Mangiare poco per vivere più a lungo.

 Il segreto per non ingrassare è quello d’alzarsi da tavola ancora con un po’ di fame. In una parola, è bene mangiare meno per non sentire gli acciacchi dell’età. È questo il messaggio che proviene dallo studio InCHIANTI (Invecchiare in Chianti), una ricerca che dal 1998 segue centinaia di anziani che vivono sulle colline attorno a Firenze. Lo scopo è di capire i segreti per vivere meglio e più a lungo.  I risultati saranno pubblicati sulla rivista “Age and Ageing” e verranno discussi, a Firenze, dal 2 al 5 dicembre al 54° Congresso della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria. Si preciserà che ridurre di 100 calorie l’introito energetico quotidiano negli anziani, abbassi del 10 per cento il rischio di ritrovarsi nel giro di tre anni con una disabilità motoria qualsiasi, dall’incapacità di eseguire normali attività quotidiane come lavarsi o vestirsi da soli, all’impossibilità di camminare a lungo o salire le scale senza aiuto.

“Il dato è in accordo con la teoria della restrizione calorica, secondo cui ridurre l’introito energetico è una delle strade per diventare più longevi – spiega Niccolò Marchionni, presidente della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria – I risultati di InCHIANTI, raccolti su 900 anziani seguiti per tre anni, dimostrano per la prima volta un effetto della restrizione calorica su parametri importanti per la longevità, in questo caso la perdita di autonomia funzionale che contraddistingue, purtroppo, l’età più avanzata”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: