Un milione di posti di lavoro persi.

”Perdiamo davvero quel milione di posti di lavoro che avevamo previsto, di cui oltre un terzo nel Sud”. Lo ricorda il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, aprendo i lavori del XVI Congresso della Cgil. ”Si apre una voragine nell’occupazione giovanile, anche a seguito dei blocchi di turn over e di dismissione del lavoro intellettuale precario, soprattutto nel Mezzogiorno. Nell’industria, le assunzioni sono oggi all’80% rapporti di lavoro non stabili, anche per la imprevedibilita’ di mercati e prospettive.Mentre i ministri del governo Berlusconi si stanno dividendo tutta la richhezza nazionale, un milione di persone perde il posto di lavoro. Berlusconi nel frattempo continua a dire che la crisi è finita. Per lui, è vero, non è mai cominciata. Che cosa deve fare ancora questo governo per essere mandato a casa? A che punto deve arivare la crisi,? Quante fabbriche devono ancora chiudere? Quanti ministri debbono ancora essere colti con le mani nel sacco?

2 Responses to “Un milione di posti di lavoro persi.”

  1. Stiamo ancora bene, finchè non si vedrà milioni di persone dormire per la strada, non si farà niente.
    Antonio.

Trackbacks

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: