Archive for aprile 26th, 2010

aprile 26, 2010

Buonanotte compagni.

Anche se un pò in anticipo vi do la buonanotte con “Dolcissima Maria” della PFM, dedicata da Geppino alla sua personale dolcissima Maria, che non ha ancora capito i suoi sogni da ragazzo. Con l’augurio che prima o poi Maria capisca, come è giusto che sia.

“qualcuno se vorrai
vestito di poesia
ti coprirà d’amore
senza chiederti di più,
e t’accarezzerà
dolcissima Maria”

aprile 26, 2010

Umbria: varata la nuova giunta.

Sono stati nominati assessori regionali: CARLA CASCIARI, vice presidente (Politiche e programmi sociali (Welfare), istruzione e sistema formativo integrato, diritto allo studio, edilizia scolastica, politiche familiari, politiche per l’infanzia, politiche giovanili, cooperazione sociale, volontariato sociale, politiche dell’immigrazione; FABRIZIO FELICE BRACCO (Beni e attivita’ culturali, politiche dello spettacolo, turismo e promozione dell’Umbria, grandi manifestazioni, commercio e tutela dei consumatori, sport ed impiantistica sportiva, associazionismo culturale e sportivo, centri storici); FERNANDA CECCHINI (Politiche agricole ed agroalimentari, programmazione forestale e politiche per lo sviluppo della montagna, promozione e valorizzazione dei sistemi naturalistici e paesaggistici, aree protette parchi caccia e pesca, coordinamento per gli interventi per la sicurezza dei cittadini, polizia locale, sicurezza; VINCENZO RIOMMI (Tutela della salute, programmazione ed organizzazione sanitaria ivi compresa la gestione e valorizzazione del patrimonio sanitario, sicurezza dei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare; SILVANO ROMETTI (tutela e valorizzazione ambiente, prevenzione e protezione dall’inquinamento e smaltimento rifiuti, difesa del suolo, ciclo idrico integrato, cave, miniere ed acque minerali, energie alternative, programmi per lo sviluppo sostenibile, urbanistica e riqualificazione urbana, infrastrutture, trasporti e mobilita’ urbana, politiche abitative ed edilizia pubblica; GIANLUCA ROSSI (Economia, promozione dello sviluppo economico e delle attivita’ produttive, politiche industriali, innovazione del sistema produttivo, promozione dell’artigianato e della cooperazione, energia, relazioni con le multinazionali, politiche di attrazione degli investimenti, formazione professionale ed educazione permanente, politiche attive del lavoro; FRANCO TOMASSONI (Programmazione ed organizzazione delle risorse finanziarie, umane, patrimoniali, innovazione e sistemi informativi, affari istituzionali ivi compresi i rapporti con il Consiglio Regionale, riforme dei servizi pubblici locali e semplificazione della pubblica amministrazione. La presidente Marini questa mattina ha firmato anche il decreto per la nomina del suo staff: portavoce Francesco Antonio Arcuti; capo di gabinetto Mirella Castrichini; consigliere politico Valentino Valentini; responsabile della segreteria Sonia Monaldi. (AGI) Cli/Pg/Vi

aprile 26, 2010

Giunta Lombardia: aumento esponenziale della presenza della Lega.

Nella nuova giunta regionale lombarda la Lega aumenta in modo esponenziale il suo peso e vede accontate quasi tutte le sue richieste. I suoi assessorati, per cominciare, passano da 3 a 5 (piu’ un sottosegretario) e il Carroccio incassa anche la vicepresidenza della giunta con Andrea Gibelli (assessore all’Industria e artigianato) strappandola a Gianni Rossoni del Pdl. I leghisti conservano la Sanita’ con Luciano Bresciani e il Territorio e urbanistica che pero’ passa da Davide Boni a Daniele Belotti e conquistano lo Sport (Monica Rizzi), l’Industria (Gibelli) e, soprattutto, la tanto agognata Agricoltura (Giulio De Capitani). Perdono, pero’, la Cultura che va a Massimo Buscemi (Pdl). Al Popolo della Liberta’, invece, vanno 11 assessori e a scontare il successo leghista e’ in particolare la componente ex An del partito, che vede calare la sua presenza da 3 a 2, con Carlo Maccari (Semplificazione e digitalizzazione) e Romano La Russa (Protezione civile e sicurezza). Riconfermati Romano Colozzi al Bilancio; Raffaele Cattaneo alle Infrastrutture; Rossoni all’Istruzione e Giulio Boscagli alla Famiglia. Da segnalare, infine, la presenza di Francesco Magnano, noto per essere il geometra di Silvio Berlusconi, che veniva indicato come possibile assessore ai Sistemi verdi e paesaggio (assegnato poi ad Alessandro Colucci, coordinatore provinciale Pdl) ed e’ invece stato nominato sottosegretario all’Attrattivita’ e promozione del territorio. (AGI)

aprile 26, 2010

Regione Lazio:fatta la giunta.

Due donne soltanto, un ex Ugl e finiani dimezzati. In rivolta gli esclusi Pdl

La fumata bianca arriva alle nove di sera, quasi 12 ore dopo l’annuncio di Renata Polverini: “Oggi darò la giunta”. In mezzo una giornata di trattative furiose fino a quando fallisce l’ultima mediazione con l’Udc. E la Polverini vara via comunicato stampa una squadra “leggera”: 14 nomi e solo due donne, il minimo sindacale. La legge impone che non siano più di 11 gli assessori di un sesso e lei, per far quadrare i conti, calcola pure se stessa, grazie alla delega alla Sanità.

L’altra delega chiave, quella al Bilancio, va a Stefano Cetica. In squadra anche l’altra amica Mariella Zezza, risarcita con la delega a Lavoro, Famiglia e Politiche sociali.
Storace ottiene per Teodoro Buontempo la delega a Casa e tutela dei consumatori, mentre nel Pdl finisce 6 a 4 per gli azzurri. Tra gli ex An l’uomo di Alemanno, Pietro Di Paolo, avrà Attività produttive e rifiuti. Fuori Franco Fiorito, che sarà capogruppo alla Pisana. Un solo posto al finiano Augello, quello di Luca Malcotti, ma con una delega pesante: Lavori pubblici. Due ai rampelliani: Francesco Lollobrigida (Trasporti) e Antonio Cicchetti (Istruzione e cultura). Poi gli ex forzisti: una squadra in cui è forte l’impronta dei parlamentari Pdl e del premier, che hanno imposto i loro uomini a scapito delle logiche locali. Vicepresidente, con delega all’Urbanistica, sarà Fabio Armeni, portato da Barelli.

Altri assessorati pesanti sono quello all’Ambiente per l’ex sindaco di Albano Marco Mattei, voluto da Cicchitto, e quello agli Enti locali (con la nuova delega alla Sicurezza) per Pino Cangemi, forte dell’asse Tajani-Sammarco. E ancora a Latina Stefano Zappalà, voluto da Fazzone, ottiene Turismo e Made in Lazio a scapito della Cetrone. Mentre Fabiana Santini, capo della segreteria di Scajola, si occuperà di Arte, Sport e Politiche giovanili, il viterbese Francesco Battistoni di Agricoltura. In tutto entrano in giunta solo 6 dei 41 esclusi della lista Pdl. Fuori molti eccellenti: Prestagiovanni, Mazzocchi, Maselli, solo per citarne alcuni. A dare il via alla rivolta 7 consiglieri capitolini che invocano, contro le spartizioni, l’intervento di Berlusconi. Con loro Robilotta, ma anche De Lillo e Gramazio, seccati in prima persona per l’esclusione dei “loro” protetti Luzzi e Palombi. Troppo tardi: la Polverini ha deciso. (repubblica.it – Roma) L’epurazione contro Fini nel PDL comincia proprio nella regione <Lazio, mentre rimane fuori l’UDC, che assicura solo l’appoggio esterno.

aprile 26, 2010

PSI: dove va Nencini?

