E io pago.

Il 24 aprile 2009 all’Aquila Berlusconi e Tremonti dichiaravano solennemente “Il governo non mette e non metterà le mani nelle tasche degli italiani:” Per il 2010 le mani nelle nostre tasche le metteranno eccome. Vediamo gli aumenti:

1)   L’aumento dei pedaggi autostradali ,

2)   Federconsumatori e Adusbef ricordano che si aggiungono a quelli di gas (+28 euro annui a famiglia, con ulteriori aumenti in aprile), benzina (+90 euro annui), rifiuti (+35 euro annui), servizi idrici (+18 euro annui), rc auto (+130 euro annui) e, come prospettato dalla finanziaria, tasse aeroportuali (+3 euro ogni biglietto).
L’aumento dei pedaggi comporterà per costi diretti ed indiretti, un aumento del tasso di inflazione dello 0,2%, pari ad un maggiore esborso di 60 euro annui a famiglia, che si aggiungono agli aumenti gia’ prospettati, sforando cosi’ i 600 euro di aumenti tariffari nel 2010′.

3)   55  euro in più per ogni ricorso al giudice di pace per ogni multa;

4)   28 euro in più per la bolletta della luce;

5)    65 euro in più per prendere un treno;

6)   30 euro in più per i servizi bancari;

7)   80 euro in più per le rate dei mutui.

Questo è solo l’inizio, il resto verrà dopo.

Altro che ridurre le tasse.

One Trackback to “E io pago.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: