STOP ALLA BANCA DEL SUD

banco di pegni 

La banca del Sud non si farà. Almeno per il momento la decisione di fare la banca del sud  è saltata in quanto la misura è stata giudicata inammissibile dal presidente del Senato Renato Schifani, mentre ha “salvato” il comma sulla possibilità di vendere gli immobili confiscati alla mafia. L’accelerazione sulla Banca del Sud, voluta dal ministro Tremonti, è stata bloccata dal numero uno di Palazzo Madama «per estraneità di materia». La questione pregiudiziale era stata sollevata in commissione Bilancio, prima, e in Aula, poi, dal senatore del Pd, Enrico Morando, che aveva chiesto formalmente a Schifani di dichiarare l’inammissibilità. Richiesta accolta dal presidente del Senato in quanto sia il regolamento che la prassi parlamentare di Palazzo Madama prevedono l’inammissibilità in Aula di emendamenti non affrontati in Commissione. Schifani ha precisato che «da uomo del Sud» ha deciso «a malincuore», ma ha anche sottolineato di non essere «mai stato fiscalissimo nell’attribuzione della concessione dei tempi»: «Sarei stato pronto a dare alla Commissione ulteriore tempo per discutere questo emendamento, che formalmente è inammissibile, se ci fosse stata la volontà di tutte le parti in deroga a dichiaralo ammissibile soltanto dietro una condivisione». Che però non c’è stata.  Il sud di tutto ha bisogno fuorchè di una nuova Banca. D’altronde questo nuovo istituto di credito diventerebbe in breve ostaggio della criminalità organizzata, cha attraverso i suoi referenti istituzionali non avrebbe difficoltà a controllarla e indirettamente gestirla, per cui alla fine la nuova banca diventerebbe un elemento criminogeno. Perché Tremonti non ci restituisce i fondi FAS che a suo tempo ci ha scippato? Il sud ha bisogno di sostegno alle aziende in crisi, di aiuti agli operai che perdono il posto di lavoro, di aiuti alle amministrazioni in crisi. Tutto questo si fa con un programma di governo innovativo e riformatore. Cioè tutto il contrario di quello che sta facendo il governo della destra che, seguendo le imposizioni della lega vuole trasformare il sid in una riserva indiana. E la Camorra si ingrassa.  

One Comment to “STOP ALLA BANCA DEL SUD”

  1. La Banca del Sud credo sia rimandata per una questione squisitamente tecnica-procedurale, non certo nel merito politico della scelta. Le preoccupazioni adombrate sul rischio che essa possa essere controllata dalla criminalità, avanzate ancor prima della sua nascita, ci fanno capire come spesso venga agitata la “legalità” per fini del tutto diversi. Qui la vera preoccupazione ce l’hanno le banche insediate nel meridione, che vedono l’iniziativa di Tremonti come il fumo negli occhi, un attentato al loro sistema che è solo speculativo e da rapina! Chi rema contro la Banca del Sud vuole difendere l’attuale sistema bancario che accumula ricchezza e nega il credito all’impresa. Bisogna incoraggiare Tremonti e il Governo Berlusconi in questa iniziativa, che finalmente scardinerà la politica bancaria attuale con un vero terremoto, creando regole e condizioni di mercato del tutto nuove, più aderenti alla società attuale. I banchieri che non saranno in grado di adeguarsi, cambino mestiere, i soldi ce l’hanno. E’ evidente che il 70% della clientela sparsa attualmente tra le banche, si precipiterà nella Banca del Sud, rendendola l’istituto più forte e più importante: questo è il terrore che fa venire la febbre ai banchieri. Si vergognino, ancora una volta a sinistra, quelli che remano contro. D’altro lato, se le cose miglioreranno, i cittadini comprenderanno sempre di più l’inutilità di questa sinistra, capace solo di far gossip e sparare le solite infinocchiature.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: