Buonanotte compagni.

Il 3 gennaiom dell’82, nella camera da letto di casa sua a Colts Neck, New Jersey, Bruce Springsteen collega il suo registratore a cassette a quattro piste Teac, che gli ha procurato un suo tecnico del suono a un mixerino echoplex che ha in casa. Così registra quanto ha scritto negli ultimi mesi. Affidando una copia del nastro al suo produttore dichiara che è quello che ha in mente in quel momento. Quel nastro in sala d’incisione non riesce a trasmettere la stessa forza e si decide di farlo uscire così com’è. Nebraska racconta storie di dolore e morte, di solitudine. anche se Bruce non se ne rende conto questo è il momento migliore della sua produzione. Queste musiche lo consacreranno come il custode dell’ortodossia del rock.

One Trackback to “Buonanotte compagni.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: