Archive for marzo 1st, 2010

marzo 1, 2010

Bringing It all back home. Buonanotte compagni.

E’ il disco del 1965 con cui Bob Dylan scopre il folk rock americano. “Non c’è bisogno di un metereologo per capire dove tira il vento”, canta Dylan. E’ di questo periodo l’incontro con i Beatles che lo accolgono a Londra. Suonerà alla Royal Albert Hall.Questo album è il primo di una sorta di trilogia rock costituita, oltre che da questo, dai successivi album Highway 61 Revisited e Blonde on Blonde.

marzo 1, 2010

Puglia:Vendola in testa

 Vendola conduce la corsa verso le urne con il 45% dei consensi, seguito dal candidato del centrodestra, Rocco Palese (43%), e da Adriana Poli Bortone (12%) in gara con la maglia dell’Udc‐Io Sud‐Mpa. Resta alto il numero degli indecisi (18,5%) sebbene i dati assegnino virtualmente la regione al presidente uscente.

Dando uno sguardo ai voti di lista, anche in questo caso, il distacco tra gli schieramenti è molto contenuto. Il centrosinistra guida il confronto con il 43,5% dei consensi, un punto e mezzo in più della coalizione di centrodestra (42%) e uno e mezzo in meno del candidato governatore.
Nel dettaglio, il Partito democratico si conferma prima forza della coalizione con il 20,5%, seguito da Sinistra ecologia e libertà (9,5%), Italia dei Valori (8,5%), Prc+Pdci (8,5%), Prc+Pdci (2,5%) e Lista Pannella‐ Bonino (1%).
Nel centrodestra, il sondaggio di Crespi Ricerche, conferma il Pdl primo partito sul territorio re‐gionale con il 38,5% dei consensi, seguito da La Destra (1,5%) e Udeur (1%). Il 42% complessivo si discosta di un punto percentuale (in meno) rispetto ai consensi del candidato governatore.
marzo 1, 2010

A Roma apparsi i manifesti su esclusione Pdl

A Roma affissi manifesti su esclusione Pdl/FOTOA tempo di record stamani sono apparsi in molti quartieri di Roma due manifesti Pdl e della lista Polverini che denunciano l’esclusione della lista provinciale Pdl di Roma alle prossime Regionali del Lazio e che si rivolgono direttamente agli elettori esortandoli a reagire. “Non vogliono farti votare, fatti sentire” recita un manifesto che ha praticamente tappezzato la zona dell’Ostiense. Sull’altro è stato scritto: “Vogliono cancellare la democrazia. Fatti sentire”. Su entrambi c’é il logo Pdl e lista Polverini e viene segnalato che alle 15 si svolgerà la “maratona oratoria” in piazza San Lorenzo in Lucina, nel centro della capitale. Stiamo in guardia, che questi ladroni sono capaci di tutto.mandiamoli a lavorare. Credevano con l’arrogaza e la prepotenza di poter fare una passeggiata.

marzo 1, 2010

I Senatori anti Kyoto

 

Nove Senatori della Repubblica tornano alla carica e chiedono di dichiarare decaduto l’accordo europeo sul 20-20-20, cioè il cosiddetto “Pacchetto clima“. I Senatori in questione portano i nomi di Antonio D’Alì (primo firmatario), Valerio Carrara, Andrea Fluttero, Cosimo Izzo, Vincenco Nespoli, Guido Possa, Cosimo Sibilia, Sergio Vetrella, Guido Viceconte.

Sono tutti e nove del Pdl, e il documento con il quale chiedono che l’Italia abbandoni la lotta al cambiamento climatico è l’Atto di Sindacato Ispettivo n° 1-00248, in pratica una mozione con delle richieste al Governo.

Non è affatto la prima volta che i Senatori del Pdl tentano di affondare le politiche di riduzione delle emissioni di CO2. Ci avevano già provato l’anno scorso e, allora, furono in 39 a firmare. Questa volta i Senatori negazionisti, i cui santini sono riportati nella gallery a futura memoria, prendono spunto dal recentissimo “Clima gate” e chiedono che l’Italia si spenda affinchè si faccia un po’ di pulizia etnica all’interno della Commissione Ipcc, cioè il board internazionale di scienziati che studia i cambiamenti climatici e redige i rapporti sui quali si dovrebbero modellare le politiche virtuose in fatto di clima.

marzo 1, 2010

Pizzo: AVELLINO TRA LE PRIME 10 PROVINCE

L’Irpinia è tra le prime 10 province italiane per le estorsioni. Dati choccanti quelli che stamane ha pubblicato il quotidiano Il Sole 24ore. In pochi anni, la provincia di Avellino è passata da essere isola felice a terra di racket insieme a Napoli, Caserta e Salerno. Ai primi 10 posti ci son ben quattro provice campane. Il quotidano di Confindustria ha messo insieme i dati forniti del ministero degli Interni. 39 casi di pizzo nei primi sei mesi del 2009: queste le cifre che hanno fatto balzare Avellino ai vertici della classifica. In generale, dal punto di vista dei reati, l’Irpinia – fatta eccezione per la questione del racket – è tra le aree virtuose del paese. Su tutti, spicca il risultato positivo per le violenze sessuali, con una diminuzione del 38%.

marzo 1, 2010

Pizzo: Avellino ai vertici nazionali

L’Irpinia è tra le prime 10 province italiane per le estorsioni. Dati choccanti quelli che stamane ha pubblicato il quotidiano Il Sole 24ore. In pochi anni, la provincia di Avellino è passata da essere isola felice a terra di racket insieme a Napoli, Caserta e Salerno. Ai primi 10 posti ci son ben quattro provice campane. Il quotidano di Confindustria ha messo insieme i dati forniti del ministero degli Interni. 39 casi di pizzo nei primi sei mesi del 2009: queste le cifre che hanno fatto balzare Avellino ai vertici della classifica. In generale, dal punto di vista dei reati, l’Irpinia – fatta eccezione per la questione del racket – è tra le aree virtuose del paese. Su tutti, spicca il risultato positivo per le violenze sessuali, con una diminuzione del 38%.

marzo 1, 2010

Regionali 2010:Lombardia esclusa lista Formigoni

La Corte d’Appello di Milano ha escluso dalle elezioni la lista ‘Per la Lombardia’ di Roberto Formigoni per l’invalidità di 514 firme, accogliendo il ricorso presentato dalla lista Bonino-Pannella. La legge impone che le firme siano non meno di 3.500 e non più di 5 mila. In particolare le irregolarità riguardano la “mancanza di timbri sui moduli”, mancanza di data dell’autenticazione e “mancanza del luogo dell’autenticazione.

marzo 1, 2010

Previsioni meteo 2 marzo

NORD-OVEST
Sul nord-ovest prevalenza di sole su quasi tutte le regioni. Annuvolamenti e qualche fiocco portato da nord in mattinata lungo la cresta delle Alpi e sull’alta Valle d’Aosta. A tratti qualche banco di nubi basse possibile anche lungo le coste liguri. Venti moderati settentrionali in montagna, deboli variabili su pianura e Liguria. Mar Ligure mosso al largo. Temperature in calo in montagna. 

NORD-EST
Sul nord-est al mattino ultimi annuvolamenti sul Friuli Venezia Giulia e sulla Romagna, con residui piovaschi in rapido esaurimento. Un po’ di nubi lungo la cresta delle Alpi con qualche fiocco portato da nord nella zona del Brennero. Dal pomeriggio passaggio a tempo soleggiato ovunque. Venti moderati settentrionali sulle Alpi, deboli nord-occidentali altrove. Mare Adriatico poco mosso. Temperature in calo in montagna. 

CENTRO
In mattinata qualche annuvolamento di poco conto sull’alta Toscana, in trasferimento verso il tratto appenninico umbro-marchigiano dove nel primo pomeriggio sarà possibile qualche breve piovasco. Altrove tempo in prevalenza soleggiato. Velature dal tardo pomeriggio in avvicinamento alla Sardegna. Venti moderati occidentali, in attenuazione e rotazione ad est sulla Sardegna; mari mossi. Temperature stazionarie su valori gradevoli, in lieve calo alla sera sulle regioni adriatiche. 

SUD
Annuvolamenti in mattinata su nord Sicilia, Calabria e Salento ma senza rischio di pioggia. Altrove bel tempo. Nel pomeriggio nubi sparse sui settori appenninici, ma senza precipitazioni, bello altrove; prima di sera stratificazioni in avvicinamento alle regioni tirreniche ed alla Sicilia. Venti deboli tra ovest e nord-ovest. Mari poco mossi, a tratti mossi il Canale d’Otranto e il basso Tirreno. Temperature stazionarie su valori gradevoli.

marzo 1, 2010

Erri De Luca: l’immigrazione dal cimitero di Lampedusa

Grazie Erri.

marzo 1, 2010

Regionali 2010 Lazio: Quirinale: “Decidono i giudici”

    ROMA – Il Quirinale respinge al mittente gli appelli in extremis rivolti dai vertici del centrodestra e dalla candidata alla presidenza della Regione Lazio Renata Polverini affinché fosse il capo dello Stato in persona a sciogliere il pasticcio provocato dal ritardo nella presentazione delle liste del Pdl al Tribunale di Roma con l’esclusione della lista Pdl per Roma e provincia dalle prossime elezioni regionali. Intanto oggi il Pdl ha presentato una denuncia-querela contro alcuni militanti dei Radicali per violenza privata e contro i componenti dell’Ufficio Centrale per abuso d’ufficio.

    La denuncia. E’ stato presentato stamani all’Ufficio centrale presso la Corte d’Appello il ricorso della Pdl contro l’esclusione della lista per Roma e provincia dalle prossime elezioni regionali. “Entro domani – spiega il responsabile elettorale nazionale del Pdl Ignazio Abrignani – ci aspettiamo una risposta, perché hanno 48 ore per darcela. Spero che prevalga il buonsenso e soprattutto che i cittadini romani possano esercitare un diritto che la Costituzione gli consente”.

    “Al ricorso è allegata una denuncia-querela che l’avvocato Grazia Volo ha presentato presso la Procura della Repubblica”, ha spiegato Abrignani. “Nella denuncia querela – ha detto – si denunciano i militanti del partito Radicale, anche se non sono stati fatti nomi e i componenti dell’ufficio centrale per abuso d’ufficio, per avere impedito il legittimo esercizio del diritto politico di voto”.

    Il Quirinale. Con un comunicato emesso stamattina, il Quirinale specifica: “La preoccupazione di una piena rappresentanza, nella competizione elettorale regionale in Lazio come dovunque, delle forze politiche che intendono concorrervi, non può che essere compresa e condivisa dal Presidente della Repubblica”. Ma, conclude il Colle, “spetta solo alle competenti sedi giudiziarie la verifica del rispetto delle condizioni e procedure previste dalla legge”.