Elezioni regionali: come andò nel 2005.

Regionali: come andò a finire nel 2005?

Alle ultime elezioni regionali vi fu un trionfo del centrosinistra. Infatti il centrosinistra vinse in  undici regioni mentre il  centrodestra  riusci a fernare l’onda rossa soltanto in Lombardia e Veneto.

In Piemonte Mercedes Bresso scavalcò Enzo Ghigo con una percentuale del 50,9% contro il 47,2%.

In Lombardia Roberto Formigoni vinse con un 55,8% contro il 42,8 di Riccardo Sarfatti.

In Liguria Claudio Burlando vinse con un 52,7% contro un 46,4% di Sandro Biasotti.

In Toscana Claudio Martini stravinse con un 57,5 contro il 32,7 di Alessandro Antichi.

In Lazio la buonanima di Piero Marrazzo vinse con il 51% contro il 46,9% di Storace.

In Campania Bassolino freddò Italo Bocchino con un 61,1% contro un misero 35,6%.

In Calabria Agazio Loiero   superò il candidato del centrodestra Sergio Abramo con il  55,5% contro il 42,6%.

Il Veneto vide Giancarlo Galan superare Massimo Carraro con un 49,6% contro il 43,1.

L’Emilia Romagna andò al centrosinistra dove Vasco Errani vinse su Carlo Monaco per un 62,8% contro un 35,1%.

Le Marche videro GianMaria Spacca vincere sul candidato di centrodestra Massi per 56,6 contro il 39,8.

L’Umbria riportò il miglior risultato in assoluto per il centrosinistra dove MP. Lorenzetti doppiò praticamente il candidato del centrodestra con un secco 63% a 33,6%.

In Abruzzo Ottaviano del  Turco vinse su Giovanni Pace per %6,1% a 41,6%.

In Puglia Nichi Vendola superò Raffaele Fitto per 51,9% contro il 47,2.

Nelle elezioni del 2005 non era presente la Basilicata e nelle elezioni di domani sarà assente l’Abruzzo dove si è già votato a causa delle dimissioni anticipate di Ottaviano del Turco per via dei suoi problemi giudiziari.

Le giunte uscenti erano 5 per il centrosinistra( E. Romagna, Toscana,Umbria,Marche e Campania) e 8 per il centrodestra (Lombardia,Liguria, Piemonte,Veneto, Abruzzo,Puglia, Calabria e Lazio). Anche in quell’occasione Berlusconi non riuscì a far altro  che prendersela , in quel caso, con l’UDC e AN. Così mentre l’Italia piangeva per la morte di Giovanni Paolo II, Prodi portava il centrosinistra al trionfo. Questa volta non sarà così. Tutto è  cambiato. Non abbiamo un leader come Prodi,  Berlusconi anche se in affanno cerca di riprendersi le regioni perse nel 2005. Proviamo almeno in parte a rovinargli la festa.

2 Trackbacks to “Elezioni regionali: come andò nel 2005.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: