Archive for ottobre 8th, 2009

ottobre 8, 2009

Il Centrosinistra scenda in campo per aiutare i lavoratori in crisi.

Mentre il partito Democratico di Avellino continua a discettare su un congresso infinito di cui poco importa all’opinione pubblica e mentre continua con una tenacia degna di miglior causa lo scontro fra i seguaci di Franceschini e i fan di Bassolino, il disagio degli strati meno abbienti della popolazione di Avellino e della Provincia aumenta di giorno in giorno in maniera esponenziale.
A fronte di questa situazione l’amministrazione Provinciale di Avellino, guidata dal centrodestra ha messo in atto un provvedimento per aiutare le famiglie in difficoltà, stanziando settecentomila euro in favore dei lavoratori che hanno perso il lavoro e di quelli che sono in cassa integrazione. Non si sa quali saranno i criteri in base ai quali questi fondi saranno distribuiti, ma il dato politico è che la destra si muove e la sinistra sta a guardare.
Quando come “Sinistra che unisce” abbiamo deciso di accompagnare il Pd democratico in una campagna elettorale, che per noi si è rivelata una catastrofe politica, lo abbiamo fatto perché ritenevamo che al centro della politica amministrativa degli anni a venire sia al Comune capoluogo che all’Amministrazione Provinciale bisognava individuare strumenti, che, nello stato di crisi, servissero ad aiutare le persone più esposte. Indicavamo come strumenti idonei la creazione di un fondo di solidarietà per chi ha perso l’occupazione o ha subito una drastica riduzione del proprio reddito. Inoltre individuavamo strumenti quali il microcredito, prestiti d’onore e accesso ai servizi di welfare per aiutare i precari e gli studenti.
Ci aspettavamo dopo il suo insediamento che il Sindaco di Avellino facesse partire quel programma di cui tanto si è parlato all’interno del PD. Tutto ciò non è avvenuto e, ironia della sorte, è l’amministrazione Provinciale di Avellino l’unica ad affrontare il problema. Franco De Feo segretario della Uil e gli altri segretari confederali sottolineano che, di fronte ad una situazione di emergenza sociale, non si può non apprezzare una iniziativa che tende a alleggerire lo stato di necessità di 7000 lavoratori in cassa integrazione e 80.000 disoccupati. E’ grave che di fronte ad una situazione di grave sofferenza, l’amministrazione Comunale, che ha il dovere istituzionale di intervenire non reagisca con iniziative tese ad affrontare la situazione e a risolvere i problemi concreti degli avellinesi in difficoltà.
Non si può lasciare alla destra l’iniziativa di gestire la crisi facendo finta di ignorare gravi situazioni come la chiusura di fabbriche, il minacciato trasferimento della FMA di Pratola Serra. Soprattutto in riferimento a quest’ultimo episodio, che ha visto migliaia di lavoratori coinvolti e scendere in piazza a manifestare, io credo che il Partito Democratico e soprattutto il nostro amico Enzo De Luca, abbia il dovere di intervenire con decisione e portare la vertenza in Parlamento per sostenere le giuste rivendicazioni degli operai della FMA. Se così non sarà, la destra assumerà l’iniziativa scavalcando una sinistra che continua a litigare. Da Enzo De Luca ci aspettiamo un nuovo modo di far politica che è quello di affrontare i problemi reali del territorio assumendosi la responsabilità di riportare in un alveo di centrosinistra i processi disgregazione economica e assumendo il ruolo di guida responsabile.
Come sinistra responsabile appoggeremo queste iniziative, saremo al fianco dei lavoratori e ci misureremo con l’impellente necessità di unire tutti i lavoratori, per far fronte ad un impegno inderogabile: riprogettare un nuovo modello di sviluppo, fondato sulla dignità dell’individuo e sull’utilizzo consapevole e responsabile delle risorse e non più su modelli obsoleti destinati ad aggravare la crisi dei lavoratori e a ridurre drasticamente l’occupazione.
Beppe Sarno