Archive for marzo 8th, 2010

marzo 8, 2010

Revolver. Buonanotte compagni.

V

Eleanor Rigby è una canzone dei Beatles: è la seconda traccia dell’album Revolver, pubblicato dai Beatles il 5 agosto del 1966, stesso giorno di pubblicazione come primo singolo “Doppio lato A” con Yellow Submarine. La canzone fu scritta principalmente da Paul McCartney[1]. Con un arrangiamento per ottetto d’archi di George Martin, e un forte testo centrato sulla solitudine, la canzone accompagnò la trasformazione del gruppo, cominciata con l’album Rubber Soul, da gruppo principalmente orientato al pop a gruppo più serio e sperimentale.

Questa notte anche se dormirò poco, dormirò con soddisfazione. Perchè noi della sinistra siamo fatti così, ci piace godere delle disgrazie degli altri, specialmente se gli altri sono questa destra stracciona e cialtrona, che ci rende la vita amara e ci fa passare la voglia di fare politica. Questa notte Berlusconi dormirà poco pensando quale inghippo dovrà inventare per fare ammettere la lista della Polverini alla provincia di Roma. Forse ci riuscirà. Ma almeno per un giorno avremo fatto gol a porta vuota e l’arbitro ha arbitrato a nostro favore. Buona notte a tutti quei compagni che provano la mia stessa sensazione di ebrezza.

marzo 8, 2010

Lo avevamo detto: Ghedini bocciato.

Berlusconi dovrebbe licenziare tutti i suoi avvocati. Infatti Ghedini e compagni non sono stati in grado di scrivergli un decreto presentabile. Ieri avevamo detto che per come era formulato il decreto salvaliste, nel caso del Lazio i giudici avrebbero potuto rigettare il ricorso del PDL, perchè in quel caso le liste non sono erano state  consegnate  e  a rigor di logica la lista della Polverini per la provincia di Roma  non poteva essere ammessa. Così è stato. I giudici sono stati seri ed imperziali. Per Berlusconi ovviamente si tratta di magistrati Talebani. Ma un decreto scritto in fretta e pasticciato come il “salvaliste” non poteva andar lontano. Sono contento ed anch’io invece dei miei 62 anni me ne sento 26. Certo faranno in modo di far riammettere la lista Polverini per la provincia di Roma. Ma vuoi mettere la soddisfazione? Silvio viola tutte le leggi possibili, ma i suoi avvocati sono solo dei ” dilettanti allo sbaraglio” come li ha definiti Bossi e non sono riusciti a creare la truffa perfetta.  Sono contento, si perde sempre ma ogni tanto si vince e quella piccola vittoria ti compensa di tanti schiaffi presi. Domani è un altro giorno, io mi alzo alle quattro per andare a lavorare, ma sono contento uguale. Ghedini cambia mestiere.

marzo 8, 2010

MO.CA PRESS: marzo 2010

Ecco a voi la nuova edizione degli amici di MO.CA. PRESS.

Buona lettura

MoCa (es)Press(ione)

marzo 8, 2010

Auguri Donna

“In nome del padre”: inaugura il segno della croce. In nome della madre s’inaugura la vita.

( E. De Luca ).

Buongiorno Donna. Questa frase letta a margine di una serata trascorsa in compagnia di “fogli e inchiostro da tipografia” mi ha lasciato in eredità un pensiero. Oggi otto marzo: la tua festa!!!!Riceverai fiori ed auguri. Ti scriveranno pensieri mielosi e parole in rima per cullare la tua gioia. Un messaggio sul cellulare ti strapperà un sorriso. Qualcuno ti criticherà dicendoti che è “una stupidata” dover avere un giorno tutto per te, tra i tanti, per festeggiarti. Qualche altro, da intellettuale navigato, analizzerà la tua condizione e sentenzierà da colonne di giornali che sei ancora al margine, al limite in questa società maschilista. Poi sarà un susseguirsi di bagordi, cene al profumo di mimosa. Io non ti lascerò tutto questo in questo giorno. No!!!!Ti lascerò solo la mia paura di uomo. Ti lascerò solo la mia “invidia”  di essere imperfetto. Ti temo donna perché confrontandomi con te, specchiandomi nei tuoi occhi mi sento debole, limitato. Ma da uomo so nascondere dietro parole di convenienza, dietro una falsa ragione basata sulla “forza irrazionale” la mia debolezza. Si la forza che per millenni, secoli ti ha tenuta in disparte, in un angolo di mondo. Sei stata violentata, derisa, oggetto, di uomini tristi…dei miei pari: eppure ti temo!Ti sei mai chiesta perché? Io non ho risposte. Mi lascio trasportare dall’istinto e rileggendo quella frase, “ In nome della madre s’inaugura la vita”, trovo il mio limite, i contorni della “mia INVIDIA”. CON TE INIZIA LA VITA. Si mi dirai: ma l’uomo e padre…ma non basta, no non basta questa bugia a redimermi. Manca il tuo affetto, la tua sensibilità profonda tra le cinque lettere della parola PADRE…manca la gioia più grande che sia data provare al mondo: donare vita!Ti abbiamo esclusa per strapparti quella gioia, per rescindere il “cordone ombelicale” che ti lega ad ogni primo attimo di vita. Ti abbiamo demonizzata, nascosta agli sguardi. Abbiamo creato le cose più impensabili per eguagliarti ma non è bastato. Al culmine della nostra paura, ci siamo sostituiti a Dio con le nostre guerre e cercando “un’improbabile compensazione” ti abbiamo gridato: TU CREI LA VITA…..NOI LA TOGLIAMO!Ma malgrado tutto siamo sempre un passo indietro perché finchè vi sarà una mamma, una donna, che piange un figlio noi avremo perso!Questa sera ripenso ad un complimento fattomi anni fa da una mia amica… ”tu hai una sensibilità profonda, da donna”. Ripenso al fastidio che mi diede allora quel complimento che sembrava mettere in discussione la mia “virilità”, il mio ruolo indiscusso di “dominatore”. Ma oggi no, non c’è più spazio, tempo per il fastidio. Ripensando alla mia amica provo rabbia perché vorrei un po’ più “ di donna” in questo mondo. Ed allora in queste vesti, in questo mio tempo,  ti lascio la mia “invidia”, la mia sconfitta, con la speranza – augurio di non dover mai più sfuggire, un domani,  al patetico calar gli occhi che accompagna gli errori di noi stupidi uomini.

Auguri Donna!

Gianluca

marzo 8, 2010

Regionali 2010: Bonino di nuovo in testa.

polverini_bonino_02

Non si potrà certo dire che le elezioni regionali del Lazio passeranno alla storia per lo scarso interesse. Del resto, dallo scandalo del caso Marrazzo al colpo di teatro dell’esclusione delle liste del Pdl prima, e della Polverini con listino allegato poi, ultimamente dalle parti di Roma non ci si annoia mai. Aspettando le decisioni dei vertici del Popolo della libertà e che la lista della candidata governatrice del Pdl venga riammessa nella sua integrità, grazie al cd. decreto salvaliste, l’ultimo sondaggio di Crespi Ricerche annuncia il controsorpasso di Emma Bonino. Bene.

crespi_lazio_candidati_03_03_2010.jpg

 

Leggi tutto…
marzo 8, 2010

Questa per la festa delle donne dovrebbe andare bene.

Auguri a tutte le donne.

marzo 8, 2010

Ognuno ama le donne a modo suo.

 

Speciale 8 Marzo – Palmiro di Sauro Ciantini

www.palmiro.it

marzo 8, 2010

Lavarsi le mani, istruzioni per l’uso

Un gesto semplice a cui bisogna dedicare almeno 60 secondi al giorno. Ma tre italiani su dieci non lo sanno fare. Invece è fondamentale insegnarlo anche ai bambini. 

