Archive for febbraio 22nd, 2010

febbraio 22, 2010

Buonanotte compagni.


I duetti sono spesso deludenti, noiosi se non proprio disastrosi, motivati come sono da ragioni prettamente commerciali, un po’ come quelle commedie in cui si mette un attore di Roma, uno di Milano e uno di Napoli per attirare il pubblico di quelle città, senza curarsi della sceneggiatura.
Eccezione questo stupendo duetto (e video) tra Nick Cave e Kyle Minogue (tratto dal Cd Murder ballads), che peraltro, sulla carta, sembrava una coppia molto male assortita: Poeta maledetto ed eroe del dark il primo, reginetta del pop più frivolo la seconda.
Ed invece funziona tutto alla perfezione.
Merito di Nick, che scrive una ballata dark di amore  dalle sonorità solenni ed eleganti; ma anche di Kyle, che la interpreta in modo sorprendente, non con la solita vocina squittente ma tirando fuori un timbro vocale caldo e ricco, che completa e si unisce in modo perfetto alla voce di Nick.
febbraio 22, 2010

Le C.A.S.E. di lusso di Berlusconi all’Aquila? L’inchiesta di Presa Diretta

A quanto raccontato ieri dal programma di Rai 3 ora la Protezione Civile sta facendo costruire in fretta e furia i moduli abitativi di legno: hanno sbagliato i conti e i posti nel progetto C.A.S.E. non bastano per tutti. E gli Aquilani ancora negli alberghi sulla costa, ad oggi circa 8000? Per loro chi paga l’albergo, da mesi? Noi, ovviamente. Non sarebbe meglio spendere quei soldi per riparare le case e rimandare gli Aquilani nei loro appartamenti?

Queste scene, noi irpini, le abbiamo già vissute durante il terremoto del 23 novembre 1980.

Qualcuno ricorda la Volani, ditta del Nord venuta a civilizzare il Sud?

foto%20l%27Aquila.jpg

Le C.A.S.E. di Berlusconi all’Aquila? Costo 2500 euro al metro quadro. I moduli prefabbricati? 800. Senza considerare che quelle di legno sarebbero state pronte nel giro di pochissimo tempo. Iacona, nella puntata di ieri sera di Presa Diretta parla poi di un imprenditore che le basi antisismiche le avrebbe costruite pagandole il 40% in meno. Perché non è stato scelto il suo progetto? Chissà se centrano le indagini su Bertolaso e gli appalti all’Aquila.

febbraio 22, 2010

VERSO LE ELEZIONI REGIONALI IN CAMPANIA, nuovo sondaggio Crespi.

 

VERSO LE ELEZIONI REGIONALIIN CAMPANIA
Vincenzo De Luca
46%
Stefano Caldoro 54%

 

crespi_campania_int_voto_19_02_2010.jpg

Nuovo sondaggio i Crespi sulle elezioni regionali in Campania. Il distacco fra Caldoro e De Luca resta notevole, ma è comunque sceso all’8 per cento. Resta poco più di un mese per tentare di colmare il divario.

 De Luca sta lavorando bene e sta trovando i migliori candidati da mettere nelle liste.  8 punti sono tanti, ma non quanti ce ne sono per esempio in Lombardia. Poi fa ben sperare l’avvicinamento fa De Luca e Bassolino. La battaglia elettorale infatti si vince a Napoli e Bassolino resta ancora un riferimento forte a Napoli e nell’interland.

febbraio 22, 2010

Greenpeace contro il nucleare

continua a crescere il numero delle persone che hanno firmato l’appello contro il nucleare. Abbiamo superato le 50.000 firme e ci resta poco più di un mese per aumentare la pressione sui candidati alle elezioni regionali. Dobbiamo far sentire la nostra voce! Per questo nel week-end abbiamo lanciato la “Nuclear Hotline”.

Chiama il numero verde gratuito 800.864.884 per lasciare il tuo messaggio contro il nucleare, noi lo consegneremo per te ai candidati nucleari. Tanti cittadini hanno già chiamato dalle cabine della “Nuclear hotline”, che i nostri volontari hanno allestito nelle piazze delle grandi città.

Intanto venerdì scorso Venezia è stata sommersa dall’acqua alta. Con tre gommoni siamo entrati a Piazza San Marco per lanciare un messaggio preciso: “Nucleare = falsa soluzione. Più efficienza e rinnovabili”. Il nucleare non salverà Venezia e impedirà all’Italia di investire nelle vere soluzioni per i cambiamenti climatici.

I candidati alle regionali devono opporsi apertamente ai piani nucleari del governo. Dire che ”il nucleare non serve” nelle proprie regioni ma poi appoggiare il nucleare a livello nazionale – come hanno fatto Polverini, Zaia e Formigoni – significa prendere in giro i cittadini e preparare per loro la sorpresa di una centrale nucleare dopo le elezioni.

Lascia il tuo messaggio contro il nucleare al numero 800.864.884! La chiamata è gratuita sia da fisso che da cellulare. Fai un dispetto a Berlusconi e a quel simpticone di Scaiola.

febbraio 22, 2010

Convincere gli indecisi.

Queste elezioni  regionali sono diventate un referendum fra i sostenitori della destra al governo e il centrosinistra. In buona sostanza ancora una volta Berlusconi chiama le sue truppe a raccolta per consolidare il proprio potere. I due schieramenti sono praticamente simili per forze contando pochi punti percentuali l’uno dall’altro con grosse differenze solo in alcune regioni in cui più forti sono le demarcazioni e gli stili di governo.

Per la sinistra il compito appare più difficile perché dovendo difendere il primato in nove regioni, in alcune delle quali ha mal governato, c’è il serio pericolo di perdere al di la del consentito. Lo scandalo di questi giorni ha mostrato un’Italia a due facce da una parte il partito della corruzione e dall’altra il partito dei miserabili, della gente che va a lavorare e di quella che vorrebbe lavorare, ma il lavoro non c’è l’ha. I corrotti ovviamente sono in entrambi gli schieramenti  a destra e a sinistra, perché come molti dicono la corruzione è entrata nel nostro modo di vivere e viene vissuta come un male necessario. Ovviamente non è così o per lo meno non deve essere così. Se la sinistra vuole differenziarsi dalla  destra bisogna tornare all’antico, bisogna andarsi a leggere quello che diceva, in tempi non sospetti Enrico Berlinguer e farlo diventar progetto politico, programma elettorale. Diceva Calvino “Nel finanziarsi per via illecita, ogni centro di potere non era sfiorato da alcun senso di colpa, perché per la propria morale interna ciò che era fatto nell’interesse del gruppo era lecito; anzi, benemerito: in quanto ogni gruppo identificava il proprio potere col bene comune; l’illegalità formale quindi non escludeva una superiore legalità sostanziale.” Non dobbiamo convincere più di tanto quelli che stanno già con noi. Non riusciremo a convincere quelli che condividono metodi e stili della destra. Fra i due schieramenti c’è, a quanto dicono i sondaggi, un altro grande partito: quello degli indecisi. A questo partito la sinistra deve parlare, perchè fra questa gente  vi è una stragrande maggioranza di gente onesta. Se riusciremo a far breccia in questo partito, che conta il 20% dell’elettorato,con un messaggio semplice e convincente, se riusciremo a dimostrare che fra destra e sinistra vi sono differenze sostanziali di governo di modi di vivere di concepire la politica, , avremo vinto. Auguri compagni!

febbraio 22, 2010

Perché Berlusconi è popolare.

Sul Manifesto di oggi c’è un articolo di Alberto Asor Rosa sul momento che stiamo vivendo e sui gravi fenomeni di cirruzione che stanno venendo alla luce. Ne riportiamo uno stralcio in cui l’illustre compagno spiega perchè Berlusconi è popolare.”

