Archive for gennaio 24th, 2010

gennaio 24, 2010

Il meridione che non t’aspetti: ALTILIA

Scavi archeologici di Sepino in provincia di Campobasso: ECCO A VOI LA BELLA ALTILIA

gennaio 24, 2010

PDL in Puglia si litiga sul candidato presidente.

Raffaele FittoIl ministro degli Affari regionali Raffaele Fitto non solo non risponde sull’ipotesi di Attilio Romita quale candidato del centrodestra in Puglia, ma pare abbia inviato una lettera al leader in cui sponsorizza apertamente la candidatura di Rocco Palese, attuale capogruppo degli azzurri alla Regione.
Di fatto non avendo ufficializzato ancora nulla, il
Popolo della libertà attende l’esito delle Primarie del centrosinistra prima di indicare il suo candidato governatore per la regione.
Le dichiarazioni del leader dell’Udc Pierferdinando Casini, che ha detto di non stare col centrosinistra, in caso di successo di Vendola alle Primarie, è una motivazione in più per attendere. Anche se i rumors dell’ultim’ora parlano di un avvicinamento di Casini al centrosinistra anche in caso di vittoria di Vendola. 
Le soluzioni al vaglio di Silvio Berlusconi continuano ad essere di due tipi: una esterna, l’altra politica.
Quelle esterne riguardano appunto Attilio Romita e Stefano Dambruoso. Le quotazioni di quest’ultimo ieri sembravano in rialzo rispetto al giornalista del Tg1.
Per la soluzione politica spicca su di tutti il nome di Adriana Poli Bortone. La Leader di Io Sud sarebbe la persona giusta per sancire l’accordo tra il Pdl e l’Udc, partito che ha sempre espresso gradimento per la senatrice salentina. Ieri la Poli avrebbe avuto un incontro con i vertici del Pdl e in particolare con il ministro Sandro Bondi.

Fonte: Antenna sud

gennaio 24, 2010

Puglia: il giorno della verità.

Primarie del centrosinistra oggi in Puglia, tra Francesco Boccia e il governatore uscente Nichi Vendola. Il Pd tenta infatti in Puglia la sua linea nazionale: quella di dare vita a una coalizione larga che tenga insieme l’opposizione parlamentare: Pd, Udc e Idv. Ma il leader dei centristi Pier Ferdinando Casini precisa: “Se vince Vendola non ci sara’ spazio per un’alleanza”. Giustamente non se la sente di mischiarsi con un delinquente come Nichi Vendola mentre nel suo partito ci sono galantuomini come Totò Cuffaro.

Comunque vada, il centrosinistra avra’ il suo candidato alle regionali. Ma comunque vada, non sara’ un risultato indolore. L’esito delle urne, infatti, non manchera’ di avere riflessi sugli equilibri del partito, “Una rogna? No, sono primarie, cioe’ confronto democratico”, ha detto Pierluigi Bersani alla Festa nazionale Neve democratica a Folgaria. Diverso il tono delle dichiarazioni di Massimo D’Alema “Vendola si e’ autocandidato a nome del popolo. E’ stata una forzatura populista. Tutto il problema pugliese nasce da li'”, Forse oggi oltre a Boccia verrà sconfitta la linea politica di Massimo D’Alema. Sarebbe ora.

Sono 200 i seggi in cui si votera’ per la scelta del candidato di centrosinistra alla presidenza della Regione Puglia. Possono votare tutti i cittadini pugliesi che abbiano compiuto i 18 anni ed i seggi
sono aperti dalle 8.00 alle 21.00 e sono organizzati in sedi civiche o gazebo aperti in ogni comune della regione e in ogni circoscrizione delle citta’ capoluogo. Non sono quindi strutturati in sedi di partito.

gennaio 24, 2010

Sarà vero?

Tutto ebbe inizio con una birretta

Le prime comunita’ agricole stanziali sarebbero nate grazie alla passione per le bevande alcoliche.
E’ quanto sostiene Patrick McGovern, archeologo biomolecolare presso il Museo di Archeologia e Antropologia della University of Pennsylvania.
L’uomo avrebbe iniziato a produrre alcolici fin dal 7000 a.C., abbandonando lo stile di vita nomade dedito alla caccia e alla raccolta per stanziarsi in zone agricole dove produceva i cereali per le prime birre.
Secondo McGovern: “L’alcol ha fornito loro una motivazione, diventando in seguito il vero motore della societa’”.
Tra un po’ verra’ fuori che il fuoco e’ stato inventato per fare i barbecue.

fonte Da Cacao Quotidiano

gennaio 24, 2010

pacco, doppio pacco e contropaccotto.

