Ghandi sconosciuto.

Il Mahatma Ghandy eleborò anche una critica allo sviluppo industriale e alla civiltà moderna, che lo rendono un pioniere della sostenibilità. Il suo primo scritto sull’argomento, Hind Swaraj (l’autogoverno dell’India) è infatti del 1909.

L’economista canadese Charles Koilpillai ha provato a sintetizzare i principali contributi del Mahatma all’economia della sostenibilità, attribuendogli due importanti teoremi di impossibilità:

Primo teorema di impossibilità:

Un continuo incremento di benessere materiale non assicura la felicità, a causa della tendenza dei bisogni di moltiplicarsi ancora più velocemente; la soluzione del problema economico attraverso l’aumento continuo della produzione materiale è una falsa soluzione.

Secondo teorema di impossibilità

Sarà impossibilie per l’industrializzazione fornire una soluzione soddisfacente ai problemi economici dell’umanità. L’industrializzazione infatti

  • conduce allo sfruttamento dei paesi più poveri da parte dei più ricchi;
  • crea masse di disoccupati;
  • non sarebbe in grado di dare occupazione a tutti a causa degli alti costi di investimento per lavoratore;
  • se praticata universalmente creerebbe una domanda di risorse non rinnovabili  che non può essere soddisfatta dai nostri fragili ecosistemi. Gandhi spesso diceva che il mondo ha risorse sufficienti per i bisogni di tutti, ma non per l’avidità di pochi. (eco alfabeta)

One Trackback to “Ghandi sconosciuto.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: