Archive for luglio 18th, 2010

luglio 18, 2010

Buonanotte compagni.

Leonard Coen, che modesto non è, ha cantato in Tower of song: “Sono nato così, non ho mai avuto scelta, sono nato con il dono di una voce d’oro”. beato lui! Noi che la musica l’ascoltiamo soltanto, non possiamo che condividere o meno. I’m Your man è l’album dell’88 autoironico, sprezzante, ripropone in questo album tutto il senso delle sue esperienze di cantante, poeta e musicista, ma soprattutto di uomo. Per portaqre a termine quest’album ha impiegato tre anni, consumando taccuini d’appunti  e riscrivendo più volte le canzoni. E’ senza dubbio un grande della musica e non solo, basta ripercorrere le tappe della sua vita quando è andato a vivere a Ydra per esempio, o quando è diventato seguace del Buddismo col nome di “Silenzioso”

« Vorrei dire tutto ciò che c’è da dire in una sola parola. Odio quanto possa succedere tra l’inizio e la fine di una frase »

luglio 18, 2010

L’ Uomo che sarà Papa.

Per la festa del Redentore il cardinal Scola ha parlato di  sesso e amore, e sulla pedofilia ha chiesto aiuto fuori dalla Chiesa. Io lo ricordo cme Rettore dell’Università Lateranense, sempre attento e disponibile.

Nell’intervista ad Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera meritano di essere rilette queste frasi piene di emozione e sildarietà umana.”  Fondamentale per la riforma della Chiesa è ritrovare testimoni credibili del bell’amore, che Cristo, con una schiera innumerevole di santi nella stragrande maggioranza anonimi, ha introdotto nella storia. Penso a tante generazioni vissute nella logica del bell’amore. Penso ai miei genitori, agli occhi con cui mio papà a novant’anni guardava mia mamma pure novantenne, moribonda, stremata da un cancro violento al rene. Penso alle coppie di anziani che quasi ogni domenica, alla fine della messa, vengono a dirmi: “Questa settimana sono cinquanta”, oppure “questa settimana sono sessant’anni di matrimonio”. Quale amore avrebbe custodito l’io meglio di questo legame indissolubile? Oggettivamente non c’è paragone tra la densità di un’esperienza così definitiva e il susseguirsi indefinito di una sequenza di relazioni precarie. Alla fine, sia la necessità di amare definitivamente, sia la fragilità sessuale sono segnate dal terrore della morte».”

luglio 18, 2010

Voglia di sinistra.

Nella Baia San Giorgio di Bari è avvenuta, tra ieri e oggi, una piccola rivoluzione. Millecinquecento persone giunte in Puglia da tutte le regioni d’Italia si sono confrontate, hanno discusso, in partecipati seminari, su temi complessi, sui tanti ambiti della vita. I tanti volti che qui ho incontrato sono stati protagonisti e continueranno ad esserlo di un’impresa collettiva, quella del tentativo, oggi più che mai necessario, di costruire risposte a una forte e diffusa domanda di buona politica. Quella buona politica che conosce la realtà, che socializza i codici di conoscenza del mondo, che per le giovani generazioni significa domanda di futuro. 
Domattina pronuncerò il discorso della Luce in contrapposizione al discorso del Buio, con cui ho aperto gli Stati generali delle fabbriche di Nichi, evento che non si è ancora concluso ma su cui già posso dire molto. ‘Eyjafjallajokull – Eruzioni di buona politica’ da speranza, profuma di vita.(fonte sito ufficiale di sinistra ecologia e libertà)Come socialista mi sento vicino a questo tentativo nobile di Nichi Vendoal di dare vita ad una sinistra diversa e pur non rinnegando le mie scelte politiche di una vita mi riservo di non seguire la linea ufficiale del partito sulla castrante scelta di dialogare con Casini e la sua banda di amici della destra. Prima o poi i socialisti e i comunisti capiranno che marciare insieme verso un nuovo modo di far politica  può essere l’unica alternativa seria per uscire da questo pantano in cui ci hanno spinto il PD ed il PDL. Serve una nuova costituente della sinistra in cuiognuno rinunciando ad una parte del proprio orgoglio di appartenenza si proietti verso un nuovo soggetto che faccia da conetitore di tutte le istanze, senza eredità da dividere, senza posizioni precostituite.

luglio 18, 2010

Lega e mafia insieme appassionatamente.

Quando dicevo in qualche incontro politico che l’Italia settentrionale aveva il problema della Lega, come noi del Sud avevamo il problema della criminalità organizzata non avrei mai immaginato che i due problemi si sarebbero fusi. Lega Nord e mafia insieme, dunque uniti nel malaffare. Infatti dalle indagini avviate dalla magistratura  emerge che il  consigliere regionale Angelo Ciocca, classe ’75, in politica dal 1996,  leghista da sempre. , raccontano dei suoi rapporti diretti con l’avvocato Pino Neri, massone dichiarato e soprattutto boss di primissimo piano finito in carcere nel maxi blitz del 13 luglio. I due, nella primavera del 2009, sono stati filmati dai carabinieri mentre si incontravano per discutere di pacchetti di voti da dirottare su un candidato gradito alle cosche.
La Lega nord e la mafia, dunque. Una novità assoluta che imbarazza il Carroccio tanto da spingere la Padania a polemizzare  con La Stampa rea di aver scritto che la ‘ndrangheta ha conquistato anche i Comuni governati della Lega.

I rapporti tra il consigliere e il padrino della ‘ndrangheta iniziano così nel giugno 2009, quando “Neri – annotano i magistrati – ha assoluta necessità di far eleggere alle consultazioni elettorali di Pavia un proprio uomo, Rocco Del Prete, e a tal fine si rivolge a Ciocca”. E che Del Prete sia persona vicina alla cosca non vi è dubbio. Sarà lui, infatti, a incontrare il deputato azzurro Giancarlo Abelli per proporgli il piano politico della mafia. “Rocco Del Prete – si legge nella richiesta d’arresto – è stato candidato nella lista Rinnovare Pavia facente capo a Ettore Filippi Filippi“. E ancora: “Del Prete era candidato nella piena disponibilità di Pino Neri”

Secondo i magistrati  Ciocca ha fatto pressione sui vertici locali del Carroccio per favorire la candidatura di Del Prete.
Il tutto in cambio di favori e di un appartamento venduto a prezzo di realizzo.  Il  ministro dell’Interno, Bobo Maroni,  ha detto: “Non guarderemo in faccia a nessuno”. Speriamo!

luglio 18, 2010

Camminare sulle acque.

Big Bang di Massimo Cavezzali

luglio 18, 2010

8 consigli anti-afa.

Insonnia, malumore, stanchezza sono i risultati di questo caldo che sta attanagliando tutta l’Italia.Per non perdere lucidità e ridurre i rischi di incidenti sul lavoro gli esperti consigliano di fare scorta di acqua “fresca ma non gelata”, spiega Alessandro Zanasi, dell’Osservatorio Sanpellegrino e Docente presso l’Università di Bologna. Errore comune, da non commettere, saltare la pausa pranzo, occasione per reintegrare i liquidi perduti. Ecco 8 consigli anti-afa: o 1. Avere sempre con sé dell’acqua, fresca non gelata o 2. Ascoltare il segnale di sete o 3. Bere comunque di frequente piccole quantità di acqua nell’arco di tutta la giornata (es. 6 -8 bicchieri, da 250ml) o 4. Non saltare la pausa pranzo poiché, soprattutto durante i turni di lavoro più lunghi, può aiutare a reintegrare i liquidi e può essere importante nella sostituzione di sodio e di altri elettroliti o 5. Non c’è alcuna controindicazione a bere quando si è sudati, a condizione che non si beva acqua fredda. In questo caso sono da preferire acque ad elevato residuo fisso o 6. Indossare quando possibile abiti leggeri per favorire l’evaporazione del sudore e il raffreddamento che ne consegue o 7. Migliorare l’accesso ai servizi igienici: spesso le donne riferiscono di non bere volontariamente quando i servizi igienici non sono accessibili o 8. L’educazione è una componente essenziale per aiutare i lavoratori a mantenere lo stato di idratazione durante e dopo il lavoro in particolare in estate e negli ambienti caldi.

luglio 18, 2010

Energia solare; Puglia al top, per impianti supera la Cina.

energia solare:Puglia al top, supera anche la Cina  

Spetta alla Puglia il primato della maggior produzione di elettricità da solare, seguita da Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte. Ed è sempre la Puglia la regione che lo scorso anno ha maggiormente incrementato la produzione da impianti fotovoltaici, con 72 gigawattora in più pari ad oltre un terzo dell’intera crescita (37,3%),seguita dalla Lombardia e dal Piemonte. Non solo: nel confronto internazionale la piccola Puglia batte addirittura il gigante Cina per potenza di impianti solari installati, 161 mw contro i 160 cinesi. E’ quanto emerge da un’indagine dell’ufficio studi della Confartigianato. Ma è l’Italia stessa ad occupare una posizione di primissimo piano sul fronte dei pannelli solari. Sulla base dei dati 2009 dell’European PhotoVoltaic Industry Association (Epia), l’Italia é infatti il secondo mercato al mondo nel fotovoltaico con il 9,9% della potenza installata nell’anno, dietro alla Germania che da sola rappresenta il 51,6% del mercato mondiale. Inserendo nel ranking mondiale il Mezzogiorno e il Centro Nord, emerge che le due aree del nostro Paese ricoprono entrambe una posizione di rilievo nel mercato mondiale collocandosi, rispettivamente,  al quarto e al sesto posto della classifica: i422 Mw del Centro Nord sono pari al 5,7% del mercato mondiale; i 289 Mw installati nel Mezzogiorno, sono pari al 3,9% del mercato mondiale pari alla potenza installata in Francia, Spagna ePortogallo messi insieme. Così, sempre nel confronto internazionale, si osserva che nel 2009 la Puglia ha registrato una potenza installata di impianti fotovoltaici (161 Mw) pari a quella di tutta la Cina (160 Mw).(Ansa)

luglio 18, 2010

Poste indiane rinnovabili.

Risciò a energia solareIl ministro delle Poste e Telecomunicazioni Sachin Pilot ha annunciato che presto i postini indiani consegneranno la corrispondenza a bordo di riscio’ elettrici a energia solare (al posto delle biciclette, considerate lente e pericolose).
Le prime dieci motocarrozze sono gia’ entrate in servizio ad Ajmer.
(Fonte: Ansa)

luglio 18, 2010

Cesare.

Chi sarà il quarto a dimettersi? Verdini o Bertolaso?

ma, soprattutto, chi sarà Bruto?