Nencini propone “un nuovo centrosinistra deve dialogare con l’Udc e tentare di aprire un confronto con la maggioranza di governo sulle regole da scrivere assieme. Solo così – conclude Nencini – si potrà mettere fine a questo quindicennio di lacerazioni e di immobilismo”. Fortunatamente Bersani ha detto che “E’ evidente che in questa maggioranza non ci sono le condizioni per affrontare le riforme” Da queste due dichiarazioni emerge che Nencini vuole spostare a destra l’asse del partito socialista e che è pronto a dialogare con un uomo che afferma ogni giorno che la Costituzione è vecchia  e filosovietica, che ha fatto innumerevoli leggi ad personam, che vuole una repubblica presidenziale, che appoggia le mire secessionistiche di un partito fascista e razzista come la Lega. Dopo le esternazioni di Berlusconi che dichiara di essere pronto a  scrivere insieme una nuova pagina condivisa della storia della democrazia, ma in effetti vuole solo il Presidenzialismo, il federalismo alla Bossi e il nuovo Lodo Alfano si può condividere qualcosa solo rinunciando a tutte queste pretese ed affrontando il nodo di una nuova legge elettorale, di una serie di misure economiche a favore dei ceti più deboli e rinunciando alla pretesa di non essere processato. Stando così le cose ci si domanda da che parte stia Nencini, che pur di apparire è pronto a svendere l’identità dei socialisti.Non continuiamo a farci del male, please.

aprile 26, 2010

Amore e ginnastica.

www.palmiro.it

aprile 26, 2010

Tumore del polmone: un gene ‘pigro’ ne causa l’insorgenza.

   

I ricercatori della Mayo Clinic College of Medicine di New York hanno trovato una spiegazione genetica al tumore al polmone: il tumore sarebbe infatti causato dal gene GPC5, ed, in particolare, dalla sua scarsa attività. La teoria emerge da una ricerca, pubblicata su The Lancet Oncology, effettuata prelevando campioni di Dna da 754 volontari che avevano fumato un massimo di 100 sigarette in tutta la loro vita: oltre all’analisi dei campioni, i soggetti partecipanti allo studio sono stati esaminati in relazione a malattie respiratorie croniche, all’esposizione al fumo passivo e all’eventuale familiarità con il tumore ai polmoni.

 Dopo aver selezionato 44 alterazioni genetiche più comuni, i ricercatori hanno suddiviso i portatori delle anomalie in due gruppi, a metà dei quali era già stato diagnosticato un tumore ai polmoni. I risultati hanno confermato in linea di massima le ipotesi degli studiosi. “Sono necessarie numerose e ulteriori ricerche per trovare conferma delle osservazioni preliminari sui tumori polmonari dei non-fumatori – ha commentato Ramaswamy Govindan, della Scuola di Medicina della Washington University – e la medicina è ancora ben lontana dal comprendere come i rilievi evidenziati dallo studio possano essere messi in relazione con la predisposizione alla malattia”.(liquidarea)

http://www.liquidarea.com/

aprile 26, 2010

La pasta per prevenire cardiopatie e diabete di tipo 2.

pastasciuttaUn bel piatto di spaghetti integrali contiene fibre, vitamine e minerali e può aiutare a prevenire le cardiopatie o il diabete di tipo 2.

Questo emerge dai convegni scientifici di Pastatrend, la manifestazione presente in questi giorni a Bologna.

Se la dieta mediterranea è una delle migliori maniere per prevenire le patologie cardiovascolari – spiega Alfio Amato, del dipartimento cardio-toraco-vascolare del Policlinico Universitario Sant’Orsola-Malpighi – nella popolazione più vasta ed in particolare nei soggetti a rischio vascolare già noto, la predilezione della pasta nella dieta quotidiana determina una riduzione sia della presenza che dello sviluppo delle lesioni vascolari maggiori documentabili con diagnostica ad ultrasuoni.(takareblog)

aprile 26, 2010

Germania, catena umana lunga 120 Km per dire no al nucleare.

 

Una catena umana lunga 120 Km per dire no al nucleare. La manifestazione si è tenuta ieri in Germania a Amburgo presso la centrale nucleare di Kruemmel fino alla centrale nucleare di Brunsbuettel presso la foce del fiume Elba in occasione del triste anniversario dell’incidente di Chernobyl. Erano anni che non si vedeva una manifestazione del genere e che non era così attivo il movimento anti-nuclearista tedesco.

Vi hanno preso parte 120mila persone giunte da tutta Europa.

E Scaiola si fa regalare le case per la figlia.