Le contraddizioni degli uomini della Chiesa.

Mentre Mons. Ricchiuti dice: “La pericolosità di certe posizioni espresse dalla Lega, per esempio nei confronti degli extracomunitari, ha poco di umano e nulla di cristiano” Il cappellano della camera dei deputati e rettore dell’Università Lateranense Mons. Fisichella: “Quanto ai problemi etici, mi pare che la Lega manifesti una piena condivisione con il pensiero della Chiesa” Qual’è il pensiero dominante? Noi preferiamo mons.Ricchiuti.

4 Responses to “Le contraddizioni degli uomini della Chiesa.”

  1. A me sembra che stia dicendo alle altre religioni: visto che io vendo droga e voi vendete droga diversa dalla mia, ognuno si tenga i suoi tossici e viviamo in pace senza farci la guerra.
    Antonio.

    • non è proprio così Antò.

      • Caro amico, dai sacerdoti in su, per me, sono peggio di berlusconi. Almeno di lui si sa che nelle sue vene circola sangue e mafia, ma per i prelati, è diverso; loro si presentano pacifici e miti, proprio come si presenta un serpente velenoso. Se non lo conosci, non dai importanza alla sua pericolosità: lo vedi piccolo, pesante circa un Kg, che striscia vicino a te, quasi avresti paura per lui di schiacciarlo.
        Pensa quando questi “sant’uomini” ti dicono che bisogna pensare ai bambini che muoiono di fame nel mondo… Ma che brave persone! Loro lo dicono, ma sono sempre i poveri devono tirare fuori i soldi per gli altri che ne hanno di bisogno. Visto che il vaticano è la ditta più ricca ed in attivo del mondo, basterebbe che restituisse l’1% dei propri averi (a loro donati dai poveri) per levare la povertà in tutto il pianeta. In fondo che sono per il vaticano qualche migliaio di miliardi di euro?
        Certo però se così fosse, loro non potrebbero più dire: c’è la fame del mondo, noi preghiamo e voi dateci i soldi che ci pensiamo noi a portarli a loro; quindi le loro entrate diminuirebbero. Non perchè ne abbiano bisogno, ma perchè, come berlusconi, più denaro si ha, meno denaro hanno gli altri, quindi si possono comprare le persone che servono.
        Finirà tutto questo? Non credo. La storia ci insegna che è sempre stato così, si possono cambiare i nomi, ma esisteranno sempre i faraoni e gli schiavi, gli imperatori e i plebei, i vassalli e i servi della gleba, i capitalisti e i lavoratori, i sacerdoti e i poveri…
        Antonio.

Trackbacks

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: