Archive for febbraio 21st, 2010

febbraio 21, 2010

Buona notte compagni.

Mercedes Sosa, è stata una grandissima interprete della canzone latinoamericana.
Argentina, Grande voce e personalità, da sempre schierata a favore dei poveri e degli oppressi, era stata perseguitata dalla dittatura degli anni 70 ed aveva dovuto abbandonare il paese, per farvi ritorno dopo il crollo del regime.
E’ morta nel mese di ottobre dello scorso anno.

La voglio ricordare nel migliore dei modi, con la sua voce.
Descansa en paz , Mercedes.

Buonanotte ai compagni dellaFMA, sono stato nel pomeriggio col mio amico Geppino a vedere che era successo. tirava un vento gelido. Un povero compagno lanciava i suoi slogan ad una quarantina di operai infreddoliti. E gli altri 1960 operai della FMA.  A casa a godersi i risultati delle partite.Dov’è la lotta di classe? E’ cinismo, fatalismo o che? La Fiat neanche aveva bisogno di quei motori che ha ritirato e poi fra pochi giorni c’era il famoso incontro con le parti sociali, così di dice, al ministero. Perchè questa inutile prova di forza? Intanto un falò di plasica e legno da imballaggio bruciava davanti alla fabbrica.E la politica? assente! E’ domenica, ragazzi.

Che tristezza!

Buonanotte compagni. Crediamoci almeno noi.

febbraio 21, 2010

UNA SINISTRA NUOVA OLTRE GLI ANTICHI RECINTI

POLITICA: VENERDI 26 CONVEGNO ALLEANZA LIB-LAB  CON BONELLI, FAVA E NENCINI

 Prima che entri nel vivo la campagna elettorale, c’è ancora uno spazio per tentare una riflessione comune nell’area della sinistra italiana. La propone a Napoli , Venerdì 26 febbraio alle ore 10.00, presso la Sala Comunale Santa Chiara, l’Associazione Alleanza Lib-Lab che in Campania è coordinata da Geppino Vetrano, ex Presidente del Consiglio Comunale di Avellino.

Già il titolo del Convegno:  “Una Sinistra nuova oltre gli antichi recinti“, esprime l’intenzione degli organizzatori che, per l’occasione, hanno invitato, oltre ai gruppi e associazioni del mondo laico, liberale e socialista, il Presidente nazionale dei Verdi, Angelo Bonelli, il Coordinatore nazionale della Segreteria di Sinistra, Ecologia e Libertà, Claudio Fava ed il Segretario del Partito Socialista Italiano, Riccardo Nencini.

Il programma dei lavori prevede le relazioni introduttive del Presidente di Alleanza Lib-Lab, Gim Cassano e di Geppino Vetrano. Seguiranno gli interventi dei leader nazionali.

Nel corso del dibattito interverranno per i gruppi promotori: Felice Carlo Besostri, Circolo “La Riforma” – Gruppo  di Volpedo, Filippo Caria di Democrazia Socialista, Vincenzo Garraffa, di Azionismo Repubblicano, Pino A. Quartana del Nuovo Partito  d´Azione, Beatrice Rangoni Machiavelli presidente d´onore di Alleanza Lib-Lab, Giuseppe Sarno di Quaderni Socialisti, Francesco Somaini del Circolo Rosselli – Gruppo di Volpedo.

“L’iniziativa – è scritto nell´invito di presentazione – intende contribuire a far emergere in Italia una sinistra moderna, laica e riformista, ispirata ai principi di libertà, democrazia, equità, e sostenibilità ambientale, sinora assente dal nostro panorama politico”.

 Avellino, Napoli, Roma, 18 febbraio 2010

febbraio 21, 2010

Fiat: sgomberato il presidio degli operai a Pratola Serra ( AV )

Tensione paura e scontri davanti ai cancelli dell’FMA. E’ accaduto stamane poco dopo le sei circa duecento poliziotti giunti dal reparto mobile di Napoli in assetto antisommossa, hanno forzato il blocco predisposto nei giorni scorsi dagli operai. I reparti della celere hanno caricato disperdendo i lavoratori, consentendo così ai mezzi pesanti di avere accesso ai stabilimenti di Pratola Serra. Si sono vissuti momenti di grande confusione e di rissa. Nonostante la carica, allo stato attuale non si segnalano feriti, ne tra gli operai, ne tra gli agenti. Scopo dei mezzi pesanti era quello di caricare i motori dai depositi della FMA per trasferirli alla volta di Termoli per consentire la ripresa delle lavorazioni dello stabilimento Fiat, bloccata proprio dalla protesta di Avellino. Ora la situazione davanti alla fabbrica si è fatta incandescente.

Agli operai tutti in lotta per conservare il posto di lavoro va la solidarietà di Quaderni Socialisti.

febbraio 21, 2010

Formigoni fuorilegge.

La legge dello Stato 165/2004 articolo 2 impedisce di candidarsi a Presidente di Regione dopo due mandati consecutivi. Il Consiglio Regionale può modificare i termini della legge. In Lombardia e in Emilia Romagna questo non è avvenuto. Quindi i due aspiranti presidenti Roberto Formigoni (PDL) e Vasco Errani (PD) sono fuorilegge, potrebbero essere costretti alle dimissioni dopo l’eventuale elezione in caso di contestazione. Il presidente emerito della Corte Costituzionale Valerio Onidalo conferma.  Resta il fatto che questa gente si sente indispensabile a vita. Il senso della legge era nel non perpetuare la concentrazione di potere nelle mani di una persona oltre i DIECI ANNI. Formigoni è presidente dal 1995 e si propone per il quarto mandato. Errani è nel consiglio regionale dal 1995 e presidente dal 2000. Il famoso ricambio della politica!

febbraio 21, 2010

Nebbia amica.

Smog, a Milano ormai è talmente fitto che non si vedono le mazzette.

febbraio 21, 2010

Don Vitaliano:Candidarmi? Dipende dal vescovo

 
 
Una proposta che viene “dalla base” e sulla quale è necessario riflettere. Così don Vitaliano della Sala commenta l’appello lanciato su Facebook dagli iscritti al gruppo ‘La parrocchia virtuale di don Vitaliano’ per una sua candidatura alle prossime regionali in Campania. Un’iniziativa che ha raccolto quasi 2.000 firme in meno di 48 ore. “Non ne sapevo nulla, ma da un paio di giorni incontro ragazzi che mi dicono di questo gruppo su Facebook – racconta don Vitaliano – si tratta di una proposta interessante, è bello che nascano iniziative del genere dalla base”. Il parroco, famoso per il suo impegno sociale e politico in Palestina, ex Jugoslavia e Sri Lanka e per le sue contestazioni nei confronti delle istituzioni ecclesiastiche, ammette di non aver mai pensato finora a un eventuale impegno politico. “Fino all’altro ieri non mi era mai venuto in mente di candidarmi – spiega – ma ora che c’è questa proposta ci devo riflettere, anche se ovviamente dovrò confrontarmi con i miei superiori. Finalmente ho trovato un vescovo con il quale si può ragionare: ne discuteremo insieme e vedremo se vale la pena o no di tentare la candidatura”. Ma ”con la destra non mi candiderei mai – afferma il parroco – e poi mi sembra che l’appello venga da persone vicine alla sinistra, anche ‘ben oltre la sinistra’, come ad esempio Luca dei 99 posse”. “La questione – prosegue l’ex parroco di Sant’Angelo a Scala – è che la politica deve essere un servizio per gli altri: se il vescovo mi desse l’ok è un servizio che farei molto volentieri. Ma soprattutto mi incuriosisce capire il perché di quest’appello e incontrare chi l’ha lanciato, anche se la Chiesa non mi dovesse permettere di candidarmi, per capire cosa si può fare insieme: le elezioni non sono l’unico modo di cambiare le cose”.
febbraio 21, 2010

Chi si accontenta gode.

Big Bang di Massimo Cavezzali

febbraio 21, 2010

Compagni veri e compagni di merende.

Uno (Guido Bertolaso), in evidente (e comprensibile) stato “confusionale” per la bufera giudiziaria e politica sulla Protezione Civile, spara polemicamente su Panorama: “Se arriva un terremoto chi ci va a spalare? Bersani?”. Immediata risposta del segretario del Pd: “A Bertolaso consiglierei un po’ più di umiltà, meno arroganza e di volare un po’ più basso, perché con me capita male: io a quindici anni spalavo a Firenze, non so lui cosa facesse”. Bertolaso, in discesa libera. Chi di spada colpisce, di spada perisce.

febbraio 21, 2010

L’associazione dei consumatori di Berlusconi boicotta il “mini idro”

Il Consiglio di Stato taglia i prezzi al mini idroelettricoMini idro, maxi batosta: il Consiglio di Stato ha rigettato gli appelli proposti dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas e dall’Associazione produttori energia da fonti rinnovabili (Aper) e ha annullato definitivamente la delibera ARG/elt 109/08 dell’Autorità. Tale delibera fissava l’aumento dei prezzi minimi garantiti per l’energia prodotta da fonte idroelettrica.

Ne deriva che i gestori degli impianti idroelettrici di potenza inferiore al megawatt dovranno restituire allo Stato la differenza tra il vecchio prezzo minimo e il nuovo, che è stato cassato. Furiosa l’Aper che ritiene la decisione del Consiglio di Stato troppo penalizzante e ipotizza un 2010 in forte perdita per gli impianti di piccolissima taglia. Ma soprattutto, afferma l’Aper

è pericoloso il messaggio che questa vicenda rischia di trasmettere al pubblico: ossia che le rinnovabili costano troppo, mentre gli operatori sanno bene che gli oneri che incidono sulla componente A3 sono ben altri.

febbraio 21, 2010

Buona domenica compagni.

La domenica è sempre una bella giornata. Perchè dare un buongiorno, una buonanotte e una buona domenica?

Perchè i compagni come categoria non esistono più.Ognuno per i fatti suoi, ognuno preso dalle sue cose. E la lotta di classe? Non esiste più. E i socialisti? delle merde umane che pensano solo a come sistemare i fatti propri. Solo i giovani hanno diritto ad essere compagni, con le loro asperità, la loro rabbia, le loro cazzate. E noi? fossili in attesa di essere messi in un museo. Allora un gesto di solidarietà una volta al giorno ci vuole. Per ricordare che abbiamo fatto, che anche noi eravamo incazzati, che abbiamo fatto la nostra Genova, che vogliamo dire che non stiamo dalla parte del padrone, Craxi ci fa schifo, ci piace la musica che non va a Sanremo. E vogliamo bene a Che Guevara, che per noi è come un fratello morto. Allora Buona domenica compagni e in culo a Berlusconi.