val di susa: Polizia violenta.

E’ ancora in prognosi riservata all’ospedale Molinette di Torino. Simone, il giovane redattore di Radio Blackout, ha subito traumi alla testa durante le cariche violentissime della polizia, mercoledì sera in val Susa alla manifestazione spontanea del popolo no Tav. Anche la signora Ala, della valle è ricoverata con ferite gravi e i medici stanno valutando la possibilità di operare.
Poco fa in conferenza stampa a Susa i sindaci e i cittadini della valle che da anni si oppone alla costruzione della Torino-Lyon, hanno denunciato l’aggressione delle forze di sicurezza. «Inaccettabile, un’operazione di bassa macelleria», ha detto il consigliere comunale Luigi Casel, riassumendo la tensione, la rabbia ma anche la determinazione della valle.
Le cariche sono partite all’arrivo della trivella che doveva ‘sondare’ i terreni destinati al treno ad alta velocità. Il popolo no Tav ha atteso la trivella scortata e ha cominciato a tirare palle di neve. Violentissima la risposta delle forze dell’ordine che hanno caricato e quindi inseguito la gente nei campi, ormai troppo spesso teatro di queste mattanze.
Giorgio Vair, della comunità montana, ha sottolineato che «le cose in valle sono cambiate, almeno da lunedì scorso. La polizia è cambiata, non sono i soliti agenti». E la violenza di mercoledì conferma che l’ordine era chiaro, secondo amministratori e cittadini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: