Deja vu.

David Crosby è stato uno dei Byrds. Ha rotto con loro perchè gli altri hanno rifiutato di suonare Triad. Una canzone alla Renato Zero. Lui per dispetto si presenta al Festival di Monterrey con i rivali del Buffalo Sprinfield. Graham Nash sta invece con gli Hollie, ma appena conosciuto Crosby si aggerga e cambia gruppo. Stefen Stills è senza gruppo da quando i Buffalo Springfield si sono sciolti. Pubblicano un album con i loro tre nomi che va subito in classifica. I pezzi più importanti sono Suite: Judy Blues Eyes di Stills e Marakesh Express di Nash. Al gruppo si aggiungerà Neil Young. In undici canzoni Crosby, Stills,Nashe Youngh celebrano il mito di Woodstock che era di un anno prima. Con loro il rock cambia, forse in peggio. L’industria prende il sopravvento assiema al divismo e all’individualismo. “Siamo polvere di stelle, siamo d’oro” Soprattutto d’oro. 

Cominciano gli anni settanta, ragazzi.

One Trackback to “Deja vu.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: