Archive for giugno 25th, 2010

giugno 25, 2010

Buonanotte angelo.

Dovunque sia è stata una benedizione per la musica.

giugno 25, 2010

Buonanotte compagni.

Joe Jakson si trasferisce da Londra a New York per scoprire lo swing, il rhythm and blues, scopre così Cab Calloway e Louis Jordan. nasce così Night And day che dovrebbe illustrare il giorno e la notte della civiltà.

Jackson ebbe grande successo con l’album del 1982 Night and Day, che rese tributo al genio e allo stile di Cole Porter (e indirettamente a New York). Night and Day fu l’unico disco di Jackson ad arrivare nei primi 10, classificandosi al 4° posto.

Quindi incise l’album Body and Soul, in classifica al n°20, pesantemente influenzato dal pop, dal jazz e dalla salsa. Il disco ebbe modesto successo commerciale; è oltremodo apprezzato tra gli audiofili per una registrazione digitale di altissima qualità.

Jackson proseguì pubblicando Big World, un disco doppio con tre lati incisi (il quarto non è inciso ma è utile per la taratura del giradischi), registrato interamente dal vivo di fronte ad un pubblico cortesemente pregato di non applaudire. Il brano strumentale “Will Power” pose le basi per i lavori successivi; egli, prima di abbandonare il pop, pubblicò due dischi più cerebrali e celebrativi, Blaze of Glory e Laugther & Lust. Per alcuni anni si discostò dallo stile pop, lavorando per la Sony Classical con cui nel 1999 pubblicò il disco Symphony No. 1, per il quale ricevette un Grammy Award.

giugno 25, 2010

e vai col tango!

giugno 25, 2010

Perché in Belgio sì?

Può l’Italia prendere lezioni dal Belgio sulla lotta alla pedofilia? Sì, dovrebbe, eccome. Mentre da noi, infatti, si fa una norma, contenuta nel famigerato ddl intercettazioni, per meglio tutelare i preti, là vanno un po’ più controcorrente.

Molto brevemente, a Bruxelles è in corso un’indagine piuttosto delicata che ha a che fare con pedofilia e chiesa cattolica. Nell’ambito di questa inchiesta, la procura di Bruxelles, allo scopo di acquisire documenti utili all’indagine, senza tanti complimenti ha deciso di fare una bella perquisizione nel quartier generale della chiesa cattolica belga. La polizia si è presentata nell’arcidiocesi di Malines-Bruxelles, è entrata, ha fatto la sua bella perquisizione, poi si è presentata nell’abitazione privata del cardinale Godfried Danneels, ex primate del Belgio, e gli ha pure sequestrato il pc.

Il Vaticano si è subito dichiarato indignato – sapete com’è, qui da noi, e non solo da noi, i preti pedofili vengono in genere trattati con ben altri riguardi – per i modi e i metodi con cui la Polizia belga ha fatto le indagini. Ecco le parole dette dal capo di governo uscente del Belgio e dal ministro della giustizia:

“chi ha commesso abusi deve essere perseguito e condannato secondo la legge belga”. Secondo Leterme, le investigazioni “sono la prova che in Belgio esistono poteri separati tra Stato e Chiesa“. Dello stesso avviso anche il ministro della giustizia dimissionario, Stefaan De Clarck (il Belgio non ha un nuovo governo dopo le elezioni del 13 giugno scorso) che in un’intervista, si è detto sorpreso delle perquisizioni, ma ha precisato che la magistratura è indipendente e che spetta a quest’ultima decidere.

Il capo di governo del Belgio ha detto che lo stato è una cosa e la chiesa un’altra, ed è perfettamente legittimo che la magistratura vada a mettere il naso in casa di quest’ultima, se lo ritiene necessario.

(andrea sacchini)

giugno 25, 2010

Passera favorevole alla tassa sulle transazioni finanaziarie.

L’AD di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, si dice favorevole a sorpresa alla proposta di una tassa sulle transazioni finanziarie, che sia però di piccola entità ed omogenea.

“Si parla di una tassazione sulle transazioni finanziarie: c’è stata una grande reazione negativa ma, secondo me, è una cosa di cui si può parlare”, ha detto Passera a margine di un evento a Milano.

“Una micro imposizione che non distorca il mercato ma sia messa in maniera livellata su tutte le attività potrebbe dare un contributo alle casse pubbliche”, ha aggiunto.

giugno 25, 2010

Nuove regole per Wall- Street

– La commissione congiunta Senato-Camera del Parlamento Usa ha approvato lo storico testo che riscrive i regolamenti finanziari degli Stati Uniti.

Il documento, al quale la commissione congiunta ha lavorato per tutta la notte, ora andrà ai due rami del Parlamento americano per essere approvato, con l’obiettivo di una promulgazione da parte del presidente Barack Obama prima del 4 luglio.

Tra i punti critici che i democratici sono riusciti a risolvere intorno alla mezzanotte i duri, nuovi limiti all’attività di negoziazione delle banche. Un compromesso è stato trovato anche sui derivati, in modo da proteggere asset bancari dei contribuenti da attività di trading a rischio che hanno portato alla crisi finanziaria del 2007-2009.

Dopo quindici ore di negoziazione, i democratici hanno concordato una versione modificata della cosiddetta “regola Volcker”, che vieterebbe la maggior parte degli scambi e attività di investimento da parte delle banche.

La norma darebbe ai regolatori poco spazio di manovra per rinunciare al divieto di trading, ma consentirebbe anche alle banche di investire fino al 3% del loro patrimonio Tier I.

La questione dei derivati è stato un punto più ostico. Il giro di vite mira a controllare un mercato dei derivati da 615.000 miliardi dollari, portando molta dell’attività di negoziazione su piattaforme di contrattazione e stanze di compensazione.

Per evitare salvataggi dell’ordine di grandezza di Aig o bancarotte dagli effetti disastrosi come Lehman Brothers, il documento chiede la creazione della cosiddetta “commissione della morte”, un nuovo meccanismo di governo per la “liquidazione regolata” delle finanziarie sull’orlo del collasso, con le autorità che possono prenderne il controllo e liquidarle e coprire i costi con la vendita di asset.

Tra le disposizioni è prevista la creazione di una Authority, un’unità indipendente all’interno della Federal Reserve, con potere di regolamentazione sottoposto al controllo di altri regolatori, per vigilare sulla tutela dei consumatori in materia di mutui e carte di credito, dal quale però sono esclusi i venditori di auto.

L’azione della Fed in caso di interventi di salvataggio sarà oggetto di revisione, che però non si estenderà alle sue decisioni di politica monetaria.

giugno 25, 2010

Italia come la Francia.

L’Italia esce al primo turno, come la Francia. Almeno loro avevano l’allenatore simpatico.

giugno 25, 2010

Allenatore cercasi.

Mondiali, Italia sfortunata. Tutti quelli che avrebbero saputo fare le convocazioni e mettere meglio la squadra in campo erano impegnati a giocare a carte nei bar.

giugno 25, 2010

A tutto c’è rimedio.

La peggior nazionale di calcio di sempre. Per fortuna possiamo consolarci con il miglior governo degli ultimi 150 anni.

giugno 25, 2010

Attenti a non scivolare.

Enzo Scarton