squadra azzurra che portò Ercole Baldini alla maglia iridata nel 1958 a Reims.

Caro Riccardo ma dove vai senza bicicletta?

luglio 20, 2010

cala la popolarità di Berlusconi…. echi se ne frega!

Secondo il sondaggio Ipr Marketing per Repubblica.it, sono solo il 39% coloro che dichiarano di avere fiducia nel presidente del Consiglio. Una cifra che rappresenta il punto più basso mai raggiunto dal Cavaliere dall’inizio della legislatura. Per contro il 55% dichiarano di non avere fiducia, una cifra che conferma il dato fatto registrare da marzo a oggi.Il dato preoccupante però e che gli italiani hanni fiducia del ministro del Welfare Maurizio Sacconi e quello dell’Interno Roberto Maroni. Con il primo che conferma il primato (64%) e con il secondo che guadagna 3 punti rispetto a giugno arrivando a un 62% che lo piazza al secondo posto. e qwuesta non è una buona notizia. fin quando la sinistra non riuscirà in maniera unitaria ad elaborare  una proposta politica che ridia entusiasmo alla gente i dati sulla popolarità in calo di Berlusconi non avranno senso.In meno di tre anni abbiamo bruciato Rosa nel Pugno, Costituente Socialista, Sinistra Arcobaleno, Sinistra e Libertà e Sinistra Ecologia Libertà. Le Fabbriche di Niky non sono ancora entrate in piena produzione. e allora senza  un centrosinistra rinnovato o una nuova sinistra, la destra continuerà a vincere e vedere Maroni o Tremonti o chiunque altro alla presidenza del consiglio non servirà a modificare la deriva autoritaria e la crisi economica in atto.

luglio 20, 2010

20 luglio 2001 per non dimenticare.

 “le lesioni cranio-encefaliche riscontrate hanno determinato la morte del soggetto nel lasso di tempo di alcuni minuti. »Così il medico legale eseguendo l’autopsia sul corpo di Carlo Giuliani descrive le cause della  morte di Carlo Giuliani.

Carlo Giuliani morto il 20 luglio 2001, praticamene dimenticato, eroe per caso, ucciso  da un carabiniere che era a bordo di una automezzo. Il militare  dopo aver estratto e puntato la pistola verso i manifestanti intimandogli di andarsene, spara due colpi. Un colpo raggiunge allo zigomo sinistro Carlo Giuliani che morirà nei minuti successivi. Il fuoristrada, passa sul corpo del ragazzo due volte (una prima in retromarcia, la seconda a marcia avanti). Sono le 17:27 del 20 luglio 2001. Una vergogna tutta italiana!

“Quaderni socialisti” non dimentica.

luglio 20, 2010

Vertenza IrisBus: quando funziona la concertazione.

E’ stato raggiunto l’accordo tra vertici aziendali e Organizzazioni Sindacali in merito alla vertenza IrisBus. Nel primo pomeriggio Fiom, Fim, Uilm, Ugl-Metalmeccanici e Fismic hanno sottoscritto con le Rsu ed i dirigenti l’accordo quadro che prevede il mantenimento del livello occupazionale presso lo stabilimento di Valle Ufita ovvero 700 posti di lavoro salvati e tutelati.
“Un passo importante è stato compiuto – commenta Giovanni Cicchella, segretario provinciale dell’Ugl-Metalmeccanici – perchè non solo siamo riusciti ad ottenere il livello occupazionale ma anche perchè dei 230 esuberi di cui l’azienda ci aveva annunciato, oggi siamo riusciti a ridurre la messa in mobilità tant’è che abbiamo deciso di concerto con l’azienda che dal primo ottobre 2010 al 31 dicembre 2011 andranno in mobilità 135 lavoratori in quanto prossimi alla pensione e quindi ci sarà un accompagnamento al prepensionamento.

Come dire: quando funziona la concertazione fra sindacati e impresa si possono risolvere i problemi di entrambe le parti senza danneggiare nessuno.Questa lezione porta a concludere che gli accordi senza politici fra i piedi funzionano.

luglio 20, 2010

gelato al granturco.

www.palmiro.it

luglio 20, 2010

Vaccini per il morbillo inaspettatamente efficaci contro tumore prostata.

Alcuni vaccini per il morbillo sono efficaci anche contro il tumore della prostata in fase avanzata. La scoperta si deve a uno studio scientifico condotto da un’equipe della Mayo Clinic, negli Stati Uniti, e pubblicato sulle rivista specializzata ‘The Prostate’. Gli scienziati statunitensi hanno osservato in laboratorio come alcuni di questi vaccini anti-morbillo possano aggredire le cellule tumorali della prostata, moltiplicarsi in esse con il meccanismo riproduttivo virale e quindi ucciderle.

luglio 20, 2010

Cellule tumorali: studio indica altra strada per combatterle.

I ricercatori della Washington State University (WSU) hanno indicato una nuova via per indurre le cellule tumorali ad invecchiare e morire. “In pratica – spiega sulle pagine di ‘Embo Journal’ Weihang Chai, della scuola di bioscienze molecolare della WSU – segnare il passaggio delle cellule tumorali da immortali a mortali”, un’ipotesi a cui stanno lavorando anche altriteam di riceractori nel mondo.Se le normali cellule perdono un po del loro DNA ogni volta che si riproducono, questo non avviene per quelle cancerogene. I telomeri, ovvero le ‘code’ di cui e’ dotato il DNA delle nostre cellule, si accorciano progressivamente, finche’ diventano troppo corti facendo in modo che le cellule smettano di replicarsi. Ma quelle tumorali sono dotate di un meccanismo che preserva i filamenti di DNA dall’accorciamento, rendendole pressoche’ immortali a causa di proteine che salvaguardano la lunghezza dei telomeri e il sistema di replicazione.
Chai e i suoi colleghi hanno trovato una proteina che controlla questo meccanismo, e che dunque regola la vita eterna delle cellule killer. Ostacolando questo processo, secondo gli studiosi, alle cellule tumorali spetterebbe lo stesso destino di quelle normali, dunque il progressivo invecchiamento e la morte. Una strategia che i ricercatori statunitensi sperano ora di mettere a punto.(liquidarea)