Lavarsi le mani rappresenta un efficace mezzo di prevenzione anche contro la nuova influenza. Lo sostiene il Ministero della Salute. Concorde è il virologo dell’Università di Milano, prof. Fabrizio Pregliasco, che aggiunge però la parola “bene”. E’ così difficile,dunque, lavarsele a dovere? Strano, ma è così. Capita mediamente a tre italiani su 10. Un atto in apparenza semplice e comune (almeno due, tre volte al giorno per ciascuno), inculcatoci fin da bambini, che viene invece dimenticato, trascurato, attuato in fretta e, spesso, con disarmante superficialità. Dovrebbe durare almeno 60 – 90 secondi, un tempo forse troppo lungo nel ritmo di vita quotidiano, ma indispensabile per ridurre realmente il rischio di trasmissione. Una stretta di mano a una persona malata, afferrare la maniglia dell’autobus e poi toccarsi il naso, possono aprire la porta al virus H1n1.

Errori – Ben18 milioni d’italiani ritengono sia sufficiente usare l’acqua. Questo è vero, ed è necessario usarne in abbondanza, ma poi bisogna ricorrere al sapone (neutro). Il disinfettante va invece impiegato soltanto per trattare e medicare ferite ed abrasioni. Nel lavaggio, si dimostrano comunque troppo sbrigativi e veloci (20 – 30 secondi in complessivo). Alla fine, le loro mani continuano ad essere veicolo di trasmissione infettiva verso sè stessi, mangiando ad esempio il panino senza averle opportunamente pulite, o passando germi ad altre persone, magari con una semplice stretta di mano. Si tratta di sbagli facilmente evitabili. Non è difficile, senza paragonarsi all’indispensabile ritualità del chirurgo in fase pre – operatoria quando ricorre minuziosamente all’uso dello spazzolino, al lavaggio ed alla disinfezione.

(fonte Kataweb)

marzo 8, 2010

Mondiali 2010: uniformi della Nike da bottiglie di plastica riciclate

Quando mancano poco meno di 100 giorni all’avvio dei Mondiali 2010, la Nike rivela la novità per i giochi del Sud Africa: le nuove uniformi per la Coppa del Mondo saranno fatte in parte in tessuto derivato dal riciclo di bottiglie di plastica.

Le squadre che indosseranno le uniformi della Nike avranno addosso divise in jersey prodotto da poliestere riciclato, proveniente da bottiglie di plastica raccolte nei campi di Taiwan e Giappone. Ad indossarle saranno Portogallo, Brasile, Olanda e gli altri team che hanno scelto il kit della Nike, che per la prima volta sembra muoversi in una direzione ecofriendly, almeno per quanto riguarda le divise dei giocatori.

Per ogni T-Shirt sono state riciclate 8 bottiglie di plastica, riducendo del 30% i consumi rispetto all’impiego di poliestere nuovo e il progetto per le uniformi delle squadre che parteciperanno ai Mondiali ha permesso la raccolta ed il riciclo di quasi 13 milioni di bottiglie di plastica.

marzo 8, 2010

Dl:Regione Lazio, ricorso a Consulta

Invia

     

Dl:Regione Lazio, ricorso a Consulta  La Giunta regionale del Lazio ha approvato una delibera che dispone il ricorso alla Corte Costituzionale contro il Dl ‘salva liste’. La Giunta era riunita al completo in seduta straordinaria, la delibera e’ stata approvata all’unanimita’. Nel documento si invita il vicepresidente della giunta Montino ‘a promuovere, ai sensi dell’art.41 dello Statuto, l’impugnazione del Dl, previa sospensione cautelare, mediante ricorso avanti la Corte Costituzionale.Speriamo Montino facci il proprio dovere e che almeno la Corte Costituzionale non si faccia intimidire dalla prepotenza e dall’arroganza del sultano di Arcore.