E’ successo nella civilissima Bergamo da un anno amministrata da una giunta leghista.  Un giovane senegalese clandestino nello scorso dicembre viene avvicinato da un imprenditore bergamasco che lo carica in macchina con un borsone che conteneva merce contraffatta, giacconi Moncler e scape hogan,con il pretesto di essere interessato all’acquisto. Dopo poche centinaia di metri l’auto viene fermata da una volante della questura e all’extracomunitario viene contestata la detenzione di merce contraffatta. A questo punto succede qualcosa di strano. La merce rimane nella macchina del finto imprenditore, che si dilegua, mentre al senegalese vengono sequestrati duecento euro e viene allontanato in un impeto di falso buonismo. Capito l’inganno, l’uomo  invece di subire  e tacere, si reca in questura per denunciare il fatto. Anche qui succede qualcosa di strano. Infatti entra in gioco una seconda pattuglia che per non danneggiare i colleghi stende delle dichiarazioni accomodanti nei confronti dei due poliziotti. Così per spirito di corpo. Il senegalese invece si becca un decreto di espulsione e viene invitato a tornare. Il 29 dicembre l’extracomunitario si presenta per sporgere denuncia. Dall’inchiesta che ne è seguita è venuto fuori che tutta la scena era stata filmata dalle telecamere del comune e quindi dale immagini si sono potuti ricostruire i fatti salienti della truffa, che darebbero ragione al denunciante. Morale della favola due poliziotti sono finiti in manette insieme all’imprenditore  ed altri due agenti sono finiti agli arresti domiciliari ed inquisiti per favoreggiamento e falso in atto pubblico. Non sempre le cose vanno come si vorrebbe.

gennaio 24, 2010

Ricette delle osterie delle langhe:la polenta.

In una pentola (sarebbe preferibile il classico paiolo di rame, che fa anche tanta scena)portate l’acqua ad ebollizione. Salatela e versatevi molto lentamente a pioggia la farina di granturco, rimestando continuamente con una grossa cucchiara di legno. Rimestate continuamenteper un’ora e un quarto, finchè la polenta abbia assunto una buona consistenza. Se avete il Bimby è molto meglio perchè vi risparmiate un sacco di fatica. Se vi piace più soda continuate a girare a piacimento finchè non abbia raggiunto la consistenza desiderata. La cottura dipende dal grado di finezza della farina. Nel nostro caso per rispettare la ricetta si usa  il tipo otto file. E’ una varietà molto pregiata macinata a pitra e piuttosto grossolana. Io uso quella bergamasca, che è uno spettacolo. A fine cottura versatela su un tagliere  di legno e versatela mei piatti. la polenta sarà condita con salse o carni o come vi pare.

L’ultima volta chè l’ho mangiata era condita con un sugo di beccacce, ma anche con la carne di cinghiale va bene o con un semplicissimo sugo rosso. Non usate polente precotte perchè sarebbe come fare l’amore con una vecchia ottantenne anzichè con una bella ragazza di vent’anni. Ovviamente non può mancare un buon bicchiere di barolo, ma questa è un’altra storia. Ancora adesso nelle Langhe si cucina la polenta con la bagna del merluzzo,oppure con la bagna dell’infern, nei giorni non di magro polenta col coniglio, con la lepre  al civet. La polenta a otto file si trova nei mulini e nei negozi specializzati.

Per sei persone sono sufficienti 500 gr di farina di mais, due litri d’acqua sale quanto basta.

gennaio 24, 2010

Avatar

Big Bang di Massimo Cavezzali

Big Bang di Massimo Cavezzali

gennaio 24, 2010

NO TAV:40.000 persone in marcia contro la linea Torino-Lione

Decine di migliaia di persone hanno manifestato oggi a Susa dispetto dei 2 gradi sottozero, per protestare contro la linea ferroviaria veloce Torino-Lione, un no al progetto ribadito nonostante “le indagini dell’Osservatorio tecnico e del sottosuolo”. “Altro che quattro gatti, siamo 40 mila (20 mila per le forze dell’ordine, ndr) e la Tav non si farà mai”, hanno urlato. Pochi comunque, ribatte il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Altero Matteoli-

Siamo tanti e possiamo, dobbiamo essere ancora di più”, ha urlato al megafono Alberto Perino, leader del movimento ‘No Tav’ che ha invitato alla presenza “nei prossimi giorni quando le trivelle torneranno all’autoporto e arriveranno, sempre di notte, alle stazioni di Avigliana, Bruzolo, Sant’Antonino”.

I carotaggi ripartiranno probabilmente lunedì.

gennaio 24, 2010

der justizmord

L’assasinio della giustizia è il vero peccato mortale del diritto.Il custode, il guardiano della legge si converte in assassino della stessa. Egli è il medico che avvelena l’ammalato; il tutore che strangola il pupillo. Nell’antica Roma il giudice colpevole di concussione era soggetto alla pena capitale. Per la giustizia, che ha conculcato il diritto, non v’ha accusatore più terribile della sinistra e torbida figura del delinquente per offesa toccatagli nel suo diritto: questa è la sua ombra sanguinosa. Chi èvittima di una giustizia corrotta o partigiana vien quasi costretto con la violenza a uscire dall’ambito del diritto. Egli diviene vindice, escutore del diritto con le sue proprie mani, e non di rado mirando a questo scopo l’oltrepassa e si mostra quale nemico giurato della società, un brigante ed un assassino.(Rudolf Jering: la lotta per il diritto“)