Di nuovo oggi c’è che, forse per la prima volta nella nostra storia, si sono verificate una mirabile saldatura e una prodigiosa coerenza tra le forme, lo spirito e l’etica del potere e le forme, lo spirito e l’etica della società circostante. Anzi, alla domanda che spesso ci è stata burbanzosamente rivolta, com’è possibile che quest’Uomo riscuota tanto consenso, considerando la gravità e il numero delle colpe di cui viene accusato, forse una risposta sul piano storico comincia a delinearsi. Quest’Uomo è così popolare non nonostante le sue colpe ma in virtù di quelle. Una parte non piccola del popolo lo ama perché Lui lo interpreta, ne lusinga tutte le tentazioni di corruttibilità e di un radicato, anzi congenito indifferentismo morale, gli spiega che le leggi esistono per essere aggirate, contraddette, ignorate, nega oltraggiosamente il potere della giustizia, attacca i magistrati, fa capire che se ne potrebbe senza difficoltà fare a meno, mostra con l’esempio lampante della propria vita e del proprio cursus honorum che bisogna sempre e senza eccezioni farsi gli affari propri, evidenzia coram populo e senza alcuna vergogna che esistono una coerenza rigorosa e un’inarrestabile osmosi fra vizi privati e pubbliche nefandezze. Insomma, a capo corrotto nazione infetta, e, ovviamente, viceversa. Tutte queste cose, poi, in un paese come l’Italia, dove esistono tre fra le più potenti organizzazioni criminali al mondo (camorra, ‘ndrangheta, mafia) – le quali a loro volta, com’è ovvio, traggono alimento anch’esse sia da quel diffuso bisogno di sopravvivenza sia dalla risposta corrotta intorno dominante – piacciono almeno a una parte abbastanza consistente dei cittadini da garantirgli una sicura maggioranza in Parlamento: quella maggioranza che a sua volta assicura che l’impunità continui e anzi si rafforzi, in un perfetto circolo vizioso che effettivamente ha pochi eguali al mondo, e che proprio perciò qualcuno altrove potrebbe essere tentato d’imitare.
(Fonte Manifesto)

febbraio 22, 2010

Operai Fma occupano sala consiglio provinciale

 

“Gli operai della Fma di Pratola Serra stamattina hanno occupato la sala del Consiglio provinciale di Avellino”. Lo annuncia Giovanni Centrella, segretario nazionale Ugl Metalmeccanici, stigmatizzando “l’azione di forza di ieri da parte della Polizia e dell’azienda contro onesti operai che stavano difendendo il proprio posto di lavoro. Anche di questo chiederemo conto al tavolo del 26 febbraio al Mse. Nel frattempo – conclude Centrella – continua la protesta dei lavoratori contro la crisi dello stabilimento Fma che può mettere in ginocchio un intero territorio”.

febbraio 22, 2010

e adesso un pò di musica.

Buon giorno Compagni.

febbraio 22, 2010

Elezioni regionali 2010:Previsioni di voto in puglia.

Voto di Lista
(var. rispetto al 26 gennaio 2010)
 CENTRO DESTRA: 46,0% (+1,0%)
– POPOLO DELLA LIBERTA’: 33,0% (-1,0%)
– LA PUGLIA PRIMA DI TUTTO: 5,0% (-1,0%)
– LA DESTRA, Mov. X l’Italia: 1,5% (INV)

– LEGA D’AZ. MERIDIONALE: 1,5% (+0,5%)

– Nuovo PSI: 1,0% (-0,5%)
– UDEUR: 1,0% (INV)

– Altri CDX: 3,0% (+3,0%)

CENTRO: 11,0% (-2,0%)
– UNIONE DI CENTRO: 7,5% (-1,0%)
Lista IO SUD – Poli Bortone: 3,0% (-0,5%)
– MPA: 0,5% (-0,5%)

CENTRO SINISTRA: 41,5% (+1,0%)
– PARTITO DEMOCRATICO: 20,0% (+1,0%)
– SINISTRA ECOLOGIA e LIBERTA’: 9,0% (-2,0%)
– ITALIA DEI VALORI: 5,5% (INV)
– COMUNISTI (RC, PDCI): 2,0% (+0,5%)

– SOCIALISTI: 1,5% (INV)
– VERDI: 1,0% (INV)
– ALLEANZA X L’ITALIA: 1,0% (INV)

– Altri CSX: 1,5% (+1,5%)

ALTRI (Rad, Alt. Com., PCL, FN): 1,5% (INV)

Commento Partiti: CDX avanti di 4-5 punti. Il PDL crolla rispetto alle Europee (liste diverse, elezioni non paragonabili) saccheggiato dalle liste minori. Cala l’UDC. PD e IDV restano deboli, SEL forte al 9% anche se in frenata.

Candidati Presidente:
Vendola (CSX): 43,5% (+1,0%)
Palese (CDX) 43,5% (+1,5%)
Poli Bortone (CEN) 12,0% (-3,0%)
Altri: 1,0% (+0,5%)

febbraio 22, 2010

La rivoluzione culturale di Berlusconi.

Il piccolo premier annuncia un’importante novità : nessun condannato tra le nostre fila !!
… E fu così che sparì un’intera classe politica !!!!