Puglia: Vendola rilancia le primarie

” Tra ieri e oggi ho provato a incontrare tutti i partiti del centrosinistra per contribuire alla risoluzione dei problemi che da settimane animano il nostro dibattito, il nostro confronto. Mi sono sempre detto disponibile a partecipare a elezioni primarie per la scelta del candidato Presidente e, nelle mie consultazioni, ho avuto la conferma di quanto il mio sia un pensiero condiviso.
Ieri ho ricevuto un forte invito ad andare avanti in questa direzione da Rifondazione Comunista, dai Comunisti Italiani e da altre forze di sinistra; ho avuto colloqui telefonici con i dirigenti dell’Idv (nei prossimi giorni incontrerò Di Pietro) che hanno confermato l’inesistenza di un veto sul mio nome e la loro disponibilità ad accettare l’esito di eventuali primarie.
Stessa predisposizione a un metodo di democrazia e partecipazione è stato esternato da: Alleanza per l’Italia, la Primavera in movimento, dell’ex presidente della Provincia di Bari Vincenzo Divella, i Repubblicani europei, i Verdi, i Socialisti, il Partito dei Pensionati, l’Associazione ‘Impegno Civile’ di Mimmo Di Paola. Ho incontrato i sindaci di Taranto, Foggia, Andria e Barletta che pensano che per l’unità della coalizione siano necessarie le primarie. Non ha accolto il mio invito all’incontro, la delegazione del Pd che ha preferito attendere l’esito delle mie consultazioni.
Siccome nessuna delle forze politiche da me consultate si è detta pregiudizialmente contraria allo svolgimento delle primarie di coalizione, rivolgo un appello al Pd: facciamo le primarie e facciamole subito! Il centrosinistra non può allargarsi amputando alcuni pezzi della coazione, se ci si allarga amputando il Presidente Vendola ci si candida allo snaturamento e alla sconfitta. Anch’io sono favorevole all’allargamento, fondato però sui programmi e sulla politica: bisogna allargare per cambiare e non per far vincer le solite logiche di cattiva politica. L’allargamento non si fa con le formule magiche ma facendosi guidare dalla bussola della questione morale, della difesa dei beni comuni, dei diritti, dell’ambiente.
Il Pd ha le primarie nello statuto e, aspetto da non tralasciare, tutte e tre le mozioni del PD, durante il dibattito congressuale, si erano dette convergenti sulla mia ricandidatura alla guida della Puglia. Essendoci adesso la disponibilità di altri candidati bisogna trovare la strada dell’unità possibile con il metodo delle primarie, l’unico processo in grado di legittimare la coalizione perché sia coalizione del cambiamento, coalizione della speranza. Penso che non si possa vivere questa stagione della politica sotto ricatto o subendo dei veti, bisogna scacciare la cattiva politica e fare avanzare la buona politica che comincia dove c’è la democrazia. ”

Nichi Vendola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: