29,4 miliardi è il costo della manovra.

La manovra correttiva dei conti pubblici italiani ammonta complessivamente a 24,9 miliardi per il 2011 e il 2012 con l’obiettivo di salvare l’euro dagli attacchi speculativi degli ultimi giorni, e prevede sacrifici per i dipendenti statali e misure contro l’evasione.

Tagli consistenti toccano le Regioni (per 4,5 miliardi l’anno) e gli enti (27 quelli soppressi con questa manovra) mentre non ci saranno tagli alla sanità.

E’ così che il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, hanno presentato la manovra varata ieri dal consiglio dei ministri, nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi.

La manovra “contiene sacrifici indispensabili per difendere la nostra moneta”, ha detto il premier. “Chi paga dazio sono i dipendenti pubblici, ma la dinamica dei loro aumenti salariali è stata quasi doppia a quella del settore privato, quindi non credo che l’intervento sia drammatico”, ha ammesso Berlusconi riferendosi al congelamento degli aumenti salariali nella Pa per il triennio 2011-13.(reuters)

One Trackback to “29,4 miliardi è il costo della manovra.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: